sabato 17 marzo 2018

Panna cotta al latte di cocco e tè matcha

Continua la "saga" del latte di cocco :-)
Mi piace molto la panna cotta, sia preparata nel modo tradizionale, sia con altre varianti. Con il té matcha è stata una deliziosa sorpresa!
La ricetta è presa da questa, fatta qualche tempo fa, con la differenza che non ho aggiunto panna ma solo latte di cocco.

Ingredienti per 4 porzioni
  • 400 ml latte di cocco
  • 70 g di zucchero
  • 2 g di agar agar
  • mezzo baccello di vaniglia
  • 1 cucchiaio di té matcha
In una casseruola mettere sul fuoco medio il latte di cocco con lo zucchero ed i semini della vaniglia. Quando è tiepido prenderne un po' e sciogliere bene, in una tazza, il tè matcha e l'agar agar, non devono esserci grumi. Aggiungerlo al latte e, sempre mescolando, farlo arrivare quasi a bollitura. Togliere dal fuoco e versare nei bicchieri bagnati con acqua fredda, per facilitarne l'uscita una volta che la panna cotta è fredda. Servire con una spolverata di té matcha o altro a piacere.

domenica 11 marzo 2018

Quanti modi di fare e rifare: Ris cun la terdura

Terzo appuntamento con la buona cucina italiana della nostra amata Cuochina!
Oggi, per Quanti modi di fare e rifare


con la Cuochina, Anna e Ornella e tutte le meravigliose amiche che spignattano ogni mese con noi, siamo a Reggio Emilia, per una deliziosa ricetta pasquale preparata e chiamata in vari modi: Ris cun la terdura o Minestra del Paradiso oppure Minestrino di Pasqua.
Io ho scelto Ris cun la terdura, ma, al posto del riso, ho usato l'orzo perlato.

Ingredienti per 2 persone
  • 1 uovo intero
  • 3 cucchiaiate di parmigiano  grattugiato
  • 75 g di orzo perlato
  • 600 ml di buon brodo di carne
  • noce moscata, sale
  • qualche goccia di limone 

Lavare bene l'orzo sotto l'acqua corrente. Scolarlo e metterlo a bollire nel brodo di carne bollente (sulla confezione dell'orzo riportava 20 minuti di cottura, io l'ho fatto cuocere un po' di più, aggiungendo del brodo). Salare se è necessario. In una zuppiera sbattere insieme l'uovo, il parmigiano, la noce moscata e qualche goccia di limone. Perché ho usato il limone? Questa preparazione mi ricorda tanto una minestra che faceva mia suocera in Grecia e che io adoravo, con avgolemono, cioè uova e limone. Quando l'orzo, oppure il riso è cotto, versarlo immediatamente nella zuppiera e mescolare. Servire calda. Buonissima!!

Dove saremo il prossimo mese, cioè l'8 aprile alle ore 9:00? In Campania a gustarci degli ottimi Spaghetti alla puttanesca, vi aspettiamo!!
QUI 
ULTIMI INSERITI!! per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2017
per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2016
per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2015
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2014
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2013
la prima e seconda parte del pdf anno 2012
ed il pdf intero delle ricette anno 2011

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...