giovedì 16 ottobre 2014

Kanelsnurrer


L'autunno è una stagione che amo molto.


Nel tempo libero mi piace passeggiare tra i boschi ed ammirare i colori caldi, dorati che madre Natura indossa per l'occasione...ma anche rimanere a casa, al calduccio magari ad impastare, per esempio questi dolcetti che sono molto autunnali-invernali: kanelsnurrer!
La ricetta è frutto sia della mia esperienza coi lievitati che dei consigli di un'amica norvegese-svedese, che ringrazio :-)

Ho usato lievito di birra e poolish...ho orari di lavoro abbastanza lunghi, per cui  non ho più potuto rinfrescare licolampone e così è passato a miglior o peggior vita, dipende dai punti di vista!

Dosi per circa 12-14 kanelsnurrer

Poolish fatto alla sera prima:
  • 150 g di farina di forza
  • 150 g di latte intero
  • 3 g di lievito di birra fresco
Impasto
  • tutto il poolish
  • 420 g di farina di forza
  • 100 g di latte **
  • 5 g di lievito di birra fresco
  • 80 g di zucchero
  • 80 g di burro
  • 1 uovo grande intero
  • ½ baccello di vaniglia
  • 6 g di sale
per la crema di burro alla cannella
  • 80-100 g di burro a temperatura ambiente ***
  • 80-100 di zucchero ***
  • cannella in polvere
**  il latte può essere aumentato di un po', se la farina assorbe molto i liquidi. Ma non bisogna esagerare perchè dobbiamo calcolare che, dopo l'aggiunta del burro, l'impasto diventerà abbastanza idratato. Per evitare di aggiungere troppa farina mentre si tirano le sfoglie, deve risultare morbido ma non appiccicoso.
*** le dosi del burro e dello zucchero per farcire sono a piacere. Si può usare anche lo zucchero di canna

La sera ho mescolato con la frusta 150 g di latte tiepido in cui ho sciolto il lievito di birra e 150 g di farina. Ho coperto e lasciato lievitare fino al mattino.
Il giorno seguente ho messo nella ciotola della planetaria il latte tiepido con la raspatura di vaniglia, sciolto il lievito, aggiunto il poolish, l'uovo, la farina, lo zucchero e lasciato impastare per una decina di minuti. Quindi ho unito il burro morbido ed infine il sale. Ripreso ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio.
Ho messo quindi in una ciotola, coperto con un foglio di carta da forno e sopra pellicola trasparente. Ho lasciato a lievitare fino ad oltre il raddoppio. Purtroppo qui le temperature in questo periodo non sono ottimali per gli impasti..ci sono volute parecchie ore per raddoppiare. 
Fatto questo ho diviso l'impasto in tre pezzi, col matterello li ho stesi a rettangolo pressapoco 30x40 cm. Su tutta la superficie della prima sfoglia ho distribuito metà del burro sbattuto con lo zucchero e cannella. Vi ho adagiato sopra la seconda sfoglia. Sopra questa seconda sfoglia ho spalmato il resto del burro e cannella. Ho chiuso con la terza sfoglia e ho tagliato a striscioline di circa un cm. Arrotolato un po' a spirale avvolto su se stesso facendo uscire il capo della strisciolina da sotto a sopra. Ma la foto forse fa capire meglio.
Ho disposto i kanelsnurrer sopra la placca da forno con la carta apposita, coperto e fatto lievitare per circa due ore. Ho infornato a forno preriscaldato a 200°C per circa 10-15 minuti.
Il burro con lo zucchero fuoriesce un po' in cottura creando sotto una sottile crosticina caramellata.
Sono ottimi! Veramente "uno tira l'altro"..:-)




20 commenti:

  1. Che profumino delizioso a casa della mia Socia! Ti avevo chiesto di spedirmene uno appena cotto...... lo sto ancora aspettando ;)
    Un giorno o l'altro mi toccherà mettere le mani in pasta :)
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo porto a mano fra qualche giorno :-) Un abbraccio

      Elimina
  2. fantastici,che belli,grazie cara

    RispondiElimina
  3. La forma mi piace molto, immagino il profumo e la bontà.

    RispondiElimina
  4. Ornella sei sempre la migliore!!!!
    un abbraccio grande
    irene

    RispondiElimina
  5. che golosità! non li conoscevo, proverò questa ricetta!

    RispondiElimina
  6. Sono favolose Ornella!!!
    Mi salvo la ricetta e le provo!!
    Un caro saluto e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  7. Che belli ...e sicuramente buoni !!! Da provare!
    ciao

    RispondiElimina
  8. fantastici!
    sempre bravissima Ornella, complimenti.
    Ho messo la ricetta nella wish list, ci proverò prima o poi.
    La foto dell'autunno in Norvegia è favolosa
    Buon fine settimana e sorrisi per te

    RispondiElimina
  9. Intrecci golosi e morbidi... E super cannellosi! Spezia che adoro e di cui mi drogherei! Segno subito! :)

    RispondiElimina
  10. Ciao Ornella, scusa la lunga assenza, ma sono stato impegnato con una traduzione. Noto che da ricette greco-italiane si passa poco a poco alle norvegesi, che comunque mettono l'acquolina in bocca. La foto è molto bella e, visto che vado a passare qualche giorno in campagna, spero di poterti imitare. Un abbraccio a tutta la famiglia e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  11. sono davvero belle queste girelle particolari, diverse dal solito, alla cannella!!! mi piacciono davvero tanto e sanno di Natale!!! che brava!

    RispondiElimina
  12. non vedo l'ora di prepararli sono favolosi,! grandissima!

    RispondiElimina
  13. Bellissima ricetta, tento di rifarla con molto piacere, Giulia Consiglio di ricettexbimbi.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello, grazie Giulia! A presto allora :-)

      Elimina
  14. Cara Ornella, sto cercando informazioni su questi dolci, mi sai dire se hanno qualcosa in comune con gli americani cinnamon rolls o con le girelle svedesi chiamate kanelbullar? Snurrer cosa significa? Grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susanna, non saprei se hanno in comune qualcosa con i cinnamon rolls. Il nome sicuramente! Comunque da quello che so io, i kanelsnurrer sono la stessa cosa dei kanelbullar in svedese, kanelboller in norvegese, solamente più ricchi di burro, cannella e di zucchero (dato che all'interno ne hanno due strati). Boller o bollar chiamano anche i panini rotondi al latte, per cui significa circolare, rotondo appunto. Non conosco il significato esatto di snurrer ma si riferisce alla forma attorcigliata. Domani chiederò alla mia collega :-)

      Elimina
    2. Grazie Ornella, sei stata molto gentile!!!!
      Sono sempre molto curiosa di sapere le origini e la storia di ciò che cucino

      Elimina
    3. Di nulla Susanna! Ho chiesto alla mia collega e ha confermato quello che avevo scritto ieri :-) Un abbraccio a domani!

      Elimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails