giovedì 26 maggio 2011

Brioche catanesi col tuppo... e una montagna di gelato ;-)


“ Orné, stasera assaggerai qualcosa che ti lascerà stupefatta....”
Quando, entrati in una gelateria proprio di fronte alla Villa di Trapani, mi sono vista dare un panino con dentro un enorme quantità di gelato, la bocca è rimasta aperta per un bel po'... più che sbalordita! Proprio "gelata" :-)
Per prima cosa mai, dico mai avrei immaginato di abbinare il gelato con il pane! Poi la quantità e la bontà, ragazzi miei..chi se la scorda...
Non sono riuscita a mangiarlo tutto, anche perché un centinaio di metri prima avevo addentato un panino con le panelle, ma era una favola, una di quelle che ti ricordi per tutta la vita!
Poi Via Fardella l'abbiamo percorsa a piedi una ventina di volte! Dovevamo pur smaltire un tale surplus di calorie, non siete d'accordo?

Riporto esattamente la ricetta di Adriana R., però io ho impastato e cucinato in giornata, la prossima volta proverò con la versione "notturna". I “tuppi” non sono rimasti sopra ma tendevano a scivolare, pazienza, sarà per la prossima!
Il gelato l'ho acquistato e, per ovvie dietetiche ragioni, l'ho più che dimezzato, ma ho aggiunto ciliegie cotte in un po' di zucchero e cannella.

Sono trascorsi anni da quella sera ma queste brioche riescono ancora oggi a stupirmi, sin dal primo morso!

Brioche catanesi col tuppo (Adriana R., Gennarino)
...quelle che si accompagnano in estate alla granita ma più generalmente tutto l’anno alle colazioni dei catanesi...ed io aggiungo non solo...

Ingredienti:
  • 500 g. farina Manitoba
  • 500 g. farina 00
  • 150 g. zucchero
  • 150 g burro
  • 20 g. sale
  • 15 g di lievito di birra
  • 350 g di latte freddo* (io 200 g di siero e 150 di latte)
  • 20 g di miele
  • 4 uova
A piacere qualche goccia di “aroma panettone”(io raspatura d'arancia)

* In questi giorni ho preparato il labneh, a cui non ho aggiunto sale, quindi avevo circa 200 g di siero da utilizzare perciò l'ho allungato con il latte sino ad arrivare a 350 g. Ci sono piaciuti molto, gustosi, soffici... ma per raccontarvi la differenza, tra questi e quelli con solo latte, dovrete aspettare la prossima fornata!

Nella ciotola della planetaria mettiamo la farina, il miele,e il lievito di birra che avremo sciolto con una parte di latte, iniziamo a lavorare l’impasto aggiungendo le uova una alla volta, Impastiamo tutti gli ingredienti per almeno 20/25 minuti, aggiungendo poco alla volta il latte freddo e il sale che avremo sciolto in una piccola parte di latte, a questo punto iniziamo ad aggiungere il burro freddo e non a temp. amb. e procediamo a vel.1-1/2, l’impasto dovrà staccarsi dalle pareti totalmente, e come ci ha insegnato Adriano capovolgiamo spesso l’impasto, stacchiamolo dal gancio e ricominciamo. L’impasto dovrà presentarsi molto elastico, sarà pronto quando tirando tra le dita un po’ di impasto si formerà un velo senza strapparsi. Quindi mettiamo l’impasto a lievitare coperto, a questo punto ci sono due strade che possiamo percorrere: se si vogliono preparare in giornata lasciare che la pasta triplichi il suo volume iniziale e quindi lasciamo lievitare a circa 28°, se invece vogliamo delle brioches “da primato” riponiamo in frigorifero con tutto il contenitore l’impasto, coprendo con della pellicola fino al mattino seguente. Io ho preparato l’impasto la sera precedente. Al mattino capovolgiamo l’impasto sul tavolo di lavoro infarinato, lasciamolo a temperatura per un’ora senza lavorarlo, trascorso il tempo arrotoliamolo appena e porzioniamo la pasta realizzando delle omogenee “pallette” e inseriamo una pallina più piccola a mò di “tappo”. Rimettiamo a lievitare (dentro al forno con la luce accesa- comunque ad una temperatura max di 28°) fino al raddoppio delle brioches, una volta trascorso il tempo, spennelliamo con un tuorlo (io solo latte perché l'uovo non mi piace sopra) e un po’ di latte e inforniamo a 190° per circa 25’.

Nota importante: nel caso in cui si decidesse di lavorare l'impasto nel tardo pomeriggio, per infornare al mattino, sarebbe meglio diminuire il lievito di birra a 10 gr. 





45 commenti:

  1. in questo momento sono io rimasta a bocca aperta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! che darei per averne una baci....

    RispondiElimina
  2. Che meravigliaaaaa!!!Sono davvero bellissime!Brava! Baciotti!

    RispondiElimina
  3. Queste prelibatezze le puoi mangiare buone solo in Sicilia o per l'appunto fatte a casa tua con le TUE manine, mi copio la ricetta ;-) baci e buona giornata

    RispondiElimina
  4. Che bomba golosaaaaaa!!! Ne vorrei tanto un morso!!! Bacioni, Titti

    RispondiElimina
  5. Che delizia straordinaria. Complimenti.

    RispondiElimina
  6. Anch'io sono rimasta a bocca aperta!Che meraviglia!Che bella presentazione!Complimentoni,cara Ornella!Buona giornata:)

    RispondiElimina
  7. Mi sto letteralmente sciogliendo come quel gelato! Se non scappo via di corsa rischio grosso!
    Un bacione tesoro...tentatrice ^__^

    RispondiElimina
  8. non posso usare la stessa esclamazione, ma è una meraviglia...e ti capisco perché anche io a Palermo rimasti estasiata la prima volta che mangiai una cosa simile, la brioche con il gelato....

    RispondiElimina
  9. o mamma!!!!!
    che ci fai la mattina presto!!!!!

    RispondiElimina
  10. Ornella cara con questo post hai centrato le mie origini.
    Metà del mio sangue è siculo. La mia mamma è nata a Roccalumera un paesino vicino a Taormina.Questo tuo panino gelato lo conosco benissimo.Anche io da piccolina abituata al cono sono rimasta un pò interdetta dell'abbinamento pane e gelato, ma poi mi sono subito ricreduta al primo assaggio.Una vera chicca devo dire.

    RispondiElimina
  11. col tuppo????mi fai morire,sei fortissima!!!
    Mirtill@

    RispondiElimina
  12. ahaha il tuppo mi piace...io sono molto più sboccata....lo chiamo il c..o della brioches...ahahah!!!!
    A parte gli scherzi, sei stata bravissima, io non mi cimento...le mangio solamente!!!! Un bacione!!!!Olga

    RispondiElimina
  13. Mamma mia che meraviglia!!! Non mi sono mai cimentata in questa preparazione ma a vedersi direi che è una gran bella soddisfazione!

    RispondiElimina
  14. Uh...è già un sogno pensare di fare queste brioche che abbiamo tante volte mangiato in Sicilia, dobbiamo provarci a farle, le tue sono magnifiche! E poi via con il gelato, hai composto una meraviglia di dessert!
    Baciotti
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  15. La bocca mi è venuta ancor più grande di quella del lupo cattivo,ma solo per mangiarla meglio!!!Una meraviglia Ornè e chi la dimentica più questa delizia,una volta assaggiata si rimane stregati!!Bravissima tesorù,sono fantastiche!!

    RispondiElimina
  16. ...a me sembra strano solo sentirlo chiamare "panino" con il gelato ^_^
    Per il resto più piena è più il gelataio ti rispetta!! Buona!

    Grande Ornella,

    RispondiElimina
  17. Ornella smettila, sono in dieta e le tue ricette mi fanno impazzire talmente mi danno invidia di mettermi alla cucina. Sono un abbastanza buon cuoco con le ricette veneziane. Nel mio PC ne ho ricopiate circa 200 di quelle di mia nonna.

    RispondiElimina
  18. Primero amiga gracias por tu mensaje y preocupación de mi salud
    QUe receta y que hermosa y original presentación
    besos

    RispondiElimina
  19. Che meraviglia, sono davvero perfette queste brioches e con quel gelato che straborda...che voglia! te ne rubo una per merenda. ciao!

    RispondiElimina
  20. Mamma mia!!
    Io non le ho mangiate né a Catania né a Palermo, mi toccherà ritornarci ;-)

    RispondiElimina
  21. Ornella...strepitoso questo post. E strepitose queste brioche...Mi hai fatto tornare in mente in tutta la loro golosità le vacanze di qualche anno fa con le mie amiche tra catania e taormina, con base a Giarre, il paese della mia amica Franci...Quante ne abbiam mangiate con la granita! Come mi piacerebbe farle una sorpresa e provare a prepararle...
    Complimenti
    simo

    RispondiElimina
  22. nooooo la brioche con il gelato, a Palermo è un classico e la tua non ha nulla da invidiare a quelle che mangiamo qua...bravissima!!!

    RispondiElimina
  23. caspiterina che visione. Sai che io non l'ho mai fatta la brioche col tuppo...la tua è una vera bomba, in senso buono intendiamoci. Prima o poi le farò. marò che visione, fammi andare vi aper favore....la sognerò stanotte. Un bacio Ale. (credo che la via migliore sia il procedimento lungo che l'abbreviato)

    RispondiElimina
  24. ciao! E' la prima volta che capito sul tuo blog ed è stato...amore a prima vista! Sono già diventata tua follower, sarà un vero piacere seguirti d'ora in avanti!!! A presto, Alessia :)

    RispondiElimina
  25. Marò Ornella e che visione celestiale e mi ha riportato indietro nel tempo alle mie vacanze in sicilia dove mi sono scofanata l'impossibile tra cui queste brioche con il gelato che tu oggi mi riproponi con la tua ricetta che copio subito...bravissima ornella dal dolce al salato nn hai rivali sei unica!!!Imma

    RispondiElimina
  26. Da piccina quando andavo in Sicilia ne mangiavo delle quantità industriali....e le abbiamo preparate anche al corso di pasticceria...sono davvero indescrivibili!!!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  27. @ Fabiola
    @ Ka'
    @ Stella
    @ sulemaniche
    @ Titti
    @ franci
    @ Lenia
    @ Federica
    @ Tamara
    @ grEAT
    Grazie a tutte! Meritano veramente un assaggio almeno una volta ogni tanto! Bacioni

    @ Annamaria,
    @ Mirtilla ;-)
    @ Olga..è da un'ora che sto provando tutte le lettere da inserire al posto dei puntini..;-)
    @ ilcucchiaiodoro
    @ Luca e Sabrina
    @ Damiana
    @ Tiziana..
    allora quel gelataio mi ha rispettato assai!
    @ Elio,
    ma come 200 e non ce le fai conoscere? Io non ho molte ricette delle mie zone ed anche se volessi farle ci sono troppe diversità di prodotti..qui il baccalà alla vicentina è impensabile prepararlo per esempio! E mi manca la sopressa...la conosci? Che buona...
    @ Angelica,
    ciao!! Sono felice di sapere che stai bene!!
    @ Meg
    @ Anna,
    quando sarai per strada fermati ad Atene :-)mi raccomando che prima le assaggi qui da me!!
    @ Simo,
    @ Rafil
    @ Alessandra
    @ Menta Piperita,
    ciao lieta di conoscerti! Grazie
    @ Imma
    @ Tiziana

    GRAZIE di cuore a tutti, un grandissimo abbraccio, buona serata!!

    RispondiElimina
  28. Ornella, vuoi che non conosca la sopressa. Appena scaldata (un po' di aceto balsmico nella padella)con della polentina morbida. Cosa ne dici ? anche solo dentro un semplice panino. Non è che non voglio far conoscere le ricette di mia nonna, ma se comincio non posso più dedicarmi alla mia Venezia. In ogni caso anche in Francia non è facile trovare sia la sopressa che il baccalà. Al posto del baccalà mantecato, per esempio, fanno la "brandade", ma è tutta un'altra cosa.

    RispondiElimina
  29. Elio!!! Adesso andrei a piedi per mangiarmene una fetta! Qui c'è solo il baccalà sotto sale. Solitamente viene impanato e fritto. Io lo cucino qualche volta alla vicentina, non è proprio da buttare (sai il detto"par el suto l'è bona anca la tempesta..") vuole molto meno cottura altrimenti diventa poltiglia ma insomma è commestibile e ogni tanto faccio mangiare la polenta anche a mio marito. Forse può vantarsi di essere l'unico greco che mangia la polenta!!Ciao buona serata!

    RispondiElimina
  30. Che creazione divina!!!! Davvero irresistibile!!
    Franci

    RispondiElimina
  31. sono molto belle, queste brioche, e posso solo immaginare quanto possano essere buone! una cosa goduriosissima e tutta estiva.
    ci vuole con questo caldo!

    RispondiElimina
  32. Scopro solo adesso questo blog favoloso!!! E guarda caso sono Catanese....mim devo supercomplimentare!!
    baci

    RispondiElimina
  33. Perfect brioche recipe! I'll make this for sure! Great idea eating it with ice cream! This is simply delicious! Complimenti davvero!!!

    RispondiElimina
  34. Il "tuppo" sarà anche scivolato ma che importa? Io non ho mai mangiato il gelato col pane ma questo post ha risvegliato in me desideri culinariamente peccaminosi. Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  35. Pane e gelato per me è un abbinamento che mi stende. Bravissima come sempre :)

    RispondiElimina
  36. Ornè...hai ricreato una meraviglia!! E che ricordi meravigliosi di quelle colazioni con granita e brioche, che solo in sicilia, con quel caldo e in quell'atmosfera riesci a concederti...ma anche che pranzi luculliani, in riva al mare, con brioche strabordanti di gelato...il più buono in assoluto l'ho mangiato ad agrigento: gelato al pecorino. Strano a dirsi, ma davvero sorprendente!
    Brava, bravissima, mi hai fatto rivivere un sacco di bellissime emozioni!!

    RispondiElimina
  37. Ornella che bella questa briche, la bontà la conosco perchè mangiata con la granita...ma la viarante con il gelato è una sorpresa per me...non mncherò di provarla felcie weekend Luisa

    RispondiElimina
  38. Ornella, forse la conosci già, ma con il baccalà potresti fare anche questa ricetta :

    BACCALA’ MANTECATO
    Ingredienti:
    800 gr di baccalà ammollato (Stoccafisso a bagno per almeno 48 ore), ½ litro di latte, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato, 1 spicchio d’aglio, olio di oliva, sale e pepe.
    Ricetta:
    Mettere il baccalà ammollato in una pentola e farlo bollire per alcuni minuti nel latte . Spegnere il fuoco e lasciare riposare per circa mezzora. Quindi scolarlo, ripulirlo, togliere la pelle e le eventuali lische. Sbriciolare la polpa in una terrina o meglio in un mortaio e cominciare a batterlo, con un po’ del latte di cottura,versando goccia a goccia l’olio fino a che non diventi una crema morbida e spumosa. Se non si ha tempo usare un frullatore ma attenzione alla densità. Salare e pepare aggiungendo anche l’aglio ed il prezzemolo tritato.
    Accompagnare con fette di polenta gialla abbrustolita, con radicchio stufato e con un vino bianco leggero.

    RispondiElimina
  39. Che meraviglia, tesoro!!!! Questa proposta è golosissima, una vera tentazione!!!Complimenti, un bacione e buon we

    RispondiElimina
  40. Che bella ricetta per questo post goloso, ciao ♥

    RispondiElimina
  41. Cara Ornella,passa dal nostro bog!C'e un regalino per te!Un bacione!

    RispondiElimina
  42. Magica Ornella ormai panifichi come se niente fosse... ! Sta' briosche col gelato è un attentato ...!! e anche le baguette del post precedente sono notevoli ! Un abbraccione !!!

    RispondiElimina
  43. questa brioches incantevole! davvero complimenti! se ti va sei la benvenuta nella mia cucina! un bacione! :)

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails