sabato 14 maggio 2011

Sokolatina, ovvero cioccolatina!


Questa è una delle tante prove sokolatina che ho fatto, credo la più riuscita! Non sono molto esperta, come ben sapete nelle decorazioni...ci provo e, siccome l'esperienza insegna, sono fiduciosa!
La prossima volta cambierò crema per la farcitura, ne ho in mente una... ma dovrete aspettare dopo le ferie di agosto per conoscere la ricetta, altrimenti veramente mi tocca andare in spiaggia vestita :D
Ci sono moltissimi modi di preparare questa pasta: attualmente quello più "gettonato" è molto cremoso, tipo mousse di cioccolato con poco pan di spagna. Poi ci sono anche quelle a tanti strati, con varie creme...Però io ambisco alla classica, quella che credo ogni greco conosca: pan di spagna, sciroppo e strati di crema, ma non tutti uguali: l'ultimo strato un velo di crema bianca. Una golosità infinita!

L'impasto che ho preferito è quello della genovese perché da quando ho fatto per la prima volta quella di Pamirilla, ricetta qui, non la lascio più! E' perfetta. Questa volta ho usato 3 uova per lo stampo rettangolare che ho, un po' strano nelle misure: 14x 24 cm! Ma a voi lascio la ricetta intera, vedrete che sparirà in un attimo! Mi dispiace di non avere a disposizione maggior foto ma le batterie della digitale mi hanno fatto penare, in più per la sottoscritta non era giornata..ci pensate che sono andata a tagliare il dolce già in pezzi prima di farcirlo? Poi è stata un impresa far combaciare!
Vi lascio un video, se conoscete il greco, per una delle tante versioni torta!

non fare come me...

Ingredienti per la genovese
  • 5 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 110 gr di farina
  • 40 gr di cacao amaro
per la ganache:
  • 300 gr di panna liquida
  • 200 gr di cioccolato fondente
per la ganache al cioccolato bianco:
  • 80 g di cioccolato bianco di copertura
  • 80 g di panna liquida
per lo sciroppo:
  • 1 bicchiere e più di acqua (250 ml circa)
  • 3/4 di bicchiere di zucchero (150 g circa)
  • 4-5 cucchiai di cognac
per la copertura:
  • 100 gr di cioccolato fondente
  • 80 g di zucchero a velo
  • 1 cucchiaio di burro (circa 20 g)
  • 3-4 cucchiai di acqua
  • panna da montare
  • codette di cioccolato

Per prima cosa ho preparato la crema ganache in questo modo:
Bollire la panna. Ritirare dal fuoco aggiungere il cioccolato e mescolare finché non si sarà sciolto. Lasciare intiepidire e mettere in frigo per un paio d'ore. Prima dell'uso, sbattere la ganache con le fruste elettriche finché non diventerà chiara e cremosa. Allo stesso modo prepariamo la ganache bianca.

Poi prepariamo la genovese:
In una casseruola scaldare, non fino a bollitura, un paio di dita d'acqua, quindi togliere dal fuoco ed inserire sopra la bastardella (come a bagnomaria ma non deve toccare l'acqua) con dentro le uova, lo zucchero e con le fruste elettriche sbattere fino a montarle, per una quindicina di minuti. Il tutto deve diventare spumoso e se si alza un ciuffo d' impasto con la frusta questo deve rimanere ritto e non ricadere!
Setacciare la farina con il cacao amaro, incorporare alle uova un po' alla volta con un colino facendolo scendere a neve, mescolando con una spatola con un movimento dall'alto in basso per non farlo smontare e in modo che incorpori aria, dato che è senza lievito. Quindi versare in uno stampo rettangolare o quadrato ben imburrato ed infarinato.
Infornare a 180° per 30-35 minuti ma fare la prova stecchino. Che poi non so perché lo scrivo dato che io uso sempre il coltello!!
Sformare e lasciate raffreddare.

Lo sciroppo:
fare bollire il tutto per una decina di minuti e lasciare raffreddare.

A questo punto tagliare in 3 o 4 strati la genovese per farcirla ma mettiamo un foglio di carta da forno nello stampo dove abbiamo cotto il dolce e adagiamo sopra il primo strato. Bagnare bene con lo sciroppo e spalmiamo la crema ganache. Facciamo così anche con il secondo strato (e terzo se ne abbiamo tagliati 4) mentre nell'ultimo bagniamo con lo sciroppo e spalmiamo con la ganache bianca.
Mettiamo il tutto in frigo per un'oretta.

Prepariamo la glassa:
Fare sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente, il burro e l'acqua. Non appena il tutto sarà sciolto togliere il recipiente dal fuoco e unire lo zucchero a velo sbattendo con la frusta.
Tagliare a rettangoli il dolce oppure a quadrati, glassare e cospargere i lati con le codette di cioccolato.
Se la glassa si solidifica basta rimetterla a bagnomaria per qualche minuto.

La mia fioritissima "arbaroriza", un tipo di pelargonium usato spesso in cucina, soprattutto per aromatizzare marmellate o composte...alla prossima!
Buon fine settimana!






28 commenti:

  1. Ornella........svengo!!!!!Di mattina tutta quella cioccolata con la fame che ho........!Dev'essere a dir poco delizioso quel dolcetto,BRAVA!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. mamma mia Ornella che goduria!!
    tutta bella cioccolatosa gnamm
    Bravissima tesoro un bacione
    Buon fine settimana Anna

    RispondiElimina
  3. non conosco questa ricetta, però vedebdo quella meraviglia di cioccolato, svendo!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Bene la dieta la comincio lunedi!!!!!

    P.S.Solo in questo momento sono riuscita ad aprire il blog che è scomparso per un'intera giornata, google sta facendo i capricci mi sono stati cancellati tanti commenti!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Mamma mia Ornella, sto svenendo!!!E' un dolce veramente particolare e golosissimo, capisco anche le tue remore per affrontare un'altra versione prima dell'estate!!!Brava, non si nota proprio che hai tagliato la genovese prima della farcitura, del resto le giornate no, capitano!!!!Bacioni!!!

    RispondiElimina
  6. Un dolce fantastico, godurioso!!!! Sei bravissima, un bacio e buon we

    RispondiElimina
  7. Lo sapevo che non dovevo passare oggiiiiiiiii! Adesso gioia mia lo sognerò tutto il giorno questo tripudio di cioccolato!!! E meno male dici che era una giornata "no" eprchè a me sembra perfettissima. Comunque, se proprio proprio non sei soddisfatta io mi "sacrifico" volentieri per lo smaltimento :D! Un bacione grande, buon fine settimana

    RispondiElimina
  8. Ornella è favolosa, bella cioccolatosa, e la foto è splendida, non avresti potuto fare di meglio, credo....puoi essere contenta....ma tu non hai perso i commenti vero? non l'avevi ancora pubblicata questa meraviglia....io sì tutti..... un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  9. Per questa meraviglia eri sommersa di cioccolato, vero?
    E ci credo che devi tralasciare le altre prove sino a dopo l'estate, come si fa a resistere a tanta dolcezza?
    L'hai dovuta riscrivere, vero?
    Ma che venerdì nero che è stato ieri per i blogger!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. mamma mia!!!!
    che bontà.
    mangiavo sokolatina ogni domenica quando vivevo ad atene.
    complimenti!

    RispondiElimina
  11. buona ma che dico buonissima!!!

    RispondiElimina
  12. ma è un dolce stupendo!!! bravissima....non la conoscevo!!

    RispondiElimina
  13. Questo dessert è una bomba!! bravo!!

    RispondiElimina
  14. Grazie a tutte! Ho dovuto riscrivere tutto il post! Spero che questi disastri nn capitino ancora! Baci e buona domenica!

    RispondiElimina
  15. Caspita che delizia di dolce, Ornella!
    A me il post del 12 maggio è ricomparso, anche se sono andati persi tutti i commenti :(

    Un bacione e a presto!
    Elisa

    PS: Se passi da me, è pronto il ricettario completo di "Mai Dire Mais"..ed in più, un'altra novità! Ti aspetto! ^____*
    http://massaiacanterina.blogspot.com/2011/05/mai-dire-basta-una-raccolta-che-finisce.html

    RispondiElimina
  16. Che goduria tutta questa cioccolata. Bravissima e complimenti per il blog.

    RispondiElimina
  17. pura goduria Orne'..bravissima!!
    buona domenica!!

    RispondiElimina
  18. Che meraviglia questo dolcetto cioccolatoso!!..ottimo nei momenti di depressione ma.....anche in tutti gli altri!!
    Ciao Morena!

    RispondiElimina
  19. questa torta cioccolatosa è una cosa meravigliosa, viene voglia di entrare nel monitor per assaggiarla!

    RispondiElimina
  20. Wow che bella questa ricetta, super golosa, sei veramente bravissima, ciao e alla prossima.

    RispondiElimina
  21. E' un trionfo di cioccolato. Deve essere buonissima.

    RispondiElimina
  22. Ornella, anche se non capisco il greco il video me lo guarderò, io non mi sono mai avventurata in questo tipo di dolci ma immagino che "imbrattarsi" di cioccolata valga proprio la pena, ciao carissima da un Friuli piovosissimo :-(

    RispondiElimina
  23. Vi ringrazio tutte buona settimana!
    @ Franci, Morena, Riccioli lieta di conoscervi e grazie!

    RispondiElimina
  24. Questi dolcetti farebbero impazzire il mio lui!
    sai che dal tuo blog mi ero segnata mastika e mahlebi ...beh li ho trovati, non vedo l'ora di sperimentare! bacioni

    RispondiElimina
  25. Penso che ingrasserei anch'io se mangiassi questo dolce, golosissimo!!!!

    RispondiElimina
  26. Ingrasserei molto volentieri per "colpa" di questo dolce!!! bravissima!! olga

    RispondiElimina
  27. Eccola, l'hai fatta poi?!?!?!? La farò al piùn presto e ti avverto quando la posto.

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails