martedì 8 gennaio 2019

Pane nel mondo: Peruvian Pan de Anis

Per la rubrica Quanti modi di panificare nel mondo, artefice la nostra Cuochina, ho rifatto questi deliziosi panini, soffici soffici, profumati all'anice, provenienti dal Perù: Pan de Anis.

Per la storia di questo pane, riporta la Cuochina:"Grazie alla nascita di un settore forte e moderno della panificazione, nelle città del Perù a Concepción (provincia che si trova a 25 chilometri a nord di Huancayo) sopravvive l'antica tradizione di fare il pane come quattro secoli fa.
Furono i Francescani a costruire i primi mulini di pietra mossi dalla forza del fiume. Nel tempo la panetteria di Concepcion ha acquisito un po' di gestione aziendale, ma non ha perso la sua anima segnata dalla vecchia moda. Così, i panettieri si sono organizzati e ora costituiscono una rete che è stata in grado di costruire i propri centri di produzione artigianale, che comprende gli utensili della panetteria, e ha quattro forni che sono stati battezzati: "San Roque", "Juanita" , "Don Víctor" e "San José".
Per tutto questo, il pane di Concepción è riuscito a eliminare le lunghe distanze che separano questa città dal resto della Valle del Mantaro, e anche dal resto del Perù"

 

Ingredienti:

Portare a bollitura l'acqua insieme ai semi di anice. Spegnere e lasciare intiepidire.
Nella ciotola della planetaria versare licoli, l'acqua con l'anice, lo zucchero ed avviare. Aggiungere la farina un po' alla volta e incordare.
A questo punto, unire il sale ed il burro a temperatura ambiente.
Riavviare la planetaria e impastare finché gli ultimi ingredienti non sono perfettamente incorporati all'impasto e quest'ultimo risulti liscio ed elastico.
Mettere in una ciotola, coprire con la pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio.
Dividere l'impasto in pezzi delle dimensioni di una pallina da golf (circa 35 g). 
 
Arrotolare ogni pezzo, coprirli con una salvietta e lasciar riposare per 5 minuti.
Appiattire ogni pallina in una forma leggermente ovale, utilizzando un mattarello se necessario. Partendo da un'estremità dell'ovale, arrotolare l'impasto a spirale. Posizionare le spirali a coppie in una teglia ricoperta da carta forno, con la cucitura verso il basso e farle lievitare per 2 ore circa.
Mescolare il mezzo uovo con l'acqua e spennellare le spirali sulla sommità e sui lati. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C  per 12-25 minuti, fino a quando diventano dorate.


1 commento:

  1. Che meraviglia! Li devo fare anch'io assolutamente, non vedo l'ora!
    Te ne rubo un paio! Baci!

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...