domenica 21 maggio 2017

Maultaschen con ripieno di rape rosse

I Maultaschen sono un tipo di pasta ripiena tipica della Svevia, in Germania.  Una ricetta che non conoscevo ma che rifarò spesso perché le rape rosse mi piacciono troppo! Si possono farcire con vari ripieni ma, come prima volta, ho seguito le indicazioni di questo sito elaborandola un po' secondo il mio gusto. 
Ho notato, tra i molteplici siti in internet che riportano la ricetta, che si possono fare anche di varie forme. Io, non avendoli mai assaggiati, né visti di persona, li ho preparati così, un po' allungati.

Ingredienti  per 6 persone (circa 24 ravioli)
per la pasta:
  • 125 g di farina
  • 125 semola di grano duro
  • 2 uova
  • sale
  • acqua tiepida q.b.
per il ripieno:
  • 3 rape rosse crude
  • 1 cipolla
  • parmigiano grattugiato
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
per condire:
  • burro
  • semi di papavero
  • parmigiano grattugiato 
Preparare la pasta mescolando gli ingredienti ed aggiungendo acqua tiepida fino ad ottenere un giusto impasto; né troppo duro, né troppo morbido. Impastare a lungo, (anche con la planetaria) finché non risulterà bello liscio. Coprire con una ciotola e lasciare riposare per mezz'ora.
In una padella, rosolare la cipolla tritata con qualche cucchiaio di olio. Aggiungere le rape rosse tritate. Io ho preferito tritarle crude,(attenzione agli schizzi!!) ma la ricetta originale le prevede cotte. 
Mescolare frequentemente, abbassare la fiamma e lasciare cuocere al minimo, col coperchio) per circa un'ora. Aggiungere acqua se si asciuga troppo. Unire qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato, sale e pepe macinato fresco. Mescolare per amalgamare bene il tutto e lasciare raffreddare.
Tirare la sfoglia la pasta, tagliare dei quadrati di circa 5-6 cm di lato, farcirli e chiuderli, pressando un po' con le mani e poi con i lembi della forchetta per sigillarli. 
Tuffarli nell'acqua bollente salata e cuocerli, per circa 10 minuti. Scolarli e condirli con burro fuso, parmigiano e spolverarli di semi di papavero.

Fantastici...a chi piace la rapa rossa, s'intende :-)


  

domenica 14 maggio 2017

Quanti modi di fare e rifare: Tranci di pesce alla romagnola

Ed eccoci arrivati a Maggio! Il mese dei fiori, in particolare delle profumate ed eleganti rose..Ed oggi si festeggiano tutte le mamme, auguri!!
Ormai la primavera è nel pieno del suo fulgore!  Tranne qui! Ha nevicato abbondantemente lunedì e martedì scorso e le temperature, durante la notte, scendono ancora sotto lo zero..A dire il vero sono stufa di freddo!!!
Riscaldiamoci con la bellissima pietanza che ci consiglia la nostra Cuochina, Anna e Ornella per Quanti modi di fare e rifare!
La ricetta di oggi è: Tranci di pesce alla romagnola, facile da fare e gustosissima!

Ingredienti per 2 persone
  • 2 fette di pesce (io merluzzo fresco)
  • farina qb
  • 1 tuorlo d’uovo sodo
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • succo di 1/2 limone
  • prezzemolo
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale, pepe
Lavare e asciugare le fette di pesce, salarle e peparle, infarinarle 

e soffriggerle nell’olio. Appena cotte da entrambi i lati, togliere l’unto in eccesso appoggiandole su carta assorbente da cucina. Disporle in una teglia antiaderente appena unta, cospargere sulla superficie dei pesci i tuorli sminuzzati con la forchetta

e amalgamati con il pangrattato, il prezzemolo tritato, sale e pepe
ed irrorarli con un filo d'olio. 

Passare il pesce in forno preriscaldato a 200°C per 10 minuti circa.
Prima di servire, spremerci sopra il succo del limone. Cosa ne ho fatto dell'albume sodo? L'ho aggiunto all'insalata!

Dove ci porterà la nostra Cuochina il prossimo mese? In un piccolo paesino di montagna del Veneto, circondato dalle meravigliose Piccole Dolomiti, per fare insieme un piatto tipico di quelle zone: Gnochi con la fioreta, vi aspettiamo numerosi!
Nel blog di "Quanti modi di fare e rifare" e nella pagina di Facebook della Cuochina si possono visualizzare tutte le versioni proposte oggi e tanto altro!  QUI per scoprire il menù 2017!

QUI 
ULTIMI INSERITI!! per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2016
per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2015
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2014
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2013
la prima e seconda parte del pdf anno 2012
ed il pdf intero delle ricette anno 2011

venerdì 5 maggio 2017

Panna cotta con latte di cocco

Ultimamente mi sono un po' fissata col latte di cocco e sto provando a fare tante ricette sia dolci che salate. 
La panna cotta ci piace molto, e abbinata al cocco (a chi lo gradisce ovviamente) diventa ancora più buona! 

Dosi per circa 8 porzioni
  • 400 ml latte di cocco
  • 300 ml panna
  • 120 g di zucchero
  • mezzo baccello di vaniglia
  • 4 g di agar agar ***
  • cocco disidratato

*** Ho usato agar agar arrivato dal Giappone e sulla bustina riportava 4 g per 500 ml. E' bastato per addensare 700 ml di liquido ma penso che potevo usarne anche meno perché il latte di cocco, a raffreddamento, ho l'impressione che si solidifichi nuovamente. Riproverò!

Mettere il latte di cocco e la panna in una casseruola sul fuoco insieme allo zucchero, ai semi di mezzo baccello di vaniglia (aggiungere anche il baccello e toglierlo una volta pronta la panna cotta).
Mescolare finché non arriva quasi al bollore. Togliere dal fuoco e versare negli stampini appositi bagnati con un po' di acqua. Io ho usato dei semplici bicchieri.
Spolverare lievemente la superficie con del cocco disidratato, aspettare che siano tiepidi, quindi mettere tutto in frigo per almeno quattro ore. Disporli nei piattini e guarnirli con la salsa a piacere.
Io ho usato, nella prima foto, mirtilli, zucchero e fragoline di bosco. Le dosi erano pressapoco 200 di mirtilli, 100 di zucchero e una manciata di fragoline di bosco. Cuocere per qualche minuto, finché la salsa non diventa un po' sciropposa, lasciare raffreddare e guarnire.

Mentre in questo sotto ho usato un piccoli mango tagliato a cubetti e cotto con zucchero e cannella.
Entrambe ottime versioni!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails