domenica 1 luglio 2012

Pesche dolci con l'impasto nr.2 della Cuochina


Prima della lunga pausa estiva ho pensato di farvi assaggiare le pesche che ho realizzato con l'impasto nr.2 della Cuochina.
La settimana scorsa, la Cuochina, aveva pubblicato per me anche i babà sempre con le stesse dosi, variate un po' per natura ma non per peso.
I motivi di questo post non previsto.. sono soprattutto due: la bontà sia delle pesche dolci ma anche dei babà e poi desideravo far vedere alcune variazioni possibili negli impasti, dato che ci sono arrivate delle ricette che, seppur bellissime, non abbiamo potuto inserire nella màdia dei lievitati perché le dosi di alcuni ingredienti erano completamente diverse da quanto consegnatoci dalla Cuochina.

Alle volte le spiegazioni scritte sono difficili da recepire per questo, andando alla pratica, faccio vedere come ho elaborato io le dosi dell'impasto base nr.2 

Questo è l'impasto base nr.2 
  • 120 g di farina di forza (minimo 13 % di proteine)
  • 55 g di licoli o licoluva o licolmela
  • 40 g di latte
  • 30 g di zucchero
  • 30 g di tuorli
  • 40 g di burro a temperatura ambiente
  • un pizzico di sale
dall' impasto base io ho creato 6 pesche dolci così:
  • 120 g di farina di forza (io manitoba al 14,7% di proteine)
  • 55 g di licolmela
  • 40 g di latte (io 50 g *)
  • 30 g di zucchero 
  • 30 g di tuorli ( io 20 g però ho aggiunto *10 g di latte)
  • 40 g di burro a temperatura ambiente.
  • 1 pizzico di sale
a questi ingredienti ho aggiunto:
  • thè per aromatizzare il latte
  • raspatura di mezzo baccello di vaniglia**
  • alchermes per colorare le pesche di rosso ***
  • zucchero semolato per cospargerle
  • crema pasticcera per farcirle.
** Avevo del thè rosso alla vaniglia per cui non ho usato la raspatura di vaniglia ma se si preferisce un thè alla pesca o altri gusti, si deve aggiungere
*** non ho trovato in vendita l'alchermes per cui ho messo alcune gocce di colorante rosso alimentare nel rhum bianco.

Come si può vedere la ricetta base è stata variata molto poco.
Il latte può diventare acqua o panna, il tuorlo può diventare latte, il burro può diventare margarina o strutto o olio, lo zucchero può diventare miele o zucchero di canna...Ma ad esempio non si possono togliere 20 g di farina e farlo diventare zucchero..
Poi se decidiamo di fare doppia dose di farina si dovrà raddoppiare tutto. Esempio per l'impasto nr.2 vogliamo adoperare 240 g di farina useremo 110 g di licoli, 80 di latte o qualsiasi liquido vogliamo, 60 di zucchero o altro dolcificante, 60 di tuorli, 80 di burro  o altro e così via...
Se avete dubbi e domande scriveteci pure, senza esitare, nel blog della Cuochina o a quantimodidifarerifare@gmail.com


Passiamo alla preparazione delle pesche..
Per iniziare ho fatto bollire il latte e vi ho aggiunto un cucchiaino di thè e lasciato in infusione finché non è diventato tiepido. L'ho quindi filtrato e unito al licolmela mescolando fino a sciogliere quest'ultimo.


Ho inserito tutto nella ciotola della planetaria assieme allo zucchero e all'uovo. Ho sbattuto con una forchetta per amalgamare gli ingredienti e poi ho versato la farina. Ho fatto andare la planetaria finché l'impasto non si è avvolto al gancio. Ho fermato la macchina e lasciato riposare (autolisi) per 30 minuti.
Dopodiché ho riavviato aggiungendo il sale ed il burro morbido. Ho lasciato andare la planetaria fino ad incorporare benissimo il burro, ottenendo un impasto lucido, liscio, ben incordato.
Ho riposto in una ciotola imburrata e coperto alla mia maniera..con un pezzo di carta da forno, sigillata" con un elastico, e tutto chiuso dentro ad un sacchetto di plastica.
Ho lasciato lievitare fino al raddoppio, circa 4 ore. Poi ho ripreso l'impasto ho fatto le pieghe e tagliato in 12 pezzi da circa 25 g ciascuno. Ho modellato delle palline che ho messo a lievitare coperte anch'esse fino al raddoppio.
Ho cotto in forno caldo 220° per circa 8-10 minuti (non devono scurire troppo) e dopo averle sfornate le ho lasciate raffreddare. Con una siringa da dolci ho farcito entrambe le mezze "pesche" di crema lasciandone uscire un po', le ho unite, quindi le ho passate nel rhum con il colorante rosso e poi nello zucchero semolato...Sono una bontà.


Un Grazie a Tamara per avermi donato questo premio che condivido con tutti gli amici che passeranno dal mio "giardino.."


Appuntamento a venerdì con le Mini ciambelline demodè con giulebbe!



31 commenti:

  1. Mamma mia che stupenda realizzazione!!
    Ma è forse il mio compleanno oggi?
    Mi sento in estasi solo a vederle queste pesche dolci, te ne prendo qualcuna....
    Mi hai resa felice :D
    Grazie mille

    RispondiElimina
  2. Che buone!!! Ti sono venute benissimo e non sai che voglia avrei di prenderne una direttamente dallo schermo del pc :-) Baci e buona domenica!

    RispondiElimina
  3. Stupende, davvero! Quanto lavoro, ma con questi risulati vale la pena! devono essere deliziose!
    abbracci
    giulia

    RispondiElimina
  4. Stamani gli splendidi intrecci di Anna e adesso queste delizie assolute! Stupende e golosissime, devo proprio provarle con la pasta brioche al posto della simil-frolla. Devono essere ancora più buone. Di sicuro in questo momento addenterei lo schermo :D! Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono soffici soffici cara Federica, provale! Baci buona settimana

      Elimina
  5. Aspettavo la clemenza del caldo per cimentarmi con queste delizie. Non so però se riuscirò a produrre il licoli!!!
    Buona domenica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solema cara, non ti preoccupare non ha scadenza :-) Vedrai che con l'arrivo dell'autunno ritornerà la voglia di fare esperimenti e riuscirai, riusciremo.. a farti generare licoli!
      Baci buon inizio settimana

      Elimina
  6. Sono estasiata da un bel po' davanti a questa delizia e quasi dimenticavo di tradurre a parole la bellissima sensazione che provo nel guardare una meraviglia simile.
    Ah, se potessi toccarle con mano...
    Baci :D
    Vado che è tardi ;-)

    RispondiElimina
  7. MAGNIFIQUE! BRAVO! BRAVO! BRAVO!!!!!

    RispondiElimina
  8. Il bello di queste pesche è che sembrano vere pesche ma mentre quelle vere non le mangio volentieri, non mi piacciono più di tanto queste le mangerei più che volentieri.
    Che commento sconclusionato sorry ma tra caldo e sconfitta dell'Italia calcistica sono sconnessa :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono riuscita a guardare fino in fondo la partita...troppo amara ed esagerata la sconfitta :-( Grazie cara buona settimana

      Elimina
  9. Ma sai che dalla foto avrei detto sono di pasta di mandorle....fantastiche!
    io per ora davvero non ci riesco a seguire questi impasti della cuochina...ma non dispero per il futuro....magari dopo la pausa estiva!
    francesca

    RispondiElimina
  10. Davvero raffinato il tuo dessert!
    Colgo inoltre l'occasione per invitare te e le tue lettrici a partecipare al giveaway organizzato in collaborazione con glossybox!
    Vi aspetto numerose!
    http://sfizievizi.blogspot.it/2012/07/il-mio-primo-giveaway-in-collaborazione.html

    serena

    RispondiElimina
  11. Sono bellissime queste pesche dolci! Con quel colore e quell'aspetto così invitante. Io me ne mangerei un paio adesso, così, tanto per iniziare la giornata!
    Tanti baci Ornella cara e buona settimana

    RispondiElimina
  12. Bellissime, buonissime e bravissima!
    I superlativi sono d'obbligo, grande lavoro e risultato stupefacente.
    Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  13. Sono innamorata di queste peschette,mi soffermo sempre a guardarle e devo dire che le tue son perfette!Giuro che appena questo caldo si attenua,mi cimento..sperando di ottenere lo stesso risultato!!Bravissima come sempre bella Ornella,un bacio cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la tua bravura otterrai un risultato anche migliore cara Damiana! Baci carissima

      Elimina
  14. Grazie a tutte :-* buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
  15. Incantata dalla tua dolcissima bravura... quanto mi piacerebbe assaggiarle ora ora :)

    Buona domenica

    RispondiElimina
  16. Sono perfette !! Deliziose.. Sembrano vere!! Bravissima

    RispondiElimina
  17. Quanti ricordo sono legate alle peschette. Ti sono venute perfette.

    RispondiElimina
  18. un vero spettacolo! una perfezione!! complimenti :-D

    RispondiElimina
  19. Ciao Ornella, scusa se non riesco a venire da te più spesso come una volta, ma ti garantisco che la voglia di venirti a trovare è sempre integra. Per quanto riguarda questa buona ricetta, farei proprio uno sforzo a mangiare le pesche (lol), anche perché non c'è veramente il frutto all'interno. Prendo nota ed appena ho il via dalla nutrizionista per un dolce ogni tanto, metterò in applicazione i tuoi consigli. Spero che la famiglia stia bene e ti mando un carissimo saluto.

    RispondiElimina
  20. Magnifiche! non ho parole mi hai portato indietro nel tempo quando questi dolcetti si vedavano anche sui banchi delle salumerie...ora invece non si vedono più. Non le ho mai fatte perchè non conoscevo la ricetta ora che ho la tua proverò anche se sperimenterò con altro tipo di lievito...era mio dover citare il tuo blog perchè l'ho copiata da te ciao Luisa

    RispondiElimina
  21. Ornella passare a trovarti è sempre un piacere per gli occhi e per l'anima...un saluto affettuoso
    simo

    RispondiElimina
  22. Amo le pesche lievitate, qui in Sardegna le trovi in tutte le pasticcerie e sono gigantesche, appena ho un attimo voglio provarle con questa ricetta anche se con il lievito di birra. E i dunuts dove li lasciamo, con quella glassa al cioccolato sono strepitosi, che non siano proprio gli originali per me è un pregio, proposti da te sono sicuramente 100 volte meglio.
    Grazie per gli auguri, ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  23. ciao Ornella!!!! quanto tempo che non passo! troppo direi, ma è un periodaccio guarda! :( Comunque, ho visto queste meravigliose pesche e mi son detta: le faccio! Poi mi sono ricordata che voi siete le maghe dei lieviti e che ne avete di stranissimi e per me irreperibili, così mi rassegno all'ammirazione per ora, sono deliziose!!!!!
    Un bacione cara Ornella, lunedì parto per la Grecia, e non vedo l'ora!!!!! non ci vengo da un sacco di tempo :D Che emozione!!!!!! Smackkkkk

    RispondiElimina
  24. Ma sai che queste pesche sono tipiche della mia città, c'è una pasticceria che produce in pratica solo queste dolcezze..le proverò di sicuro, grazie della ricetta!!! un bacione ..a domani!

    RispondiElimina
  25. Che golosità ! Queste mi ricordano le pesche che mangiavo tanto tempo fa... Mi piacciono !!! un abbraccione !

    RispondiElimina
  26. Ciao Ornella sono bellissime le tue pesche! Questo è un dolce che amo tanto....in famiglia ho una zia che le fa e pomeriggio proverò a replicarle col mio licoli! Grazie della ricetta e complimenti per il blog, cosi ricco di spunti! Un caro saluto e presto ti farò sapere com'è andata!
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela e grazie! Scusa il ritardo per la risposta ma sono in pieno "trasloco"..Le hai provate? come sono venute? Un caro saluto a te a presto!

      Elimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e felice dove armonia e pace regnano in ogni cosa...♥
Ogni vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails