mercoledì 25 maggio 2016

Sgranocchie di mais e semi vari per l'impasto nr.14 della Cuochina

La Cuochina non si ferma mai! Sempre piena di vigore e con le mani in pasta! Come si fa a non seguirla? E se propone un impasto base nuovo? Ovvio, si prova immediatamente! 
L'ultimo arrivato è l'impasto base nr 14, della Cuochina Anna: un nome, una garanzia nei lievitati! 
In un primo momento volevo chiamarli sgranocchi, poi ho visto che è già in uso da una famosa ditta... così l'ho trasformato al femminile in sgranocchie.
Ho usato il mais in scatola al posto dei fagioli.

Impasto base: pre-impasto
  • 180 g di passato di mais
  • 120 g di licolfico attivo
  • 100 g di segale macinata grossa
  • 20 g di acqua
Ho scolato il mais, l'ho lavato velocemente, pesato 180 g e frullato.
In una ciotola, ho messo licolfico rinfrescato 2 volte, la farina di segale e acqua. Ho mescolato con un cucchiaio, coperto con pellicola per alimenti e ho lasciato a temperatura ambiente per 1 ora circa. Quindi ho riposto la ciotola in frigo.
Il mattino seguente a questo pre-impasto ho aggiunto:
  • 400 g di farina (12% di proteine) 
  • 100 g di farina dei segale macinata gossa
  • 300 g di acqua
  • 50 g di semi di lino
  • 50 g di semi di sesamo
  • 50 g di semi di girasole
  • 50 g di olio extravergine di oliva
  • 12 g di sale
Ho iniziato mettendo nella ciotola della planetaria il pre-impasto, l'acqua e la farina. Dopo qualche minuto ho unito i semi, ho lasciato impastare ancora per 10 minuti circa. Fatto questo, ho aggiunto l'olio ed il sale e impastato ancora per altri 10 minuti. Ho versato l'impasto sopra l tavolo infarinato abbondantemente ho inziato a piagarlo a tre e continuato fino ad incordatura. Ho fatto una palla e messo a lievitare coperto fino al raddoppio. 
A questo punto ho fatto dei panini rotondi del peso di circa 80 g cadauno(9 pezzi). Il rimanente impasto l'ho steso col matterello, sopra il tavolo infarinato, dello spessore di circa mezzo cm. Ho coperto entrambi, sia i panini che le sgranocchie tagliate con la roltellina dentellata (30 pezzi), e lasciato lievitare finchè i panini non erano raddoppiati. A questo punto ho praticato un taglio in verticale, arrivando ad un cm dal bordo, alle sgranocchie. Infornato a forno preriscaldato a 200° fino a doratura. Le sgranocchie sono una tira l'altra veramente..i panini ottimi anche quelli.


5 commenti:

  1. Si vede benissimo che queste sgranocchie sono una tira l'altra, ma anche i panini sono goduriosi, penso che siano ottimi anche senza farcirli, vero?
    Grazie mille cara Socia, per aver usato anche quest'ultimo impasto base, io non potrei più panificare senza gli impasti base, non saprei dove mettere le mani.
    Baci

    RispondiElimina
  2. wow,che delizia,complimenti,queste sgranocchie le salvo per farle quanto prima,buon pomeriggio

    RispondiElimina
  3. Ma che buoni e golosi, davvero speciali!Ideali per l'inzuppo! Ciao Siamo Mirta e Patata e ci siamo unite al tuo blog come lettrici fisse. Complimenti per tutte le ricette e le splendide presentazioni! Ti mandiamo un abbraccio a presto Mirta e Patata.

    RispondiElimina
  4. che ricetta particolare questa, mi entusiasma! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. Che belli e certamente buoni sia le sgranocchie che il pane, un abbraccio!!!

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails