martedì 31 marzo 2020

Pane nel mondo: Panini Lazzaro, Λαζαράκια (Grecia)

 Panini Lazzaro, Λαζαράκια (Grecia)

Siamo già arrivati a fine marzo..il tempo corre inesorabile. La primavera è già arrivata, almeno sul calendario. 
Quest'anno la Santa Pasqua si celebrerà in aprile e la nostra cara Cuochina ha preparato per noi, non una, bensì 4 ricette deliziose per festeggiare la ricorrenza.
Da tempo Cuochina, Anna e Ornella, si dilettano a scovare e realizzare fantastici pani nel mondo che ai più, compresa me, sono semisconosciuti.
Così è stato per Natale e cosi sarà anche per Pasqua.
Come non approfittare della bellissima opportunità di imparare altre forme di panificazione e di viaggiare verso luoghi mai visitati, soprattutto in questo periodo di isolamento, attraverso deliziosi sapori delle innumerevoli ed incredibili cucine sparse nel mondo?

Ecco la lista dei pani della nostra Cuochina:
1) Pan Bon de Panamá, receta típica de la Semana Santa (pubblicata l'8-3-2020)
2) Λαζαράκια, panini Lazzaro (Grecia) (pubblicata il 10-3-2020)
3) Panquemao valenciano de Semana Santa (Spagna) (pubblicata il 13-3-2020)
4) Uskrsni kruh s jajima, Pane pasquale con uova (Croazia) (pubblicata il 15-3-2020)
Ecco il secondo pane pasquale che ci ha consigliato la nostra amata Cuochina:  Panini Lazzaro, Λαζαράκια (Grecia). Li ho visti tante volte nei siti e periodici greci, durante gli anni che ho vissuto in Grecia. Non era una ricetta di famiglia per cui non avevo riferimenti, mai fatti e mai assaggiati. Ma ci ha pensato la Cuochina farmeli riscoprire e finalmente degustare! Ottimi!



Ingredienti per circa 10-12 panini
400 g di farina per tutti gli usi
200 g di acqua tiepida
4 g di lievito di birra secco
75 g zucchero semolato
25 g di olio di girasole
5 g di sale
1/4 cucchiaino da tè di cardamomo macinato
1/2 cucchiaino da tè di cannella in polvere
meno di 1/4 cucchiaino di chiodi garofano in polvere
Per il ripieno (ho fatto il doppio perché ci piacciono belli imbottiti)
100 g uvetta
100 g noci sgusciate
chiodi di garofano interi per gli occhi


Lavare l'uvetta, metterla in ammollo con dell'acqua calda ma non troppo, finché non si prepara l'impasto.
Nella ciotola della planetaria versare la farina setacciata, fare un buco al centro, mettere l'acqua tiepida, lo zucchero ed il lievito. Mescolare un po' con la forchetta, coprire e lasciare per 10 minuti.
Aggiungere le spezie ed iniziare ad impastare.
Quando l'impasto sarà ben amalgamato unire l'olio e per ultimo il sale. Impastare per 10 minuti, finché non sarà liscio ed elastico. Formare una palla.
Ungere con pochissimo olio una terrina, mettere l'impasto, coprire e lasciare lievitare per circa 2 ore in luogo caldo, fino ad raddoppio.
A lievitazione avvenuta, dividere l'impasto in pezzi da circa 50 g, formare delle palline e coprire.
Con la rimanenza dell'impasto formare delle palline più piccole, di circa 12-15 grammi. Coprire. Lasciare riposare per 10 minuti. Nel frattempo strizzare l'uvetta e frullarla insieme alle noci.
Prendere una pallina da 50 g ed appiattirla. Al centro mettere un cucchiaino di ripieno. Chiudere a libro e sigillare bene
Rotolare un po' l'impasto sopra la spianatoia e metterlo con la parte della chiusura sulla spianatoia e, con le mani, modellare il capo.
Prendere la pallina più piccola, modellarla a filoncino ed allungarlo sulla spianatoia, appoggiare sul filoncino il corpo, all'altezza delle spalle, ed incrociare i due lembi sul petto per poi portarli sul dorso facendoli saldare tra di loro per evitare che in cottura si separino.
Inserire i chiodi di garofano per fare gli occhi, mettere sopra la placca da forno rivestita e coprire.

Lasciare lievitare per circa mezz'ora in luogo caldo. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 20-25 minuti.

2 commenti:

  1. Wow!!!...non conoscevo questo tipo di pane, e ti ringrazio perché ho un debole per la cucina greca e mi hai fatto scoprire un nuovo piatto!!!...se ti va passa dal mio blog, sono tornata dopo un po' di anni!!! ;)

    RispondiElimina
  2. Socia carissima, sono proprio molto carini questi fatti da te. E poi col ripieno doppio saranno ancora più buoni.
    I miei sono con poco ripieno, la prossima volta abbondo anche io, anche se erano buonissimi anche con poco ripieno.
    Baci ed abbracci a distanza :-)

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...