domenica 8 marzo 2015

Quanti modi di fare e rifare i maritozzi

Confesso che la ricetta di questo mese per Quanti modi di fare e rifare non l'avevo mai fatta ed i maritozzi erano una leccornia mai assaggiata! Forse perché non ho mai visitato Roma?? Che ne dite Cuochine si potrebbe fare in questa città un incontro tra di noi?


Comunque oggi grazie a Silvia del blog acqua-farina sississima, e alla Cuochina che ogni mese ci riunisce in tanti per rifare ricette stupende, insegnandoci moltissime cose nuove e facendoci viaggiare per tutto il pianeta, ho potuto finalmente gustare i famosi maritozzi.

Per fare l'impasto adattandolo al licoli, all'inizio pensavo di usare l'impasto base nr.3 della Cuochina, ed in parte ho seguito quello ma poi avendo aggiunto zucchero ed olio è risultato troppo idratato e, di conseguenza, molto appiccicoso. Così ho unito un po' di farina in più. 
Non è finita qui..I canditi non mi piacciono comprati e la frutta biologica non è facile trovarla per farli home made così al posto del cedro o dell'arancia ho optato per il caffè solubile. Il risultato per me è ottimo! La panna montata ci sta benissimo con il caffè!

Ingredienti per 12 maritozzi
  • 230 g di farina di forza
  • 105 g di acqua tiepida
  • 90 g di licoli rinfrescato almeno 3 volte
  • 50 g di zucchero
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 75 g di uvetta
  • 20 g di pinoli
  • 2 cucchiaini colmi di caffè solubile
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
Per la lucidatura
  • 3-4 cucchiai ci acqua bollente
  • 25 g di zucchero
Ho iniziato mettendo licoli nella ciotola della planetaria, ho versato l'acqua tiepida, il caffè solubile e lo zucchero. Ho fatto sciogliere. Ho aggiunto la farina e fatto impastare. Dopodiché ho unito l'olio ed il sale. Quando l'impasto si è avvolto al gancio pulendo il fondo della ciotola, l'ho tolto dalla ciotola della planetaria e ho aggiunto l'uvetta ed i pinoli facendoli incorporare a mano.
Quindi ho messo tutto a lievitare coperto con la pellicola. Quando l'impasto è raddoppiato ho fatto un filone, tagliato in 12 pezzi e modellato dei panini ovali.. Ho messo a lievitare nuovamente coperti. A raddoppio ho infornato per 10 minuti a forno preriscaldato a 200°C. Nel frattempo ho sciolto il rimanente zucchero nell'acqua bollente e con un pennello ho pennellato i maritozzi. Ho infornato ancora per un paio di minuti. Tolti dal forno, lasciati raffreddare, quindi tagliati e farciti con panna montata..fantastici!
Grazie cara Silvia, una ricetta stupenda!

Il prossimo appuntamento sarà con le favolose Lasagne verdi emiliane di Susanna del blog Afrodita's kitchen!
Vi aspettiamo!!
 
Nel blog di "Quanti modi di fare e rifare" e nella pagina di Facebook della Cuochina si possono visualizzare tutte le versioni proposte oggi e tanto altro! QUI per il menù 2015!
QUI
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2013,
la prima e seconda parte del pdf anno 2012,
ed il pdf intero delle ricette anno 2011



12 commenti:

  1. belli soffici e golosi!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. Io ci sto per Roma cara Socia, con un cestino pieno di maritozzi al caffè solubile :)
    Sarebbe bello, accontentiamoci di sognare :)
    Anche oggi la nostra sintonia è stata eccellente, siamo sempre le migliori ;) al prossimo mese cara!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Complimenti Ornella, sembrano un mare di sofficità!
    La ricetta di Silvia è stata davvero splendida da rifare e a me ha riportato un po' all'infanzia

    RispondiElimina
  4. Molto belli. Davvero una ricetta buonissima che a me personalmente ha fatto fare un figurone!!!

    RispondiElimina
  5. Buoni col caffè, noi abbiamo già il trolley pronto!!!
    Un abbraccio grande e alla prossima!

    RispondiElimina
  6. Il licoli è proprio favoloso vedo ottimi risultati anche da te, complimenti. Roma è sempre bellissima sono appena tornata da un weekend breve ma davvero bellissimo.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Mi credi, proprio questo dicevo con mio marito,siamo stati a Roma tante volte, da soli e insieme, l'ultima proprio a dicembre, ma i maritozzi non li abbiamo mai assaggiati!
    Eppure quando viaggio preparo sempre anche l'itineraio gastronomico, un errore imperdonabile:-)
    Ci voleva la Cuochina per farmi rimediare !!!!!
    Favolosa la versione al caffé, assolutamente da provare!!!!
    Buona domenica, a presto ....

    RispondiElimina
  8. Allora appuntamento a Roma! Un abbraccio grande grande a presto

    RispondiElimina
  9. Ornella pieno di cose belle questo post, con un sogno e positivo!!
    Non in ordine di seguenza ma sono Roma, polvere di caffè al posto dei canditi,
    il licoli con dei super maritozzi e tulipani che sbocciano!!
    Grazie.....Ornella....belle giornate e .....Roma? Bellissimo!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  10. Che belli i tuoi maritozzi! Io ci sono stata a Roma, 4 volte se non sbaglio, ma allora ignoravo tutto quanto conosco oggi della cuicna italiana! Se sarà una quinta volta li assagio senz' altro, al loro luogo di nascita!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails