lunedì 16 gennaio 2012

Krapfen o bomboloni..l'importante è che siano buoni!


Eccomi qui...tornata, valigie riposte ed "invasione" di Li.co.li in casa :-) 
Ovviamente esagero ma dato che è rimasto fermo un mese in un angolino del frigo e la voglia di mettere le mani in pasta per preparare, come al mio solito, fette biscottate, pane, pizza..era tanta, ne ho rinfrescato parecchio. E così ho provato a fare anche  i bomboloni.
Ultimamente sto pubblicando prevalentemente lievitati ma spero che a voi non dispiaccia..Impastare mi dona tranquillità e ultimamente ne ho proprio bisogno!
Con le dosi che vi andrò ad elencare ne sono usciti 8 ma benissimo potrebbero diventare 10, un po' più piccoli.


Ingredienti:
  • 225 g di farina (metà manitoba e metà 00)
  • 125 g di Li.co.li attivissimo
  • 35 g di zucchero aromatizzato alla vaniglia*
  • 1 uovo e un tuorlo
  • 45 g di latte intero
  • 30 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • buccia d'arancia e di limone grattugiate non trattate

* Sin dalla preparazione del panettone di due anni fa ho sempre inserito una stecca di vaniglia tagliata a metà nel senso della lunghezza dentro al barattolo dello zucchero per aromatizzarlo. Quando il profumo si sente poco la cambio ma non butto quella che tolgo, la uso per conferire aroma a creme o altro.

Note: L'impasto è molto morbido per cui è necessario usare la planetaria. Gli ingredienti li ho tenuti tutti a temperatura ambiente per un giorno e ho impastato alla sera.
Mettiamo nella ciotola dell'impastatrice il licoli, il latte, le uova, lo zucchero , il burro fuso tiepido sbattendo per un po' con le fruste.
Inseriamo il gancio a sfoglia e, a cucchiaiate, aggiungiamo la farina setacciata con un pizzico di sale. Grattugiamoci dentro mezza buccia d'arancia e mezza di limone (mi raccomando bio) e sostituiamo con il gancio per impastare. Facciamo lavorare la planetaria finché l'impasto non si staccherà dal fondo e non si avvolgerà al gancio. Fermiamo la macchina e lasciamo per 15 minuti a riposare coperto. Trascorso questo tempo riavviamo l'impastatrice e lasciamo andare finché l'impasto non si riavvolge nuovamente al gancio.
Quindi infariniamoci le mani, prendiamo l'impasto e mettiamolo in una ciotola, anch'essa un po' infarinata. Copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare in luogo tiepido per tutta la notte.
E' più che triplicato! Sgonfiamolo delicatamente e con le mani tiriamo una sfoglia alta un centimetro e mezzo-due.

Tagliamo col coppapasta dei dischetti e mettiamoli a lievitare sopra la carta da forno coperti. Oppure sopra la spianatoia di legno infarinata. Io ho una placca da forno di metallo profonda e una di vetro. Metto gli impasti nella prima e copro con la seconda e creo una specie di "camera lievitante".
Lasciamo lievitare al caldo per un paio d'ore. Mettiamo a riscaldare in un pentola profonda abbondante olio per friggere. Non appena è pronto prendiamo i bomboloni, delicatamente per non farli sgonfiare e tuffiamoli nell'olio con la parte che toccava la spianatoia, sopra. Lasciamo dorare da entrambi le parti, a fuoco medio-basso, disponiamoli sopra carta assorbente da cucina, farciamoli di crema pasticcera o qualsiasi altra crema a nostro piacimento usando il sac a poche e spolveriamo con zucchero a velo. Io ho usato una crema pronta che avevo comprato per fare il Nanaimo bars...dovevo pur decidermi di usarla..


Partecipo al contest di Franci e Vale


42 commenti:

  1. Mamma mia che languorino mi fai venire!!!!Bellissimi i tuoi lievitati, giusto per fartelo sapere ho fatto il danubio con la tua ricetta è venuto splendido!!!:)

    RispondiElimina
  2. Cara Ornella, che meraviglia!In questo pomeriggio un po' triste (sono appena tornata dal funerale del papà di un mio amico) i tuoi krapfen sono un vero toccasana per corpo e spirito.Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Bentornata!
    A me non dispiacciono le tue tante proposte di lievitati, anzi. Ho iniziato ad "allevare" il lievito madre e chissà che non riesca a seguirti meglio.
    Fantastici questi bomboloni, io li chiamo all'italiana.

    RispondiElimina
  4. A me non dispiace affato che posti i lievitati.
    Questi solo a vederli ti fanno venire il sorriso. :)

    RispondiElimina
  5. oh! que buono!! ma non può pubblicare queste ricette doppo tutti i prazi di NAdale!! sono a dieta!! :-)

    RispondiElimina
  6. mmm... forse guardare i nuovi post delle mie foodbloggers preferite durante una pausa dallo studio all'universita' non e' stata cosi' una buona idea! Mi spieghi come faccio a studiare con l'immagine dei tuoi bombolini in testa!
    Un bacio! (e mi son gia' segnata la ricetta!)

    RispondiElimina
  7. Di solito preerisco evitare il fritto ma...ma...ma...poi davanti a una cosa così come si fa? Sarà anche che sono un po' giù di tono oggi ma che morso gli darei a quella meraviglia cremosa ^_^ Un bacione tesoro, buona settimana

    RispondiElimina
  8. Ornella mamma mia che belli O_O ma volendo farli col lievito di birra??
    un cubetto basta??
    bravissima un'abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
  9. Ciao! Passo di qui per caso...e devo dire che sono capitata proprio bene!! sono favolosi!! e sicuramente buonissimi!! Passa da me s ti va, c'è una iniziativa in atto :)
    http://lamponietulipani.blogspot.com/p/guest-blog.html

    RispondiElimina
  10. che darei per averne uno ora che mi sento giù di morale ...una bonta'

    RispondiElimina
  11. L'ultima foto in particolare ispira solo una cosa...un morso dritto al centro!! :)

    RispondiElimina
  12. Oddio appena li ho visti,son corsa!!Sono forse uana delle cose più buone che ci siano,perciò continua ad impastare che a noi non dispiace affatto!!Una meraviglia,cara Ornella quasi quanto te!!

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia Ornellaaaaaaaaaaaaaa :-)

    RispondiElimina
  14. Grazie carissima Ornella per la spiegazione,avevo il lievito madre ,ma vivendo in un posto di mare l'ho regalato non mi è stato possibile tra rinfreschi e forno...troppo caldo cucina piccola!!
    grazie smacckete ^_^

    RispondiElimina
  15. Qui si chiamano Berliner e sono farciti con marmellata di ribes.....ti sono venuti benissimo....come fai a tenere il lievito in frigo per un mese? Forse ho capito male!
    francesca

    RispondiElimina
  16. Che buoni i bomboloni alla crema! E' una vita che non li mangio...mamma mia mi hai messo una fameeeee!

    RispondiElimina
  17. Non mi puoi fare questo...qui ci siamo messi a dieta.....ma di fronte questi bomboloni perdo tutta la mia forza di volontà :P
    Complimenti....sono impeccabili :)
    Buona serata...
    Raffa

    RispondiElimina
  18. Ornella ben rientrata e complimneti per queste bombe di bontà!!!!! un impasto favoloso, bravissima

    RispondiElimina
  19. io le chiamerei bombe!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! buone....baci.

    RispondiElimina
  20. hanno un aspetto meraviglioso !!!

    RispondiElimina
  21. a me non dispiace affatto, anzi.. slurp! fantastici!!!

    RispondiElimina
  22. che stupenda lievitazione..sul fatto che sono buini...tranquilla si vede!!!

    RispondiElimina
  23. buoni, vorrei il teletrasporto!

    RispondiElimina
  24. WAW, da addentare, perfetto.

    Complimenti

    RispondiElimina
  25. Ma quello a metà non me lo avevi mostrato....... che meraviglia!!
    Sono veramente super.
    Licoli nato dal tuo prozimi è fantastico, non gli ha fatto "un baffo" stare chiuso nel frigo un mese in solitudine e tranquillità ;-)
    Questa ricetta "s'addà fa", è troppo invitante.
    Un bacio cara :D

    RispondiElimina
  26. Grazie a tutte carissime! Un abbraccio

    @ Anna cara ti ho risposto nel blog :-)
    @ Francesca il li.co.li (lievito a coltura liquida) è una pasta madre in versione liquida appunto. Di solito lo rinfresco ogni settimana ma se per qualche motivo non ho tempo per farlo, anche dopo un mese rimane ancora attivo. Basta solo rinfrescarlo, cioè aggiungere ugual peso di farina e di acqua, qualche volta in più e riprende alla grande!

    RispondiElimina
  27. Vedo solo ora, io sono una fanatica dei krapfen (beh, da brava Triestina ;-) ) tu e Annina col licoli fate prodigi, un baserto e mi dispiace di non averti incontrata :-(

    RispondiElimina
  28. E sul fatto che queste tue meraviglie siano buone, guarda, in qualsiasi modo uno voglia chiamarli, io non ho proprio dubbi!!
    Ammazza che spettacolo: ne addenterei uno all'istante!
    Davvero paradisiaci.
    tanti bacetti, buona giornata

    RispondiElimina
  29. Ornella sarò ripetitiva. con te esaurisco gli aggettivi! Queste preprarazioni sono quelle che lascio volentieri a mia zia, molto più brava di me, ma vedere questi krapfen mi fa scattare la voglia di cimentarmi nell'impresa! Bravissima!
    Un saluto affettuoso
    simo

    RispondiElimina
  30. ornella sono bellissimi! sai che non ho mai fatto i krapfen? mia nonna li faceva squisiti, ma non ho la sua ricetta. e se ripartissi dalla tua?

    complimenti davvero!

    RispondiElimina
  31. Io adoro i lievitati quindi apprezzo moltissimo e questi bomboloni sono magnifici :-)

    RispondiElimina
  32. Mamma mia, l'ultima foto è da svenimento!!!!!
    Bentornata!!!

    RispondiElimina
  33. Ciao Ornella bentornata ! vedo che hai nuovamente le mani in pasta con questi meravigliosi krapfen !E Vedo che i lievitati danno dipendenza... prima o poi mi lascio contagiare !! Un abbraccio !

    RispondiElimina
  34. Che belli e ciccioni, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  35. Parole sante le tue, non importa come si chiamano l'importante è che siano buoni e i tuoi lo sono dicerto sono stupende ciao Luisa

    RispondiElimina
  36. Carissima Ornella che bello ritrovarti.
    Spero che le cose vadino un pochino meglio da te.
    Quà c'è una gran confusione.
    Grazie per la dolcezza che ci hai donato.
    Un grosso bacio, a presto.

    RispondiElimina
  37. I bomboloni per me sono un pericolo, mi impongo di mangiarne solo UNO all'anno :-) indi per cui non li ho mai fatti in vita mia altrimenti li mangerei TUTTi io :-)

    RispondiElimina
  38. Bene ho deciso che la dieta la inizierò a Febbraio!!!AH!AH!AH!

    RispondiElimina
  39. io commento dicendo prima di tutto che il tuo blog mi piace molto e divento tua sostenitrice e poi questa ricetta potrebbe partecipare al nostro contest...vuoi mettere un bel bombolone a colazione...una volta ogni tanto però ci sta proprio bene!

    Un bacione

    Valentina

    RispondiElimina
  40. per tua informazione... sei l'unico blog che ho nella barra principale dei miei bookmarks. e quando sono un po' giu' mi tiro su con i tuoi lievitati :) questi bomboloni dovrebbero farli patrimonio Unesco dell'umanita' per quanto sono belli. ciao

    RispondiElimina
  41. appro... non ci crederai, ma sono passata dall'ammirazione all'azione e mi sono venuti! ho cambiato tutto tranne l'impasto, per adattarli al mio lievito e al mio tempo. fatto lievitare l'impasto 3 ore e mezzo la sera, poi formato i bomboloni come dei piccoli panini tondi, fatto lievitare un'altra ora al tiepido e poi... in frigo! la mattina li ho tirati fuori dal frigo, acceso il forno, e non appena in temperatura, li ho infornati. sono venuti gonfissimi e di un soffice incredibile. e niente retrogusto acido. sapevano di burro e di agrumi. che buoni e che scoperta potere mangiare dei lievitati freschi la mattina prima di andare al lavoro! buona giornata

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails