mercoledì 6 marzo 2019

Pane nel mondo: Tessinerbrot, pane ticinese ( Svizzera)

Tutti quelli che ci conoscono, anche solo virtualmente, sanno quanta passione abbiamo io e la mia cara Socia Anna per lievitati, licoli, pane e affini..
Quanta dedizione e quanto tempo investiamo per ottenere sempre il meglio in quello che crediamo e che condividiamo!
E quanto divertimento e soddisfazione ci dà la rubrica della Cuochina, Quanti modi di panificare nel mondo! Impariamo un sacco di cose nuove, pani mai visti né preparati, accompagnati da storie e leggende, insomma un pieno di cultura in tutti i sensi.
Anche questo pane è buonissimo, grazie mille Cuochina!

Dal post della Cuochina: Tessinerbrot, pane ticinese, tipo di pane bianco tradizionale del Canton Ticino, in Svizzera, ma venduto anche nel resto della nazione, dove è genericamente noto come pane del Ticino (in tedesco Tessiner Brot, in francese Pain tessinois). All'interno del Canton Ticino stesso, ci si può definire ad esso con svariati nomi specifici dei luoghi di produzione, fra cui pane riga, reale o lireta.
Questo tipo di pane nella sua caratteristica forma composta da numerose piccole pagnotte o rotoli, è fatto per essere spezzato a mano. L'aggiunta di olio all'impasto, rende il pane particolarmente soffice. Altre informazioni qui
La Cuochina ha elaborato la ricetta di un video, seguendo il nostro usuale procedimento per i lievitati

Tessinerbrot, pane ticinese ( Svizzera)

Io ho realizzato la mia versione con  licoli

Ingredienti

Nella ciotola della planetaria, sciogliere licoli con il malto e l'acqua tiepida. Aggiungere le farine setacciate insieme e avviare l'impastatrice.
Quando l'impasto risulterà incordato, unire il sale  e l'olio. Riavviare fino a far incorporare questi ultimi ingredienti all'impasto, ottenendo un panetto liscio ed elastico.
Coprire con la pellicola per alimenti e lasciare lievitare, al caldo, fino al raddoppio.
A lievitazione avvenuta dividere l'impasto in cinque pezzi, modellare delle palline coprire e lasciare riposare cinque minuti.
Modellare ogni pallina in piccoli filoncini (il video spiega molto bene) e unirli fra loro. Coprire con un sacchetto di plastica per alimenti e lasciare lievitare per circa 40 minuti o finché non è raddoppiato. Nel frattempo preriscaldare il forno a 250°C. 
Quando il pane è pronto da infornare, con un coltello affilato o una lametta, inciderlo abbastanza profondamente, spruzzare il forno con dell'acqua e infornare velocemente. Scendere la temperatura a 220°C e cuocere per circa 25 minuti.

2 commenti:

  1. Ti è venuto una meraviglia, complimenti Socia!
    Anche io l'ho rifatto con licolsalvia, ma non è perfetto come il tuo! Di sicuro è buonissssssssimo!!!
    Appena ho un poco di tempo lo pubblico.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Sei stata bravissima Ornella. Anch'io l'ho fatto ma con il lievito di birra proverò con il licoli.

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...