venerdì 17 dicembre 2010

Tagliolini e...continua nel post!


.....con frattaglie di pollo, radicchio rosso di Chioggia, noci, profumati al mandarancio.. su una ghirlanda di pasta fillo al cioccolato fondente...e basta!!
Natale sta arrivando! Manca davvero poco. Vorrei poterlo trascorrere nel modo che speravo ma non è possibile! Il detto: "volere è potere" non è sempre valido...
Vi piacciono fegatini e durelli di pollo? Io li ho sempre lasciati dov'erano.. ma ultimamente li ho riscoperti e devo ammettere che non sono poi così male, anzi!! Dalle parti del mio paesello veneto, il giorno di Natale, si usa mangiare la minestra con il brodo di cappone e tortellini, oppure tagliolini con le frattaglie di pollo cotte nel burro e salvia. Io ho pensato di fare la versione asciutta con la pasta fresca e di proporvela, perché l'ho trovata davvero ottima!!
L'ho abbellita ed arricchita con ghirlande di pasta fillo al cioccolato fondente ma si può benissimo servire solo la pasta!

Ingredienti per 6 persone: 

600 gr di frattaglie di pollo (400 gr tra fegatini e cuore e 200 gr di durelli)
2 cipolle rosse non troppo grandi
alcune foglioline di salvia
olio extravergine di oliva
un po' di burro
1 tazza di acqua bollente
1 cespo di radicchio di Chioggia (circa 200 gr)
buccia di mandaranci bio
10-12 noci
sale e pepe
parmigiano grattugiato

½ kg di tagliolini (i miei sono fatti in casa)

per la pasta fillo al cioccolato:

200 gr di farina 11,7% di proteine
100 gr di acqua
50 gr di cioccolato fondente
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva


Per prima cosa la sera prima si prepara l'impasto per la pasta fillo, la ricetta la trovate qui. E' diversa solamente per questo procedimento: sciogliere il cioccolato a bagnomaria quindi versare l'acqua, mescolare per sciogliere il cioccolato e mettere nella farina. Poi continuare come da ricetta.

Tritare la cipolla e lasciarla stufare a fuoco basso con ½ tazza di olio e un cucchiaio di burro. Pulire e lavare molto bene i durelli e i fegatini. Tagliarli a piccoli pezzi, aggiungerli alla cipolla e farli rosolare. Mettere la salvia, sale, pepe e l'acqua bollente. Far cuocere a fuoco basso per circa un'ora o finché i durelli non saranno teneri ma non asciutti completamente.
In una padella antiaderente con un filo d'olio far cuocere il radicchio tagliato finemente. Salare e quando è pronto versarlo nella pentola dei fegatini e mescolare.
Qui mi fermo e vi spiego; avevo intenzione di creare delle ciotoline di pasta fillo per contenere la pasta ma dopo averla cotta in forno non sono più riuscita a toglierla dalla ciotola che avevo usato come stampo! E sì che l'avevo anche imburrata! Forse il sistema è un altro per evitare che si attacchi!
Accetto consigli!
Allora ho ripiegato su ghirlande natalizie! Con lo stesso procedimento che trovate qui, ma spennellate di burro fuso, quindi fatte cuocere in forno per 15-20 minuti a 200°.

Cuocere in abbondante acqua salata i tagliolini, scolarli e condirli con metà del sugo ed il parmigiano. Deporre la pasta al centro della ghirlanda,  distribuire il resto del sugo, cospargere di noci tritate grossolanamente e la buccia arancione dei mandaranci tagliata sottilissima con un coltello.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Antonella



Scusate se sono lenta a passare dalle vostre stupende cucine, ma nella famiglia, ancora per qualche giorno, ci sono lavori in corso: "biscotti e dolci natalizi" per tutti i parenti! Questa tradizione-condivisione è stupenda ma m'impegna moltissimo! Perciò ho programmato alcuni post!
Un abbraccio!!


29 commenti:

  1. Ma che bellissimo piatto e che presentazione!! tutto bellissimo e di lusso!
    complimenti bellissimo e soprattutto buonissimo!!
    Un bacione Anna

    RispondiElimina
  2. Che piatto raffinato davvero ottimo e che bella presentazione complimenti!!!Un bacione a presto!!!

    RispondiElimina
  3. In primis bellissima presentazione, e la ricetta ha un suo perchè, spero che il tuo Natale sia comunque sereno e allegro.
    Un abbraccio.
    Ps: ultimamente non riesco più a seguirti, mi farò una full immersion dopo Natale!

    RispondiElimina
  4. E' un piatto bello invitante e con questi colori così intensamente autunnali:)) mi piace...
    Buona giornata
    Barbaraxx

    RispondiElimina
  5. Ciao tesoro,
    mi dispiace che non passerai il Natale come speravi, ma comunque vada con questo piattino succulento sono sicura che sarà un successone!
    Bravissima!
    Un bacio grande

    RispondiElimina
  6. Mi dispiace per il cambio di programma natalizio tesoro, ma mai perdere le speranze e magari l’anno porssimo sarà la volta buona :)
    La presentazione di questo primo con la ghirlanda di pasta è davvero molto chic e ha dei colori così belli che scaldano il cuore. I fegatini non mi piacciono, invece i durelli e il cuore li rubacchiavo sempre dalla teglia quando la mia mamy faceva il pollo arrosto ^__^ La pasta phillo al cioccolato mi incuriosisce da morire. Un abbraccione, buon we

    RispondiElimina
  7. Cara Ornella questo piatto è veramente stupendo, non amo fegatini e & co. ma è così bello che lo assaggerei comunque!! Un bacione

    RispondiElimina
  8. si presenta davvero bene! mi piace molto anche il tuo albero di Natale, mi spiace il cambio programma, un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ornella che piatto Festoso!!!! è proprio il caso di dirlo, davvero bello e buono, anche io come te i fegatini non li amo alla follia ma questa ricetta è davvero accattivante! buon biscottamento! baci Ely

    RispondiElimina
  10. Un primo piatto che è più un piatto unico! ricchissimo di verdure, carne, spezie e profumi..ed il tocco del fiocco fà molto chic!
    baci baci

    RispondiElimina
  11. che piatto godurioso!!! E che eleganza!!! Consolati, non sei l'unica a non fare quello che avresti voluto. Mio figlio ha la varicella, pensa un po' ;)

    RispondiElimina
  12. Qué receta de lujo!! Es una maravilla...El moño me dejó sin palabras...Te felicito!! Besos!!

    RispondiElimina
  13. Ornella, ma questa ricetta è veramente fantastica! Anche se non amo i fegatini, ma ti assicuro la proverei volentieri.. è così raffinata che su ogni tavola farebbe un figurone!! Bravissima, bravissima
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. presentazione degna di un pranzo di natale, bello e buono, complimenti per l'albero.

    RispondiElimina
  15. DAvvero una presentazione da alta cucina...ma quanto sei brava!!!

    Spero comunque che il tuo NAtale sia bellissimo...anyway...baci, Flavia

    RispondiElimina
  16. E' una meraviglia, Ornella!! Riassume sul serio sapori, colori e quel pizzico di entusiasmo, che profuma l'aria... Mi ritroverai a sbirciare qui, più di quanto immagini... :)

    RispondiElimina
  17. Ornella, ma che bellissima presentazione! Veramente una bella idea per Natale :-) Anch'io non mangio fegato & co., ma potrei preparare la ricetta con bocconcini di pollo...
    Il mio picolo consiglio per riuscire a sformare la fillo dal contenitore, è di rivestirlo prima con carta forno bagnata e strizzata molto bene. così non dovresti avere problemi :-9
    Bacioni e buona serata

    RispondiElimina
  18. Ornella che presentasione sontuosa!!E' un piatto bellissimo e l'idea della ghirlanda di pasta fillo è fantastica!!Sono senza parole,bravissima tesò!!
    Spero che le tue feste siano bellissime anche se non come speravi..un baciotto!!

    RispondiElimina
  19. Ornella mia che mi fai vedere!
    L'unico motivo per cui aspetto il Natale è per mangiarmi il risotto di fegatini che mi piace da impazzire :D
    La versione con i tagliolini non la conosco proprio ma secondo te non la provo? E certo che la provo..e pure prestissimo.
    Un bacione

    RispondiElimina
  20. Ornella è un piatto dall'aspetto scenografico...è bello ben presentato e sicuramente ottimo...un abbraccio

    RispondiElimina
  21. Si sa che sono strana, non sono grande amante della carne in genere, ma adoro tutte le frattaglie; il fegato, le trippe ecc...ecc..questa pasta mi piace moltissimo, alla vista è bellissima!!!

    RispondiElimina
  22. Complimenti, è una ricetta davvero particolare e invitante!!!!
    Ciao, a presto

    RispondiElimina
  23. Ornella es una receta muy especial!, y muy en la tardición del Veneto, no???, me hace pensar en como se come el higado, pero mucho más sofisticado..creo! :)
    Te voy a escribir ahora!
    Besos!!!

    RispondiElimina
  24. Mi spiace che i tuoi progetti natalizi non siano come speravi, ma con questa regale pasta certamente ci si può consolare. E molto direi ^_^

    Un salutone cara

    RispondiElimina
  25. che piatto raffinato, complimenti Ornella!!! buon fine settimana

    RispondiElimina
  26. Cara, solo un saluto veloce.
    Vengo a leggerti con calma, ne vale la pena! Adesso non posso proprio.
    Bacioni!

    RispondiElimina
  27. accipicchia.. fillo al cacao UUUAAUUU !!!!
    intrigante da profare punto..

    come dice di la' .. x pizza del papa se puoi sotituisci con mandorle o noci...
    Ti auguro un Buonissimo NAtale..
    Alessandra

    RispondiElimina
  28. Vi ringrazio tutte!! E buona domenica,un abbraccio!
    @ Ale grazie per il consiglio!

    RispondiElimina
  29. Ornè!! E questo piatto? Conquel "fiocco", meraviglioso, io on amo "la frattaglia" ma ello l'adora (avevi dubbi? ;-) )
    Ribacione...

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails