lunedì 22 marzo 2021

Cornetti soffici


Sono abituata con licoli per realizzare i miei lievitati, sia dolci che salati, ma capita alle volte che io usi il lievito di birra. Se ho urgenza di preparare qualcosa di veloce è molto comodo. Questa ricetta l'ho fatta spesso in questi ultimi tempi per la colazione del mattino, molto facile, veloce e molto buona.

L'ultima volta ho voluto prepararla con licoli e sono molto soddisfatta del risultato, e non solo io..


Ingredienti
Per l'impasto

475 g farina di forza
80 g zucchero
2 uova
70 g burro
150 g lievito naturale in coltura liquida, rinfrescato almeno due volte
82 g acqua
123 g latte intero
5 g sale
aroma vaniglia
per la sfogliatura
50 g burro morbido
50 g zucchero
scorza grattugiata di un limone bio
per rifinire
uovo e latte per spennellare

Mettere nella ciotola della planetaria licoli, l'acqua ed il latte, le uova, lo zucchero. Sbattere un po' e poi aggiungere la farina. Avviare e impastare finché non è incordato. Unire il sale e un pezzo alla volta il  burro, fare incordare. Mettere l'impasto sopra la spianatoia fare una leggera pirlatura e trasferirlo in una ciotola leggermente imburrata. Coprire e lasciare lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio. Purtroppo ero indaffarata con altre cose urgenti e non ho potuto scattare tutte le foto, le inserirò la prossima volta che li fa. A lievitazione avvenuta rimettere l'impasto sopra la spianatoia leggermente infarinata


e dividerlo in 8 pezzi di egual peso.


Coprire e lasciare riposare per 20 minuti. Nel frattempo grattugiare la buccia di limone ed aggiungerla al burro morbido e allo zucchero mescolando. Stendere il primo panetto a sfoglia rotonda il più sottile possibile. Spennellare la sfoglia con il burro. Stendere la seconda sfoglia e sistemarla sopra la prima. Spennellare con il burro e stendere la terza e così via fino all'ultima che non deve essere spennellata. Delicatamente per non far uscire il burro dalle sfoglie, stendere con il matterello fino ad ottenere una grande sfoglia rotonda dello spessore di circa un cm. Tagliare 20 spicchi. Ad ogni spicchio fafre un taglietto al centro della parte più larga. Arrotolare e formare i cornetti. 
 
Coprire e lasciare lievitare al caldo fino al raddoppio. 
 

Spennellare con un po' di uovo sbattuto e un po' di latte. Infornare a forno preriscaldato a 180°C per circa 20-25 minuti

Note: Ricetta elaborata da questo sito, che non è molto chiaro perchè non riporta le dosi del burro e dello zucchero occorrenti per la sfogliatura, così ho fatto a modo mio




martedì 16 marzo 2021

St. Patrick's Day: Irish Soda Scones


Un'altra semplice ricetta ma molto gustosa per il giorno di San Patrizio che si festeggia il 17 marzo in Irlanda. Grazie alla nostra instancabile Cuochina e alle care amiche Anna e Nadia che hanno preparato dei bellissimi lievitati per l'occasione, ho scoperto la bontà del pane con il bicarbonato di sodio.
Non lo lascio più, tra un lievitato e l'altro, con licoli o lievito di birra, sicuramente lo userò spesso. Ho fatto circa metà dose della ricetta originale elaborata da questo sito.

Ingredienti:
280 farina per tutti gli usi
210 ml di latticello
mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
mezzo cucchiaino di sale
1 cucchiaio di zucchero
60 g di uvetta

Preriscaldare il forno a 210°C.
In una ciotola mescolare insieme tutti gli ingredienti secchi, compresa l'uvetta. Unire il latticello un po' alla volta (potrebbe essere in eccesso, dipende dalla capacità di assorbimento della farina) e mescolare. L'impasto non deve essere duro ma nemmeno appiccicoso.Trasferire sulla spianatoia infarinata e stendere l'impasto con le mani dello spessore di circa due cm. Con un coppapasta, io ho usato quello a forma di cuore, ricavare circa 8 pezzi e metterli sopra la placca ricoperta da carta forno. 


A piacere, spennellare gli scones con uovo sbattuto e un po' di latte e infornare per circa 20 minuti. Si accompagnano con burro e confettura, la mia di mirtilli raccolti l'autunno scorso nei boschi norvegesi 😍







venerdì 12 marzo 2021

St. Patrick's Day: Grandma’s Irish Soda Bread

Dopo tantissimo tempo ritorno finalmente a pubblicare qualcosa in questo spazio che mi è molto caro ma che purtroppo ultimamente sono stata costretta a lasciare in un cantuccio, abbandonato.
La Cuochina mi ha invogliato, mi ha dato lo starter per ricominciare, con i suoi bellissimi pani per San Patrick's Day, patrono dell'Irlanda, che si celebra il 17 marzo, quindi fra pochi giorni. Ho cercato in rete e ho trovato questa ricetta e devo ammettere che , anche se il bicarbonato non mi piace molto, il sapore del pane è ottimo, sembra un dolce soffice, soffice dentro e con la crosta croccante. Veramente eccellente.

Ingredienti
420 ml latticello***
1 uovo grande
515 farina per tutti gli usi +altra  se occorre e per la spianatoia
38 g di zucchero
1 cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino da tè di sale
70 g di burro freddo da frigo
150 g uvetta sultanina

*** Ho fatto il latticello, come ci consiglia la nostra Cuochina, mescolando 440 ml di latte intero fresco con 60 g di succo di limone. Ho lasciato riposare in frigo per 30 minuti. Ne ho avanzato un po' che userò oggi.

Accendere il forno a 200°C.
In una ciotola versare la farina, il sale, lo zucchero, il bicarbonato

ed il burro freddo a piccoli pezzi. Sfrigolare con le mani fino ad ottenere un composto granuloso. Aggiungere l'uvetta

Unire l'uovo al latticello e mescolare, aggiungere il tutto al composto di farina e mescolare con un cucchiaio di legno per pochi minuti.
Infarinare abbondantemente la spianatoia e trasferire l'impasto. Impastare velocemente, con l'aiuto della farina, poi formare una pagnotta e sistemarla sopra la placca ricoperta con carta forno. Incidere una croce al centro.
Infornare per circa 45 minuti. Lasciare intiepidire prima di tagliare



Note: Secondo l'autrice della ricetta, il latticello è essenziale per il gusto  e per la lievitazione del pane. L'uovo si può omettere ma rende più ricco l'impasto.Il burro dovrà essere molto freddo, più freddo è e meno l'impasto sarà appiccicoso. L'impasto dovrà essere lavorato poco. Io non ho aggiunto molta farina anche se ne richiedeva molta di più, ma ho cercato di raccogliere a palla aiutandomi con la spatola apposita, che io chiamo, non so se erroneamente o no, tarocco.