domenica 28 giugno 2015

Intrecci bicolori con l'impasto base nr. 13 della Cuochina


La nostra beneamata Cuochina non conosce vacanze e ci invoglia sempre a mettere le mani in pasta! In questi giorni ha scelto un nuovo impasto base: il nr.13..a proposito non sono uno meglio dell'altro gli impasti base
Consiglio veramente di provarli, sono versatili, ottimi e soprattutto testati! Sì perchè per ogni impasto viene provato da più di una  panificatrice :-) Basta sbirciare nella màdia della Cuochina per rendersene conto!
Comunqe questa volta è toccato alla mia proposta, ed io ringrazio di cuore la Cuochina per questo! E' un impasto molto soffice, non molto dolce, un classico boller norvegese!

Ingredienti per 6-9 intrecci:

  • 400 g di farina di forza
  • 200 g di licolfico bello attivo
  • 1 cucchiaino di estratto di malto (omesso)
  • 160 g di acqua ( sostituita con latte di cocco)
  • 75 g di burro
  • 75 g di zucchero
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • sale un cucchiaino
ho aggiunto aroma vaniglia

per la glassa:
  • latte
  • zucchero a velo (omesso)
  • qualche goccia di rhum

Ho riscaldato il latte di cocco e vi ho sciolto il burro, poi ho lasciato intiepidire.
Nella ciotola della planetaria ho inserito il licoli (rinfrescato almeno 3 volte) e il latte con il burro. Ho avviato per sciogliere e amalgamare il tutto. Ho setacciato la farina e l'ho aggiunta allo zucchero. 
Ho lasciato impastare per 10 minuti buoni poi ho fermato la planetaria, ho coperto l'impasto e lasciato riposare per mezz'ora (autolisi). Trascorso questo tempo ho aggiunto il sale e fatto impastare per altri 10-15 minuti. Quindi ho tolto dalla planetaria 3/4 dell'impasto e a quello rimanente ho aggiunto il cacao. Ho lasciato che s'incorporasse bene. 
Dopodiché ho messo gli impasti a lievitare coperti in due ciotole separate. Ho lasciato lievitare fino a più del raddoppio. 
Ho tagliato entrambi gli impasti in 6 pezzi (ovviamente quelli al cacao erano più piccoli) e formato dei cordoncini che ho intrecciato. 
Ho messo a lievitare coperti per un paio d'ore. Ho spennellato con il latte di cocco e infornato a forno preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti.
Sono sofficissimi..


domenica 14 giugno 2015

Quanti modi di fare e rifare: Patties di merluzzo

E anche Giugno è arrivato! L'estate si inizia a percepire anche qui in Scandinavia finalmente!! Una settimana fa indossavamo ancora giubbotti e maglie invernali ma da qualche giorno il sole ci regala giornate fantastiche!
La nostra Cuochina oggi 
ci accompagnia tutti nelle zone di Venezia, dalla nostra cara Fabiana per preparare un piatto golosissimo: le patties di merluzzo!
Grazie mille cara Fabiana per la bellissima, gustosa e sana ricetta!


Ingredienti
  • 200 g di pane in cassetta
  • 2 uova grandi
  • 2 cucchiaini di aneto essiccato ( io ho sostituito con timo limone)
  • 2 cucchiaini di mentuccia essiccata ( io menta fresca)
  • 700 g di filetto di merluzzo fresco, spinato ( io surgelato)
  • pangrattato
  • sale
  •  olio extravergine d'oliva al timo e aglio
  • Salsa allo yogurt e aneto (ho optato per semplice panna acida)
Procedimento:
Il giorno prima ho preparato l'olio extravergine di oliva al timo mettendo in un vasetto g 140 di olio extravergine di oliva, due cucchiai colmi di timo tritato finemente e uno spicchio d'aglio schiacciato. Ho tappato il vasetto agitandolo. Ho lasciato riposare tutta la notte al buio.
I giorno seguente ho tritato il pane in cassetta fino a ridurlo in briciole, alle quali poi ho aggiunto timo e menta freschi tritati. Con la mani ho sfregolato le briciole e le erbe aromatiche e ho versato il tutto in una capiente terrina.
Ho scongelato i filetti di merluzzo, li ho tritati e li ho aggiunti alle briciole di pane.
Poi  ho unito le uova ed il sale e ho mescolato il tutto. Ho ricoperto la leccarda da forno con un foglio di carta da forno.
Ho preriscaldato il forno a 200°C
In un piatto ho versato del pangrattato e con le mani inumidite di acqua fredda, ho fatto delle piccole palline che ho schiacciato e passate nel pangrattatto.
Man mano che formavo le patties, le ho sistemate sopra la leccarda, ricoperta di carta da forno.
Ho riempito a metà una tazzina da caffè con l'olio extravergine di oliva al timo.
Ho pennellato l'olio sulla superficie delle patties e ho poi infornato in forno caldo, per 20-25 minuti circa (dipende dalla grandezza).
Dopo 10 minuti abbondanti, ho aperto il forno e ho voltato le patties dall'altro lato. Le ho spennellate nuovamente, sempre con l'olio al timo, e lasciate cuocere fino a perfetta doratura.

Ho servito con insalata, pomodori e panna acida.
In luglio, ultimo appuntamento prima delle ferie estive, siamo tutti invitati in Germania dalla cara Francesca per preparare i mitici sofficini!!
Vi spettiamo numerosi!

Nel blog di "Quanti modi di fare e rifare" e nella pagina di Facebook della Cuochina si possono visualizzare tutte le versioni proposte oggi e tanto altro! QUI per il menù 2015!
QUI
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2013,
la prima e seconda parte del pdf anno 2012,
ed il pdf intero delle ricette anno 2011

domenica 17 maggio 2015

Quiche di asparagi e panna acida


La ricetta base è dell'anno scorso, preparata insieme per quanti modi di fare e rifare. L'ho modificata usando una squisita e meravigliosa verdura di stagione: gli asparagi.

Per la pasta briseè
  • 200 g farina
  • 90 g di burro
  • 50 g di acqua fredda
  • 5 g sale
Per il ripieno
  • 100 g di panna acida
  • 1 uovo intero 
  • 50 g di parmigiano
  • 150 g di asparagi verdi + 5 asparagi
  • 1 cucchiaio di cipolla tritata
  • olio extravergine di oliva
  • sale 
  • pepe
  • timo limone fresco
Ho, per iniziare, messo la farina in una capiente terrina. Ho aggiunto il burro appena tolto dal frigo e, sfrigolando con le mani, ho creato delle piccole briciole. Ho unito il sale e l'acqua molto fredda. Ho impastato velocemente, coperto con la pellicola e messo in frigo.
Nel frattempo ho pelato gli asparagi, gli ho tagliati a tocchetti. Ho fatto rosolare la cipolla con un po' di olio, ho aggiunto gli asparagi e fatti cuocere per alcuni minuti. Tolti dal fuoco, li ho lasciati raffreddare. 
A questo punto ho mescolato la panna acida con l'uovo ed il parmigiano grattugiato, sale pepe e gli asparagi. Ho steso col matterello una sfoglia di circa un cm e l'ho sistemata, ripiegando i bordi verso l'interno, nello stampo rettangolare oliato. Ho  versato il ripieno,


disposto sopra gli asparagi interi precedentemente sbollentati...
 Ho infornato per circa 40 minuti a 180°C






LinkWithin

Related Posts with Thumbnails