sabato 29 maggio 2021

Pane nel mondo: Wool roll bread

Un pane incredibilmente buono e soffice che ho già rifatto più volte. Per fortuna abbiamo la  nostra Cuochina che ricerca per noi lievitati fantastici, alcuni già famosi, altri sconosciuti e molti creduti persi, o perduti per sempre impressi solamente nella memoria dei nostri antenati e mai scritti. Quante di noi ricordano un sapore, un lievitato o una pietanza mangiata da fanciulli che ci preparava la nonna o la mamma e per quanto ci si sforzi non si riesce a replicare? 
A me tornano alla mente tanti cibi ma non ho la più pallida idea delle dosi o degli ingredienti aggiunti, sopratutto dalla nonna paterna. Forse è stato questo l'input che mi ha spinto a creare un blog 11 anni fa, quello di documentare i miei esperimenti culinari per figli e nipoti.
Questo pane "gomitolo" è una  novità e, per quanto ci è dato sapere, creato in una cucina malese.

 

Per la Cuochina


 E la fetta, morbidissima, ricca di sapore...

La versione della Cuochina è dolce, io ho preferito farla salata per il mix di erbe aromatiche fresche, ultimo acquisto al vivaio. Non so voi ma io ai fiori e flora in generale non so resistere, comprerei tutto. E adoro il profumo delle aromatiche in cucina!

Ingredienti

  • 80 ml latte tiepido
  • 3 g lievito di birra secco
  • 300 g farina di forza
  • 5 g di sale
  • 1 cucchiaio scarso di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 100 ml panna fresca da montare
  • 80 g burro morbido,lasciato a temperatura ambiente
  • 1 spicchio di aglio
  • erbe aromatiche a piacere, io ho usato timo limone, origano e rosmarino

Sciogliere il lievito nel latte tiepido e lasciarlo da parte finché non si forma la schiuma in superficie. Versare nella ciotola della planetaria la farina, lo zucchero, l'uovo, il sale, la panna ed infine il lievito con il latte. Avviare e lasciare impastare finché l'impasto non si stacca dal fondo della ciotola e non si avvolge al gancio.

Sistemare l'impasto in una ciotola, 

Coprire e lasciare lievitare al caldo fino  a più del raddoppio, dai 60 ai 120 minuti, dipende dalla temperatura ambiente.

Nel frattempo tritare le erbe aromatiche e mescolarle insieme al burro morbido
A lievitazione avvenuta stendere leggermente l'impasto sopra la spianatoia un pochino infarinata, tagliare in cinque parti, formare delle palline, coprire e lasciare riposare per 15 minuti.


Stendere ogni pallina a forma ovale spalmare tutta la superficie con un leggero strato di burro alle erbe.
Con il tarocco, tagliare a striscioline, fino a metà della sfoglia. Piegare un po' i lati verso l'interno la parte non tagliata quindi arrotolarla su se stessa


Sistemare i rotoli nello stampo apribile di diametro 20 cm per 7 cm di altezza circa rivestito da carta forno leggermente imburrata.
Coprire e sistemare al caldo per la lievitazione che può durare dai 60 ai 120 minuti, dipende dalla temperatura ambiente.

A lievitazione avvenuta spennellare la superficie con un po' di latte.
Infornare a forno preriscaldato a 180°C nella parte un po' più sotto del centro, per circa 20-25 minuti. Sfornare, togliere delicatamente dallo stampo e lasciare raffreddare sopra una gratella.








1 commento:

  1. Anche salato è da fare al più presto. Non c'è che dire, la Cuochina è una mano santa!
    Baci

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.