domenica 16 gennaio 2011

Tagliatelle alla farina di carrube e... "spacciatori di lievito madre"!!


Buona domenica a tutti!! Oggi qui piove..Mi piace la pioggia, mi fa sentire calma e serena. Ma quanti disastri in giro per il mondo: Brasile, Australia...Che tristezza, spero che ritorni il sole prestissimo da quelle parti!

Per prima cosa una proposta: vi interesserebbe conoscere o diventare “spacciatori” di lievito madre? Leggete qui e qui dalla bravissima Ely! Io purtroppo sono un po' lontana per mandarlo a qualcuno, mi sa che prima di arrivare a destinazione diventerebbe, durante il viaggio, una pagnotta!
Il mio "prozimi"
Dopo qualche disavventura settimanale al computer, (sto cercando di fare il pdf della raccolta natalizia) ed in cucina del tipo: spatola che si scioglie nel cioccolato a bagnomaria, ho iniziato finalmente a recuperare le mie energie positive!
Forse qualcuna di voi l'avrà già capito ma, anche se mi piace seguire la tradizione, mi diletto a fare tantissimi esperimenti in cucina! Questa ricetta è stata pensata sin da quando, prima di Natale, siamo andati prima ad Evia, poi nel Peloponneso inseguendo sogni e progetti...e dappertutto ho visto bellissimi alberi di carrubo! Inutile dirvi che ho raccolto tantissime carrube ma poi sono rimaste lì per decorare il tavolo, dentro ad un cestone, in compagnia delle arance, mandaranci, un grosso melograno..Non ho usato i frutti colti ma la farina di carrube che al profumo ricorda forse un po' il cioccolato, un po' il caffè...

Ingredienti per le tagliatelle: (2 persone, a mio parere molto abbondante..)

160 g circa di semola di grano duro
40 g farina di carrube
2 uova

Per il sugo:

200 g di tacchino
½ cipolla rossa
2 cucchiai di olio
½ bicchiere di succo d'arancia
un po' di zenzero grattugiato
peperoncino
pepe rosa
pochissimo rosmarino*
4-5 cucchiai di panna
parmigiano a piacere

* se osservate la foto, con tutto il rosmarino che ho potevo accorgermene prima..manca la punta di quel ciuffetto! Ecco è la dose che ho usato per il sugo.

Setacciare assieme le farine, metterle a fontana sopra la spianatoia, (forse è meglio dentro ad una capiente terrina così evitate di sporcare troppo la spianatoia, dato che la farina è proprio nera!!) ed inserire le uova.
Mescolare al centro con una forchetta incorporando farina e per ultimo impastare con le mani finché la pasta non sarà bella liscia. Lasciare riposare coperto a campana per un' ora o più. Quindi tirare l'impasto a sfoglia e successivamente, non appena si saranno un po' asciugate, fare le tagliatelle.
In un tegame antiaderente appassire un po' la cipolla tritata, aggiungere il tacchino tagliato a striscioline e rosolare. Salare e bagnare con il succo d'arancia. Unire il resto degli ingredienti. Lasciare evaporare quindi aggiungere un po' di acqua calda o brodo e far cuocere per una decina di minuti a fuoco vivace. Unire la panna ed il parmigiano grattugiato.
Cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata e condire con il sughetto.

40 commenti:

  1. ciao Ornella molto originali queste tagliatelle!! buona domenica :)

    RispondiElimina
  2. Ciao tesoro, eccomi da te!!! Complimenti per questo stupendo piatto, molto invitante e originale!!! Sei sempre bravissima, ti abbraccio e a prestissimo!

    RispondiElimina
  3. Mi devo assolutamente procurare la farina di carruba, per LM...spero di rianimare il mio!! :D

    Grazie per esserti unita al mio "romantico" contest...bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  4. Anch'io tesoro sono per le sperimentazioni in cucina, non potrei farne a meno quindi approvo le tue al 100% :D! Sai che questa farina di carrube mi sta incuriosendo sempre di più? Dovrò decidermi ad acquistarla appena smaltisco un po' delle mega scorte che ho in dispensa. E quel sughetto profumtissimo dev'essere una favola. Un baciotto, buona serata

    RispondiElimina
  5. A me piacciono le carrube, le mangiavo quando ero piccola anche se mi dicevano che si danno ai cavalli, ma non ho mai assaggiato la farina, qui in India non le ho mai viste. Bellissimo fare esperimenti, sei bravissima. Ciao, un bacione.

    RispondiElimina
  6. Noi invece siamo tra quelli che non hanno mai assaggiato il carrube! quindi questa pasta ci incuriosisce parecchio! gustoso e particolare il condimento!
    bacioni

    RispondiElimina
  7. Nelle tue ricette, c'è sempre qualcosa in più...ciaoo Ornella.

    RispondiElimina
  8. Originale ricetta!! bravissima Ornella!!
    un bacione
    buona serata Anna

    RispondiElimina
  9. Che tagliatalle particolari!!!!!!!! Brava, un bacio.

    RispondiElimina
  10. Mi piaci quando sei "tradizionale" ma anche quando sei esploratrice dei sapori. Ottima e interessante questa preparazione, a parte il fatto che chissà dopo potrei reperire la farina di carrube....

    Un abbraccio stretto

    RispondiElimina
  11. per me sono molto originali visto che non ho mai usato la carrube!!!

    RispondiElimina
  12. Un piatto intrigante, io assaggio volentieri....del resto è risaputo che sono una buona forchetta.
    ciao!

    RispondiElimina
  13. Da poco ho appreso del'utilizzo della farina di carrube per dolci e oggi per la pasta. Del frutto ne vado matta ma mi ero fermata lì. So che è usato come surrogato del cacao. Posso quindi immaginare un pochino che gusto possa avere.
    Interessante anche il ragù.
    Grazie! Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  14. ciao, passavo per invitarti a un gioco di scambio ricette, ti va di partecipare? ti aspetto qui
    http://zasusa.forumattivo.com/t91-facciamo-un-gioco

    a presto

    RispondiElimina
  15. Davanti alle carrube ho sempre un atteggiamento di diffidenza. Le ho assaggiate un paio di volte, ma non mi hanno fatto impazzire. Chissà se cucinate e abbinate a qualcosa possono farmi cambiare idea? La ricetta adesso ce l'ho :) Complimenti per l'originalità.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. complimenti per il tuo blog! sono diventata tua follower perchè merita proprio!
    spero che tu voglia ricambiare facendo una visitina nel mio (anche se è appena nato quindi ancora poverello)
    http://imperatriceaifornelli.blogspot.com/
    ciao da Elisa

    RispondiElimina
  17. l'anno scorso istintivamente ho comprato le carrube senza poi saper cosa farci e poi ho fatto lo sciroppo, la crema e pure i biscotti....ma non mi ci avventuro più
    ;-))
    se vuoi darci un 'occhiata vai
    qui

    RispondiElimina
  18. E' troppo bello sperimentare e scoprire nuovi abbinamenti, conme in questa tua succulenta ricetta! E che ricordi mi hai fatto venire in mente con le carrube... le avevano i miei nonni nella campagna in Sardegna, che era un pò il "parco giochi" mio e delle mie sorelle, quando andavamo a trovarli!
    Bacioni

    RispondiElimina
  19. Ma qui si crea alla grande ! Ciao Ornella complimenti per questa pasta speciale !!! Sai che qui a Bergamo da un fruttivendolo un po' chic ho visto in vendita le carrube a 4 euro al kg ? Ciao e buona settimana !!!

    RispondiElimina
  20. Splendide queste tagliatelle, con la farina di carrube non ci siamo mai cimentate, ma abbiamo già visto in giro diverse cose interessanti, quindi non ci resta che procurarcela. Ottimo anche il condimento, cremoso e anch'esso intrigante, proveremo anche noi!
    Bacioni
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  21. Eh..la curiosità ci sarebbe di assaggiare questa farina....chissà, magari se capiterà l'occasione...
    Dev'essere davvero particolare...
    Ottimo anche il sugo, il connubio sembra proprio perfetto :D
    Un bacione
    Smack

    RispondiElimina
  22. ah si? in che paesino della prov di Vicenza vivevi? io ora vivo a Montagnana in provincia di Pd, prima di sposarmi abitavo poco distante da qui... e che ci fai di bello ad Atene?

    RispondiElimina
  23. Ciao Ornella, io sono già "spacciatrice" locale..ho la zona 3 Venezie.....immagina chi legge questi post..andremo in prigione :-D
    Bella idea, però il bello sarebbe di non farlo morire di stenti..il LM ha bisogno di cure e di affetto.....un bacione cara e buona settimana.

    RispondiElimina
  24. Ho deciso...inizio a spacciare, che ne dici? io però posso spacciare solo licoli, sono andata nel sito, mi sono iscritta, adesso vediamo....Invece per le tagliatelle di carrube, sono splendide, l'altro giorno ho trovato la farina e ho pensato la compro mi può servire, ma non l'ho comprata, ora la vado a cercare di nuovo, non mi ricordo dove l'ho vista...ma l'hai inventata o trovata? baci

    RispondiElimina
  25. Una ricetta molto molto originale! Non ci avrei mai pensato, bacioni vado a vedere per il lievito madre...

    RispondiElimina
  26. ...farina di carrube??? questa mi manca...Cnq la ricetta mi acchiappa...tacchino, succo d'arancia, zenzero...mhmmm ottimo!
    un saluto affettuoso
    s

    RispondiElimina
  27. carinissima la cosa di spacciare la pm!!=) e tu hai fatto un sacco di cose buonissime in sto periodo!!!mi sono assentata un pò perchè ero in una sorta di crisi ma ora... sono tornata!!=)
    complimenti anche x queste stupende e particolarissime tagliatelle!=)
    buona serata a presto baci vale

    RispondiElimina
  28. davvero interessantissima la ricetta, non ho mai usato la farina di carrube, ma vado a cercarla perchè mi attira il sapore che dici.
    E grazie per la pubblicità, sai che mi diceva Riccardo del blog pasta madre che c'è uno "spacciatore" anche in Brasile? io ti consiglio di iscriverti perchè magari qualcuno vicino a te la cerca non si può mai sapere iscriversi non costa nulla no? dai dai... che diventiamo una rete grandissima e poi si può anche spedire... un bacione e grazie ancora di tutto! Ely

    RispondiElimina
  29. Eccooo!! Ecco cosa fare della farina di carrube che ho preso sperando in un addensante a freddo e che gioace là in dispensa!
    Salvo subito!!

    RispondiElimina
  30. Hoy el traductor no funciona!, paso mañana para leer bien la receta...pero te mando besitos amiga!!!

    RispondiElimina
  31. Ma la farina l'hai fatta tu?
    Ho letto che si fa dai semi.
    A settembre scorso ho comprato una manciata di carrube in Sicilia, ho polverizzato la buccia pensando che fosse questa la farina, meno male che ho cercato su Internet. Ho una decina di semi, chissa quanta farina riesco a fare ;-)
    Bellissimo piatto.
    Baci!

    RispondiElimina
  32. @ Ale, io le trovavo nel cesto della Befana, come dolce!

    @ Rossella, anche qui costa molto,più di 5 euro al kg!

    @ Imperatrice, ti ho risposto via mail :)

    @ "Libere di spacciare" lievito madre quanto vogliamo...accetto anche la galera basta che mi fai compagnia tu!

    @ Tamara, l'ho comprata.

    @ Juana cara, ogni tanto, spesso google fa i capricci!

    @ Anna,
    no l'ho comprata! La farina, da come ho letto in varie parti, viene prodotta con tutto il frutto. Se macini solo il seme diventa un addensante molto efficace! Guarda questo
    http://www.cibo360.it/alimentazione/cibi/frutta/carrube.htm


    @ Tutti, un grande grazie e bacioni!!

    RispondiElimina
  33. mai usata questa farina, l'aspetto è molto invitante, proverò a vedere se la trovo al super, mi piace!!

    bacioni

    RispondiElimina
  34. Un primo paitto originale! e che bella la pasta madre,complimenti!

    RispondiElimina
  35. sai che non sapevo assolutamente si potesse usare come farina?mi hai dato una idea super da provare subito!

    RispondiElimina
  36. non so' che sapore abbia.....
    la ricetta è invitantissima..
    come al solito sei bravissima!!
    bacini
    Enza

    RispondiElimina
  37. Ma dai addirittura la farina di carrube, ma questo è un piatto da vero chef!!! geniale!! un abbraccio :)

    RispondiElimina
  38. l'hai inventata o trovata, mi riferivo alla ricetta, è ovvio non alla farina....baci

    RispondiElimina
  39. Ma come diavolo fai Ornella?! Te le studi di notte!? Sei proprio bravissima! Dall'aspetto sembrano incantevoli, ma non so immaginarne il sapore... le carrube sono un pò dolciastre, o no? Ti abbraccio forte forte e ti chiedo scusa per la mia assenza... per me è un periodo un pò... così! Baci grandi! TVB!

    RispondiElimina
  40. Un grandissimo GRAZIE a tutte!!

    @ Tamara,
    è il risultato di tante prove...penso che sarebbero buoni anche i ravioli...Baci

    @ Anastasia,
    tesoro, grazie! Spero non sia nulla di preoccupante!Ti abbraccio forte forte!

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails