domenica 8 aprile 2018

Quanti modi di fare e rifare: Spaghetti alla puttanesca

Non so da voi, ma qui siamo ancora in pieno inverno! Quest'anno è stato lungo e freddo. Spero che arrivi in fretta maggio e la primavera inizi a riscaldare, finalmente, anche il suolo norvegese!
Oggi con la Cuochina, Anna e Ornella e tutta l'allegra combriccola di Quanti modi di fare e rifare


siamo in Campania per la quarta ricetta Spaghetti alla puttanesca, del menù 2018. Un menù ricco di bellissimi, gustosissimi primi italiani! Anche questa ricetta, non servirebbe nemmeno a dirlo, è ottima! Io l'ho gustata sia nel modo tradizionale ma anche rivoluzionata, mantenendo però, gli stessi ingredienti. La mia versione è Spaghetti con pesto alla puttanesca.

Ingredienti per due- tre persone
Per gli spaghetti 
  • 250 g farina di semola di grano duro
  • 1 uovo e 1 tuorlo
  • 75 g concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaio di olio al peperoncino
  • un  paio di cucchiai di acqua (se occorre)
Per il pesto alla puttanesca
  • 250 g pomodorini
  • 50 g di acciughe sott'olio
  • 50 g di olive di Kalamata (purtroppo non si trovano in commercio quelle di Gaeta) 
  • 25 g di capperi in salamoia
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio extravergine di oliva
  • prezzemolo
  • sale se occorre
Nella ciotola della planetaria mettere la farina, le uova, il concentrato di pomodoro e l'olio al peperoncino. Avviare e impastare a lungo, se l'impasto è troppo asciutto aggiungere un po' di acqua ma non molta, perché deve essere abbastanza duro come consistenza. Una volta pronto non deve appiccicarsi sulle mani.
Formare una palla, coprirla con la pellicola le lasciarla mezz'ora a riposare.
Fatto questo, stendere l'impasto a sfoglie, con la macchina per la pasta, sulla tacca nr.4 e poi passare le sfoglie con l'apposito accessorio per fare gli spaghetti. Infarinare gli spaghetti per non farli attaccare. 
Ho preparato il pesto qualche ora prima della pasta e l'ho messo subito in frigo per dare modo a tutti gli ingredienti di impregnarsi di sapore. 
Tagliare grossolanamente le acciughe, i pomodorini e le olive, togliendo il nocciolo prima. Mettere tutto in una terrina e aggiungere i capperi. Tritare l'aglio ed il prezzemolo e mescolare il tutto unendo l'olio. Mescolare bene, aggiungere sale, se occorre, e versare il pesto in un vasetto di vetro sterilizzato, chiudere col coperchio e mettere i frigo. Si può usare subito o dopo qualche ora.  Comunque sia, consumarlo in giornata.

Far bollire abbondante acqua salata e cuocere gli spaghetti al dente. Condire con il pesto, far saltare in padella per qualche secondo, e servire.
Dove ci porterà la nostra amata Cuochina in maggio? In Puglia per fare la buonissima Tiella di riso, patate e cozze!
Vi aspettiamo numerosi!!
Ricordo che
da sfogliare, oppure da richiedere (vedere qui) 
e che ci possiamo incontrare su Facebook
e su twitter

6 commenti:

  1. Ottimi il pesto alla puttanesca e gli spaghetti fatti in casa, un abbraccio e buona domenica!

    RispondiElimina
  2. Quanta energia hai... Versione davvero fantastica, ma che te lo dico a fare 😂😂😂

    RispondiElimina
  3. Caspita, da questa parte si fanno persino gli spaghetti! Complimenti Socia per questa versione con i fiocchi, deve essere molto gustosa! Ottima l'idea del pesto, da copiare!
    Come al solito, nonostante tutto, anche oggi siamo riuscite nel nostro intento.... Grazie!
    Baci!

    RispondiElimina
  4. Veramente brava Ornella anch gli spaghetti di pasta fresca, ma che brava!! Ottima l'idea di preparare il pesto prima, i sapori si mantecano menglio se dovessi dare un voto sarebbe un 10 e lode. Buona giornata.

    RispondiElimina
  5. Tranquilla cara Ornella sei in buona compagnia, pioggia, vento e abbassamento di temperature anche qui mannaggia.... Ma una pasta come questa ridona allegria e regala un sorriso. Mi piace il pomodoro nell'impasto e il condimento è una favola! Un bacione

    RispondiElimina
  6. Ornella...ma daiii
    che bello questo post e che gioia leggere come fare gli spaghetti fatti in casa e
    una coccola di nome pesto alla puttanesca!!
    Fantastica!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails