domenica 12 febbraio 2017

Quanti modi di fare e rifare: la Cicerchiata

I nostri appuntamenti con la Cuochina, Anna e Ornella, sono molto attesi per tanti motivi. Ma penso che principalmente siano: perché si cucina in allegra compagnia divertendosi e, soprattutto, s'imparano tantissime, bellissime e utilissime cose nuove! 
Nel nuovo menù 2017, ci sono ottime ricette tradizionali regionali, che la Cuochina ha preparato personalmente, attingendo dal libro “ le Ricette Regionali Italiane” edito da Solares.
Dunque oggi, prepariamo insieme per Quanti modi di fare e rifare..
un fantastico dolce carnevalesco: la Cicerchiata, nato in Umbria, ma la sua preparazione si è così largamente estesa in Abruzzo-Molise tanto da farlo ritenere abruzzese.
Non ho mai fatto questo dolce e pensavo fosse difficile, invece niente di più semplice! Buonissimo!

Ingredienti:
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  • 1/2 cucchiaio di aroma mandorla
  • 100 g circa di farina debole
  • olio per friggere qb
  • 40 g di mandorle
  • 150 g di miele
  • buccia grattugiata di 1/2 limone
  • buccia grattugiata di 1/2 arancia
In una ciotola, sbattere l'uovo, unire l'olio, l'aroma mandorla e la buccia di limone grattugiata. Unire a piccole dosi la farina, tanta quanta ne occorre per ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso.
Realizzare dei bastoncini grossi quanto una matita. Con un coltello tagliare dei tocchetti di circa 1/2 cm, arrotolarli fra le mani formando delle palline. Friggerli in olio bollente in piccole quantità, fino a quando diventano dorate.

Scottare le mandorle in acqua bollente, pelarle e tagliarle per la lunghezza ottenendo dei filetti. Far sciogliere il miele in una pentola abbastanza capace, quando diventa di un bel colore ambrato, togliere la pentola dal fuoco, unire le palline fritte e le mandorle insieme alla buccia di limone e arancia grattugiata.

Mescolare bene e formare una ciambella, ricoprire con granella di zucchero.

Ci ritroviamo il mese prossimo, 12 marzo, sempre alle ore 9:00 per fare Gulasch di manzo (Rindsgulasch)
Vi aspettiamo in tanti!!

Nel blog di "Quanti modi di fare e rifare" e nella pagina di Facebook della Cuochina si possono visualizzare tutte le versioni proposte oggi e tanto altro!  QUI per scoprire il menù 2017!

QUI 
ULTIMI INSERITI!! per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2016
per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2015
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2014
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2013
la prima e seconda parte del pdf anno 2012
ed il pdf intero delle ricette anno 2011

11 commenti:

  1. Cara Ornella, allegra e profumata alle mandorle la tua Cicerchiata, un abbraccio grandissimo!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Socia, bellissima anche la tua cicerchiata. Sono dolci buoni e facili, ma meglio non esagerare visto che sono fritti. Ma a carnevale tutto vale, anche ingurgitare qualche fritto in più ;)

    Anche questa volta ce l'abbiamo fatta, grazie di tutto! Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia di dolce... buono e coreografico, perfetto per il carnevale. Vien voglia di rifarlo subito ... e al diavolo la dieta!!! Bellissima la tua versione e... grazie, come sempre ♥♥♥

    RispondiElimina
  4. le ricette regionali hanno sempre un fascino incredibile! ottime proposte le vostre! e bellissima la tua cicerchiata! Un bacione!

    RispondiElimina
  5. A Napoli li chiamiamo struffoli e aggiungiamo i confettini colorati sopra ma la ricetta è davvero molto simile del resto la cucina regionale si assomiglia molto e la tua cicerchiata è uno spettacolo!Baci,Imma

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutte di cuore!♥ ♥ ♥

    RispondiElimina
  7. ciao Ornella, che profumo buono di fritto nella tua cucina
    ..profumo di carnevale e troooppo buona la tua
    cicerchiata profumata di mandorle e arancia-limone.
    Un bacio e mille grazie dalle 4 apine

    RispondiElimina
  8. La cicerchiata è stata davvero una scoperta maravigliosa, complimenti per la scelta!
    Quante cose impariamo con la Cuochina!
    Un abbraccio, a presto ....

    RispondiElimina
  9. Ciao Ornella, è un po' che non vengo a trovarti ma è un periodo che non va bene. Ottima questa ricetta ma non sono molto portato a fare dei dolci (salvo il tiramisù). Verrò a leggere sicuramente la tua ricetta del gulash e nel contempo visiterò Anna. Buona domenica.

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails