mercoledì 30 novembre 2011

Dolcetti con farina di farro ripieni


Questi dolcetti dell'isola di Salamina, dal nome quasi impronunciabile.. κουγκουλούαρι ( si pronuncia kuguluari)  li ho scoperti dal mio chef preferito, poi per "strada" ho cambiato vari ingredienti ma sono sempre ottimi!
L'ultima versione con la farina di farro, mi è piaciuta moltissimo  per l'abbinamento con la zucca! La ricetta originale la potrete trovare qui.

Ingredienti per una ventina di dolcetti:
per l'impasto:
  • 250 g di farina (125 bianca-125 farro)
  • 50 g di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di aceto
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di Baking Powder (lievito in polvere)
  • acqua tiepida q.b.

per il ripieno:
  • 250 g di zucca tritata e strizzata dal succo*
  • 80 g  di uvetta
  • 100- 120 g di zucchero nero di canna
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 60 g di riso cotto in acqua
  • un po' di maizena per tirare la pasta
  • zucchero a velo e cannella per guarnire.

* Della serie il cibo non si butta..con il succo della zucca ho impastato qualche koulouria con l'uvetta :-) peccato che sono finiti prima di poterli fotografare!

Setacciare assieme le farine e il lievito. Mettere in una terrina, fare un buco al centro ed inserire l'olio, l'aceto, il sale e tanta acqua tiepida quanto basta per ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso. Impastare bene, fare una palla e lasciare riposare coperto. Nel frattempo preparare il ripieno.
In una terrina mettere la zucca, aggiungere lo zucchero, la cannella, l'uvetta ben lavata, il riso e mescolare bene. Lasciar marinare gli ingredienti.
Dopo un'ora o più, dividete l'impasto in 20 pezzi, spolverizzate appena il tavolo da lavoro con la maizena e con il matterello tirare a sfoglie rotonde sottili. Al centro collocate il ripieno e chiudere a raviolo o in qualunque modo vogliate. Disporre sopra la placca del forno ricoperta di carta da forno e cuocere a 180° per 20-30 minuti, comunque finché non sono dorati.

Partecipo alla raccolta di Lia






30 commenti:

  1. a me piacciono molto i biscotti ripieni, soprattutto s el'involucro è una sfoglia così sottile come la tua. Voglio provare così sperimenterò anche la farina di farro. Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao Ornella, questi dolcetti sono davvero particolari e sembrano ottimi! dolci con la zucca non ne ho mai mangiati, devo subito rimediare ^-^ a presto!

    RispondiElimina
  3. Ornella cara, questi simil ravioli sono molto originali e saranno gustosissimi.. caspita, che ripieno! :) Sono contenta di rileggerti, sono stata un po' latitante in generale!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Eccoli finalmente i dolcetti al farro :) E il mio sesto senso non sbagliava quando sentiva che arano deliziosi. Quel ripieno riso-zucca-cannella mi ispira un botto ^__^ Certo sei un proprio vulcano gioia, non sarei mai arrivata a pensare di “riciclare” il succo della zucca per un lievitato. Mitica :) Un bacione grande grande

    RispondiElimina
  5. Ciao carissima Ornella, ecco un'altra delel tue ricette che mi fanno....impazzire: per l'uso della farina di farro, della zucca, delle uvette...tutte cose che ADORO! Brava, questa la ripropongo assolutamente :-)
    Un abbraccio forte e a presto,
    simo

    RispondiElimina
  6. L'aceto nell'impasto?????E che funzione ha?
    Tolto questo questi impronunciabili dolcetti stuzzicano la mia gola, aggiungo subito la tua ricetta, è davvero particolare!!!

    RispondiElimina
  7. mai sentita!!!
    e pensa che a salamina ci ho passato diversi week end eoni fa!!!
    bacio

    RispondiElimina
  8. Non sapevo questi dolcetti!Che nome strano anche per una greca come me!Sembrano buonissimi!Un bacione,carina!

    RispondiElimina
  9. Che dire ,trovo questi dolcetti insoliti, golosi profumati, particolari,hanno tutte le carte in regola per stuzzicare la mia voglia di provarli!!!

    RispondiElimina
  10. hanno un aspetto delizioso questi dolcetti!

    RispondiElimina
  11. Devono essere deliziosi, quel ripieno è tutto un "programma".

    RispondiElimina
  12. @ Grazie a tutte!

    @ Great e Lenia davvero non li avete mai sentiti? Forse è una delle tante ricette che Mamalakis scovava di qua e là per la Grecia quando no era in dieta ;-)
    Un abbraccio

    @ Lia,
    l'aceto si mette negli impasti, spesso anche nella pasta fillo qui in Grecia e ho letto da qualche parte che aumenta l'estensione del glutine.
    Sono contenta che ti piacciano di sicuro con la tua raccolta ho iniziato ad apprezzare il farro..tanto che l'ho comprato di nuovo!
    Baci

    RispondiElimina
  13. Questi dolcetti sono eccezionali. Hanno un aspetto molto invitante.Che peccato non poterli assaggiare fatti dalle tue mani. Per il momento mi accontenterò delle splendide foto.Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
  14. io mai! magari quando vengo ad atene li facciamo insieme!!!! :)
    il caffè greco ti piace?

    RispondiElimina
  15. sono sicura che sono buonissimi oltre ad essere belli!! bel lavoro :))

    RispondiElimina
  16. Invitanti è dir poco. Farina di farro, zucca e cannella. Gli farei un momumento a questi dolcetti ;-)

    Un bacio

    RispondiElimina
  17. Non ho mai usato la farina di farro...ma i tuoi dolcetti hanno un aspetto delizioso.


    ciao

    RispondiElimina
  18. ho questa farina, la ricetta pure non mi manca nulla, baci.

    RispondiElimina
  19. Grazie a tutte!

    @ Irene certo! Il caffè greco lo adoro ma all'inizio non mi piaceva per nulla!
    Un abbraccio a tutte

    RispondiElimina
  20. Mamma mia che bontà!!
    bravissima bacioni
    Anna

    RispondiElimina
  21. Ornella, questi dolci particolari mi incuriosiscono. E mi viene voglia di provarli...tanta voglia :-) Hai riciclato anche il succo di zucca... fantastica!
    Un bacione

    RispondiElimina
  22. Che bontà, è meraviglioso passare da te, ogni ricetta è nuova, originale, ha una storia e una provenienza diversa, adoro la Grecia e tu mi permetti ogni volta di viaggiare...un bacione (ieri Solema e io abbiamo continuato il "concerto", che bello...

    RispondiElimina
  23. Il ripeino è molto invitante infatti quel dolcetto tagliato a metà mi fa una gola felice weekend Luisa

    RispondiElimina
  24. Mi hai davvero rallegrata con questi dolci, grazie.

    RispondiElimina
  25. La farina di farro non la ho mai usata perché, sinceramente, non mi va molto. Forse la tua ricetta può riconciliarli e la proverò. Ciao Ornella e grazie.

    RispondiElimina
  26. Sono passata molte volte a vedere queste leccornie e non ho mai lasciato traccia del mio passaggio, DISDICEVOLE, eppure pensavo di averlo fatto.... La vecchiaia...... ahahahahahaah!

    RispondiElimina
  27. Bellissima questa ricetta con la farina di farro e molto interessante il tuo blog, mi unisco subito. Buona settimana, Babi

    RispondiElimina
  28. Mi piace, mi piace, mi piace! Ricetta interessantissima, foto stupende, peccato non poterne mordere uno...mi sa che mi toccherà farne!Grazie carissima
    Un abbraccio
    Buona serata

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails