martedì 7 agosto 2018

Pane nel mondo: Alkhubz almaghribi

Alkhubz almaghribi  (Marocco)

Le valigie sono quasi pronte, la vacanze sono finalmente arrivate anche per me. Mi aspettano tre settimane di relax, spero..
Ma prima non potevo non provare il nuovo bellissimo lievitato che la nostra amata Cuochina, Anna e Ornella ha condiviso per la rubrica Quanti modi di panificare nel mondo!
Questa volta siamo in Marocco, per fare dei panini veramente deliziosi: Alkhubz almaghribi
Oltre la ricetta abbiamo trovato anche il video per generare il lievito naturale come si prepara in Marocco. Ho provato ma senza successo..è difficile capire attraverso le immagini, anche perché la signora parla tantissimo e si deve proprio conoscere l'arabo. Pazienza uno dei miei super attivi licoli ha fatto più che il proprio dovere lievitante, proverò nuovamente dopo le ferie, con più calma.

Ingredienti:
  • 350 g farina bianca per tutti gli usi
  • 150 g  g di semola rimacinata
  • 8 g di sale
  • 8 g zucchero semolato
  • 300 g di lievito naturale in coltura liquida (100% idratazione)
  • 200 ml di acqua calda
  • 15 g di semi di sesamo bianco
  • 20 g di olio extravergine d'oliva
  • semolina e semi di coriandolo

Nella ciotola della planetaria, mescolare le farine, lo zucchero ed il lievito. Aggiungere in piccole quantità (potrebbe essere non sufficiente o scarsa, regolarsi di conseguenza) l'acqua calda (35°C circa) ed impastare fino a quando diventa liscio e morbido.
Bagnare con poca acqua il sale e mescolare i semi di sesamo, unire il tutto all'impasto insieme all'olio. Far amalgamare bene tutti gli ingredienti.
Trasferire l'impasto sul piano lavoro e continuare ad impastare, formare una palla e rimettere nella ciotola. Coprire con un coperchio e far lievitare al caldo fino a raddoppio, circa 4 ore.
Quindi dividere in 6 parti uguali (175 g circa) ed arrotondarle. 
Bagnare una delle palline in acqua leggermente salata e passarla nel semolino solo da un lato. Sul piano di lavoro leggermente infarinato con semolino, stendere la pallina col matterello ed arrotondarla con le mani. Appoggiarla in una teglia ricoperta da carta forno, continuare allo stesso modo con altre due palline. Le restanti tre, dopo averle bagnate, passarle solo da un lato nei semi di coriandolo, quindi stendere col matterello, arrotondarle con le mani ed appoggiarle sulla teglia.
Far lievitare per un'ora circa. Quando sono ben lievitate, con l'indice fare un foro al centro di ogni pallina schiacciata. Nebulizzare con acqua e far cuocere a 200°C per 15 minuti, nebulizzare ancora dell'acqua e continuare a cuocere fino a quando diventano dorate (in tutto 30 minuti circa).


7 commenti:

  1. E' molto bello da vedere e sono certa che è altrettanto buono! Anche se fa caldo, non vedo l'ora di mettere le mani in pasta!
    Buone vacanze carissima Socia, periodo di relax meritatissimo!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di scoprire e assaggiare la tua versione! Mi raccomando, non darli tutti alla golosa Cuochina, vengo a prendermeli dopo le ferie :-) Grazie cara, a presto, un abbraccio♥

      Elimina
  2. Buone meritate vacanze Ornella. E se mai dovessi venire in Norvegia oppure dovessimo incontrarci in grecia mi insegni a fare il lievito che è la mia bestia nera!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe bello incontrarci, cara Irene! Se sei in Grecia io sarò là per le prossime tre settimane :-) Un abbraccio

      Elimina
  3. Spesso mi capita di cercare qualche ricetta e capito nel tuo blog, belle le ricette, belle le storie che qualche volta ho letto, spero che passi buone vacanze, io ti seguirò più assiduamente vorrei provare qualche impasto cuochina per fare brioches tu quale mi consigli. Vivi ancora in Norvegia?Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, grazie, le tue parole mi fa tanto piacere. Scusa se non ti ho risposto subito ma ho avuto ferie un po'movimentate..Vivo ancora in Norvegia, ormai sono cinque anni e mezzo, non credo che cambierò ancora residenza, almeno lo spero :-) Per gli impasti della Cuochina per fare le brioche, hai solo l'imbarazzo della scelta, ma io ti consiglierei il nr 2, oppure anche l'ultimo il 16 è ottimo.Se clicchi sulla Màdia dei lievitati nel blog della Cuochina potrai trovare tanti spunti e ricette nostre e delle nostre amiche. Fammi sapere, ciao Ornella

      Elimina
  4. Primo contest di golose ricette.it LE RICETTE DEL CUORE, partecipa anche tu con la tua ricetta del cuore... #golosericette #contestlericettedelcuore #contest

    https://www.golosericette.it/2018/08/30/le-ricette-del-cuore-primo-food-contest-di-golosericette-it/

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...