giovedì 26 dicembre 2019

Pane nel mondo: Walnut bread recipe in four variations (Pane alle noci in quattro varianti)

Nel precedente post, del  fantastico Viennese Christmas Bread (Pane di Natale Viennese), raccontavo di quanto fosse stato difficile operare una scelta per la ricetta di Natale da sfornare insieme a Cuochina, Anna e Ornella
La bontà di queste due ricette ha fatto si che entrambe sono entrate nel nostro menù natalizio e nella nostra rubrica Quanti modi di panificare nel mondo!
La ricetta originale si può visualizzare qui.

Walnut bread recipe in four variations (Pane alle noci in quattro varianti)

Ingredienti
Lievito naturale
  • 60 g di licoli rinfrescato
  • 70 g di farina integrale di segale
  • 70 g di acqua
Impasto principale
  • 200 g di lievitino
  • 350 g di farina di forza
  • 50 g di farina integrale di segale
  • 6 g di sale
  • 190 g di acqua tiepida, pasta di noci(descrizione in seguito)
  • 200 g di noci (150 g di noci caramellate + 50 g di noci per la pasta di noci).
N.B. Schiacciando leggermente la metà delle noci col mattarello si facilita il rilascio degli oli nell'impasto.

Tra le quattro opzioni proposte dalla blogger, anch'io ho scelto di preparare: Caramelised walnuts bread "Pane alle noci caramellate".
Tritare finemente le foglie di rosmarino fresco, ne serve 1 cucchiaio.
Tostare per breve tempo a secco le noci in una padella (cioè senza olio). Aggiungere il rosmarino tritato finemente, 2 cucchiai di miele e far caramellare le noci per pochi minuti. Attenzione a non farle bruciare. Lasciar raffreddare su un piatto.
Pasta di Noci
50 g di noci, 50 g di acqua, 2 cucchiai di miele, 20 g di burro fuso (leggermente dorato) e un pizzico di sale. Mettere tutti gli ingredienti nella ciotola del frullatore a immersione (va bene anche un mixer) e mescolare fino ad ottenere una pasta morbida e liscia.
Come preparare il pane alle noci
Nel pomeriggio del giorno prima, preparare il lievito naturale:
In una ciotola di media grandezza mescolare gli ingredienti del lievito naturale: licoli rinfrescato in giornata, farina integrale di segale e acqua, coprire e lasciare lievitare fino alla mattina successiva. Deve raddoppiare. 
La mattina successiva
Nella ciotola della planetaria unire il lievito naturale con gli ingredienti dell’impasto principale e subito dopo la pasta di noci, ma non aggiungere le noci intere. Impastare per circa 10 minuti.
Formare una palla (se troppo appiccicosa, bagnarsi le mani con un poco di olio evo), metterla in una ciotola appena oliata, coprire e tenere a temperatura ambiente per circa tre ore. 


L'impasto dovrebbe raddoppiare durante questo periodo.

Trasferirlo sul piano lavoro cosparso con poca farina, appiattire l'impasto con le dita e cospargere sulla superficie le noci caramellate.
Lavorare delicatamente l'impasto per distribuire uniformemente le noci e arrotondare. 

Siccome non dispongo del cestello di pre-lievitazione ho proceduto nel seguente modo. 
Inserire un canovaccio pulito, lavato senza detersivo o ammorbidente, in una ciotola di circa 18 cm di diametro e 13 cm di altezza.

Spolverare bene di farina.

Mettere il pane, infarinare ancora un poco e coprire con il canovaccio.

Coprire e lasciare riposare per diverse ore a temperatura ambiente fino a completa lievitazione (5 ore circa).
Preriscaldare il forno a 190°C. Rovesciare il pane sopra la placca del forno, ricoperta di carta da forno e, con un coltello affilato, fare qualche taglio incrociato sul pane poco prima della cottura. Io ho provato ad incidere l'albero di Natale ma sarebbe meglio praticare tagli più veloci e semplici per non fare afflosciare il pane.

Per cottura in forno: cuocere per circa 50 minuti (fare a attenzione a non far colorare troppo la crosta superiore, diminuire la temperatura a 180°C appena inizia a scurire).
Trasferire su una gratella e lasciare raffreddare. 
Ottimo!!

sabato 21 dicembre 2019

Pane nel mondo: Viennese Christmas Bread (Pane di Natale Viennese)


Ogni anno a dicembre, insieme a Cuochina, Anna e Ornella, nella nostra bellissima cucina aperta, si sfornano deliziose ricette natalizie.

Quest'anno si voleva assaggiare qualcosa di diverso dai soliti pani e dolci a cui siamo abituati a preparare. In tema con la nostra rubrica Quanti modi di panificare nel mondo, la Cuochina ha scovato non una, ma ben due ricette di Natale molto interessanti. Non riuscivamo a scegliere..se si assaggiano tutte e due si capisce perché non abbiamo potuto preferire una ricetta all'altra! 
Così ecco la prima, profumata, irresistibile, deliziosa treccia:  Viennese Christmas Bread (Pane di Natale Viennese)


  Viennese Christmas Bread (Pane di Natale Viennese)

Ingredienti
  • 30 g di mirtilli rossi secchi
  • 20 ml di rum
  • lievitino
  • 4 g di lievito secco attivo
  • 50 g di acqua tiepida
  • 4 g di zenzero in polvere
  • 5 g di zucchero
Impasto
  • 50 ml di latte intero tiepido
  • 50 ml di succo d'arancia tiepido
  • 50 g di zucchero
  • 1 cucchiaino essenza di vaniglia
  • 1 tuorlo d'uovo a temperatura ambiente, sbattuto
  • 25 g di arancia candita frullata
  • 300 g di farina debole
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/4 di cucchiaino di noce moscata
  • 1/2 cucchiaino di cardamomo in polvere
  • 60 g di burro morbido non salato
Per spennellare
  • 1/2 tuorlo d'uovo
  • 1 cucchiaio di acqua
Glassa
  • 30 g di zucchero a velo
  • alcune gocce di essenza di vaniglia
  • 2-3 cucchiaini di panna da montare
Guarnizione
  • 20 g mandorle tritate
Preparazione
Aggiungere il rum ai mirtilli rossi, coprire con pellicola trasparente e scaldare nel microonde per circa 20 secondi. Mettere da parte.
Lievitino: al lievito secco unire l'acqua, lo zenzero, lo zucchero, mescolare e mettere da parte per 15-20 minuti circa, deve raddoppiare.

Nella ciotola della planetaria unire il latte, il succo d'arancia, lo zucchero, la vaniglia, il tuorlo, l'arancia candita frullata, i mirtilli rossi con il rum, il lievitino e mescolare.
In un contenitore mescolare 50 g di farina, il sale, la noce moscata, il cardamomo, il burro fuso ed aggiungerli alla miscela col lievitino. Quindi aggiungere la farina rimanente e, sempre mescolando, formare un impasto morbido e facile da maneggiare. Sarà appiccicoso ma non si dovrebbe attaccare alle dita.
Impastare per 10-20 minuti circa a bassa velocità. L'impasto dovrebbe essere elastico ma sarà comunque leggermente appiccicoso al tatto.
Spostarlo in una ciotola appena unta, capovolgerlo per ungere la parte superiore dell'impasto e coprire con pellicola per alimenti ed un canovaccio pulito. Mettere a lievitare, in un luogo riparato da spifferi, per circa 3 ore, se necessario coprire anche con una copertina di pile, deve raddoppiare.
Trasferirlo sul piano lavoro infarinato leggermente e degassarlo, quindi fare una piega a libro, coprire e lasciare riposare per 5 minuti circa. Dividere l'impasto in 9 pezzi uguali (70 g circa) per formare la treccia. Allungare ciascun pezzo di impasto ad una lunghezza di circa 20 cm.

Iniziare ad intrecciare con quattro capi - è più facile se si inizia ad intrecciarli dal centro e si continua nella stessa direzione, poi si riprende dal centro e si continua nell’altra direzione. Vedere le foto della Cuochina

Proseguire con la treccia a tre capi: - è più facile se si inizia ad intrecciarli dal centro e si continua nella stessa direzione, poi si riprende dal centro e si continua nell’altra direzione.
Prendere i tre capi successivi e intrecciali, iniziando dal centro e continuare nella stessa direzione, poi riprendere dal centro e continuare nell’altra direzione. Ma si può intrecciare anche nel modo più consono.
Posizionare la treccia a tre capi sopra la treccia a quattro capi e premere delicatamente. Ora, fare un altro incavo nel mezzo della seconda treccia.
Prendere i restanti due capi ed attorcigliarli l'uno attorno all'altro. Posizionare quest'ultima treccia sopra la treccia a tre e premere delicatamente.
Portare le due estremità dell'ultima treccia sotto la base a destra ed a sinistra della pagnotta.
(Dato che durante la lievitazione le trecce tendono a spostarsi, sarebbe opportuno infilzare in alcuni punti le tre trecce con degli stecchini di legno per bloccarle, da togliere appena possibile).

Seconda lievitazione
Coprire la pagnotta con un canovaccio pulito. Lasciar lievitare in un luogo riparato da spifferi, per 3-4 ore, deve raddoppiare.
Cottura del pane
Preriscaldare il forno a 180°C.
Mentre il forno si preriscalda, spennellare la pagnotta con il mezzo tuorlo d'uovo misto all’acqua.
Diminuire la temperatura a 170°C e cuocere per 35~40 minuti, o fino a quando la pagnotta diventa dorata come una brioche (attenzione a non farla scurire). Trasferire su una griglia a raffreddare.

Glassa
Con una piccola frusta sbattere insieme lo zucchero a velo, la panna da montare e l'essenza di vaniglia per ottenere una glassa liscia e che coli.
Distribuire la glassa sulla parte superiore del pane ed a zig zag sui fianchi, mentre è ancora caldo, quindi cospargere la frutta secca tritata.

 Buon Natale a tutti!

domenica 8 dicembre 2019

Quanti modi di fare e rifare: Strati di mele speziate (Krydra bondepiker)


La vita è un continuo sali e scendi per le scale...diceva sempre mia madre.
Un susseguirsi di cambiamenti a cui dobbiamo adattarci cercando di trovare il meglio, il positivo in ogni situazione. 
Ci sono cose, persone o abitudini a cui siamo molto affezionati ed è più difficile rinunciare a loro.

Con questa ultima ricetta del menù 2019 della Cuochina, termina anche il nostro appuntamento mensile con le ricette rifatte. 
Dal 2011 "spignattiamo" in compagnia con tante amiche ed è tempo di chiudere questa bellissima parentesi culinaria, con un po' di tristezza certo ma la Cuochina, Anna e Ornella non si fermerà di certo! 
Continuerà la bellissima iniziativa del pane nel mondo e altre che ancora sono in bozza nella nostra testolina super attiva! Un grazie, veramente di cuore a tutti quelli che hanno "viaggiato" con noi tra i sapori di tutto il mondo" donandoci, amicizia, condivisione, allegria e tantissime preziose ricette che sono disponibili in pdf a richiesta.

Oggi siamo in Norvegia, per preparare tutte insieme per Quanti modi di fare e rifare

Strati di mele speziate (Krydra bondepiker). Io ho usato, al posto delle mele, il mango, un frutto che mi piace moltissimo. Ecco la mia versione

Ingredienti per 2 persone
  • 1/2 mango, non troppo grande, sbucciato
  • 3 cucchiai di zucchero
  • acqua q.b.
  • 1 anice stellato
  • 1 cucchiaio di burro
  • 2 cucchiai di pane grattugiato
  • 1 cucchiaio di biscotti pepperkaker sbriciolati
  • alcune mandorle tostate e tritate
  • 1,5 dl di panna fresca
Sbucciare il mango, tagliarlo a dadini, metterlo in una casseruola con 2 cucchiai di zucchero, l'anice e acqua fino a coprirlo. Cuocerlo fintano che diventa tenero e cremoso. Lasciare raffreddare.
In una padella, far sciogliere il burro insieme allo zucchero rimasto. Aggiungere il pane grattugiato, i biscotti e le mandorle e lasciare soffriggere bene.
Togliere dal fuoco e far raffreddare.
Montare le panna.
In un bicchiere o una coppetta, alternare strati di panna, mango cotto e pane grattugiato con il biscotto e le mandorle. Servire subito.

Ricordo che
da sfogliare, oppure da richiedere (vedere qui
e che ci possiamo incontrare su Facebook
e su twitter
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...