martedì 28 febbraio 2012

Pane dolce Rotiboy


Non sono riuscita a trovare informazioni in lingua italiana su questo pane dolce che mi ha letteralmente conquistata, non appena ho visto ricetta e foto di Hilmar nel suo bellissimo blog. Vi posso assicurare che è anche di una bontà indescrivibile! Cercando di tradurre al meglio, ho capito che è originario dalla Malesia ed è diventato molto popolare soprattutto in Asia. 
Però, ad esempio in Cina, viene chiamato "pane messicano", probabilmente per la "glassa" che lo ricopre molto in uso in Messico.
Come sempre la mia sfida è stata prepararlo con il licoli, ma immagino sia ottima anche la versione con il lievito di birra: questa delizia al primo morso vi piacerà; soffice, soffice, con una nota croccante nella crosta...provatelo e poi me lo descriverete voi :-) 
Ricetta della bravissima Hilmar del blog "Mi Ricetas Favoritas", adattata al lievito liquido, licoli, fra parentesi e in rosso le mie variazioni.


Ingredienti: (per circa 9-10 panini).
  • 250 g farina forte ( io 200 g di manitoba)
  • 30 g zucchero (io aromatizzato alla vaniglia)
  • 2,5 g lievito istantaneo secco oppure 8 g di lievito di birra fresco ( io 125 g di licoli)
  • 4 g. sale ( io 3)
  • 25 g uovo, leggermente sbattuto
  • 130 g acqua fredda (io 80 g a temperatura ambiente)
  • 20 g burro

Strato esterno:
(chiamato crema messicana):
  • 40 g burro a temperatura ambiente
  • 40 g zucchero a velo
  • 40 g uovo, leggermente sbattuto
  • 40 g farina autolievitante
(Se si vuole aromatizzare al caffè, aggiungerne mezzo cucchiaino di istantaneo solubile, io ho aggiunto un po' di buccia d'arancia grattugiata)

Per il procedimento col lievito di birra vi rimando da Hilmar
Questa la mia versione col licoli. Ho iniziato alla sera.
Nella ciotola della planetaria sciogliere il licoli con l'acqua e poi unire tutti gli altri ingredienti ad eccezione del burro. Impastare per due o tre minuti quindi incorporare il burro a temperatura ambiente e continuare ad impastare finché la pasta, pur rimanendo molto morbida, prenderà elasticità.
Con le mani infarinate mettere il composto in una terrina unta con un po' di burro, coprire con la pellicola e lasciare lievitare a temperatura ambiente per tutta la notte.
Il mattino seguente, sopra un piano infarinato, dividere l'impasto in pezzi da 50 g circa. Coprire e lasciare riposare per 15 minuti. A questo punto si può inserire al centro di ogni pezzo del burro (circa 10 g) o crema pasticcera, (io ho fatto diverse versioni: al naturale come quest'ultime, con ripieno di burro, con mele e uvetta, con crema pasticcera...) richiudere bene e modellare con le mani fino a formare delle palline rotonde.
Mettere in stampini individuali o direttamente sopra la placca del forno (ricoperta di carta da forno) lasciando un bel margine di separazione tra uno e l'altro.
Coprire e lasciare lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio ( le mie sono lievitate in circa 1 e mezza).
Nel frattempo preparare la crema messicana: montare il burro morbido a lungo con lo zucchero a velo. Unire l'uovo, la farina setacciata e sbattere fino a formare una crema soffice, metterla in una tasca da pasticcere e riporre in frigo nell'attesa della lievitazione dei panini.
Una volta lievitati, con la crema disegnare una spirale sopra ogni panino, infornare a 190° per circa 15-20 minuti, finché non prendono il colore del pane cotto. Togliere da forno e mangiarli preferibilmente ancora caldi per meglio gustare la croccantezza e friabilità della crosta.
..e aperto..

alla prossima :-) Non so da voi ma qui ad Atene sta nevicando alla grande! Dopo le giornate primaverili calde e soleggiate della settimana scorsa, da ieri siamo in pieno inverno!!




29 commenti:

  1. Sono meravigliosi questi panini, voglia irresistibile di morderli!:)

    RispondiElimina
  2. Grazie a te sto facendo un'ottima colazione!!!

    RispondiElimina
  3. Io continuo ad essere incantata da questi panini-brioche. Hanno una forma meravigliosa con quella cupoletta, sono così teneri che mi dispiacerebbe quasi mangiarli. Ma poi basta vedere l'interno sofficioso per cambiare idea ^_^
    Dicono marzo pazzerello ma quest'anno febbraio lo sta battendo alla grande! Un bacione tesoro, buona giornata...innevata!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. ...stupendi!! Hanno la forma e il colore di tanti piccoli soli, mettono allegria! :) Segno la ricetta :>

    RispondiElimina
  5. a prima vista mi sembravano tanto delle tortine di carote.. ed invece..!?!? guarda qui che pane goloso.. segno subito questa ricetta!

    RispondiElimina
  6. Bellissimi segno segno che belli e tu sempre brava!! Neve?? o mamma mia mi hai fatto venire freddo ^_^
    bacioni Anna

    RispondiElimina
  7. Una novità! Non li conoscevo. Adesso mi hai davvero stuzzicato l'appetito! :)

    RispondiElimina
  8. il mio licoli attende di essere usato, una domanda sarà meglio riattivarlo prima dell'utilizzo o procedo normalmente?...scusami, ma ancora non riesco a capirlo molto.

    ciao loredana

    RispondiElimina
  9. che belli!!! anche a me fanno venir voglia di mangiarli,penso che mi appunterò la ricetta.
    A presto.

    RispondiElimina
  10. @ Loredana,
    io tolgo il licoli dal frigo e ne rinfresco una parte 2-3 volte per usarlo. Hai già provato a preparare qualcosa con questo lievito, come ti trovi? Baci

    @ Grazie a tutte!

    RispondiElimina
  11. ma che meraviglia...ornella fantastici!!!!bacio

    RispondiElimina
  12. che posso dire di questi magnifici panini? la loro forma è deliziosa, sembra un sole :-) l'interno è così soffice che ti invoglia a mangiarli! segno la ricetta non si sa mai :-) baci Ros

    PS a Milano è primavera!

    RispondiElimina
  13. Ma che meraviglia Ornella cara,qui da te trovo sempre nuove ispirazioni...e quello è il guaio..Ma questi sono da provare assolutamente!!Un baciuzzo cara..qui da me oggi c'è un sole splendente,c'è profumo di primavera!!

    RispondiElimina
  14. Ornella , grazie della tua gentilezza, allora il licoli è lì che giace in frigo, è attivo quando lo rinfresco, ma ancora non riesco ad usarlo...non capisco bene quanto ne occorra per le dosi, già ho difficoltà con il lm, pensa un pò.

    Però mi attira e adesso spulcio nel tuo blog qualche bella ricettina , lo riattivo e lo uso!!

    grazie

    RispondiElimina
  15. @ Loredana,
    grazie a te! Io di solito inizio con 50 g o più, per arrivare al terzo-quarto rinfresco con la quantità sufficiente per pane, fette biscottate e altro..ci sono dei giorni che ho 4-5 impasti a lievitare :) Baci

    RispondiElimina
  16. Carissima questo pane è bellissimo, spero non ti dispiaccia ma penso che lo proverò prestissimo anche se con lievito di birra perchè il mio lievito liquido ultimamente è in crisi
    grazie per questa bellissima ricetta
    ciao Manu

    Ps: che bello se nevicasse anche qui, quest'anno ha nevicato da tutte le parti tranne che qui

    RispondiElimina
  17. Una vera meraviglia! E ti è arrivata la neve per godertelo meglio Buona serata carissima

    RispondiElimina
  18. che buoni questi panini dolci, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  19. che curiosi questi panini e non fatico a credere che siano anche buonissimi!
    A parte tutto sono anche molto belli da vedere,l con quella superficie liscia e uniforme che lascia indovinare tutta la loro morbidezza.
    Mi piacerebbe proprio addentarne uno in questo momento!
    Baci, buona giornata
    (qui da noi è tornato il sole dopo le settimane di maltempo con la neve e sembra che stia, anche se molto lentamente, iniziando la primavera...ma fa comunque ancora freddo!)

    RispondiElimina
  20. Questa ricetta mi ha colpito moltissimo... Già segnata e candidata alla realizzazione :-) Grazie per la condivisione! Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  21. Sembra veramente meraviglioso!Un bacione!(quando ti invidio,qui a Zante non nevica quasi mai!)

    RispondiElimina
  22. proprio carini questi dolcetti complimenti !!!!

    RispondiElimina
  23. Che spettacolo! Che voglia di provarli! Per domani mattina sarebbero perfetti! :)

    RispondiElimina
  24. Questi sono da fare assolutamente!
    Kiss! :D

    RispondiElimina
  25. ma che spettacolo!!!!anch'io guardo Hilmar, mi perdo nelle sue ricette, questi però non li avevo visti...quando ho avuto il periodo cinnammons rolls ero indecisa tra la tua ricetta e la sua!alla fine ho stampato la tua.

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails