giovedì 21 ottobre 2010

Treccia dolce: Tsoureki


Tsoureki

½ bicchiere di latte
½ bicchiere di acqua
30 gr di lievito di birra fresco
1 bicchiere pieno di zucchero (circa 180 gr)
900-950 gr di farina (mezza manitoba e mezza 0)**
3 uova grandi
½ bicchiere di yogurt greco
la buccia grattugiata di un'arancia
½ bicchiere di burro
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di mahlepi*
1 cucchiaino di mastika*
un pizzico di sale
vanillina o vaniglia


* La mastika (che si pronuncia mastìkha, cioè più “h” che “k”) è una resina che si estrae dall'albero del Lentisco (Pistacia lentiscus) particolarmente presente sull'isola di Chios. Il mahlepi (lo stesso si pronuncia makhlèpi) è il seme estratto dal nocciolo della pianta di Prunus Mahaleb. Ovviamente si possono omettere.
** Iniziate con metterne meno di 900 g perché dipende molto dal tipo di farina e dal potere di assorbimento che ha.

La preparazione di questo dolce è più semplice se si dispone di una planetaria, ma con un po' di pazienza si ottengono ottimi risultati anche  impastando a mano. Altra cosa importante: gli ingredienti devono essere utilizzati a temperatura ambiente. Come sempre, per misurare, uso un bicchiere tipo quelli della nutella.
Intiepidire il latte con l'acqua, aggiungere un cucchiaino di zucchero ed il lievito. Far sciogliere e lasciare riposare nella ciotola della macchina per impastare per una decina di minuti. Intanto montare le uova con lo zucchero e un pizzico di sale, unire lo yogurt, gli aromi, la mastika ed il mahlepi ridotti in polvere, ed aggiungere al lievito. Amalgamare dolcemente ma bene ed unire la farina setacciata a cucchiaiate, sempre mescolando. Regolatevi voi, grammo più grammo meno ma deve risultare un impasto abbastanza morbido, anche se elastico. Aggiungere il burro e l'olio. Impastare finché non sarà bello liscio.
A questo punto lasciare riposare per una decina di minuti, quindi modellare con le mani dei cordoncini e successivamente delle trecce, della dimensione che preferite e disponetele sulla placca da forno con sotto la carta antiaderente. Questa volta ho preferito fare dei piccoli tsourekaki, (12 o 14 non mi ricordo più) da colazione.
Coprire con un canovaccio e sistemare in un luogo tiepido a lievitare finché non raddoppiano e, come dice mia suocera, non si spaccano. Cioè fanno delle piccole crepe sull'impasto. Lei li copre con la coperta di lana! Per i miei ci sono volute circa 2 ore ma avevo caldo in casa ed il lievito freschissimo comprato dal panettiere!
Prima di cuocere pennellarli, delicatamente per non sgonfiarli, con uovo sbattuto e un po' di latte o brandy ed infornare a 170-180° per 30-40 minuti. Attenzione perché prendono colore in fretta, quindi caso mai coprirli con carta antiaderente. Quando sono freddi li metto in congelatore...ma prima mi abbuffo!!


Una precisazione: di solito uso 4 uova e ometto lo yogurt, questa volta in casa ne avevo solo 3 ed allora ho fatto questo cambiamento. Il risultato è stato ottimo. Vedete voi quale versione preferite!

 Tsoureki grandi fatti precedentemente


Mastika
Mahlepi


46 commenti:

  1. Mamma mia Ornellina cosa non è l'interno di queste brioche. Già sono bellissime, perfette (a me si aprono sempre uff!!!) e poi sono davvero soffici soffici come una nuvola. Sembrano quasi fatte con il lievito naturale. Complimenti, sarebbe una goduria poter fare colazione insieme a te stamattina ^__^
    Un bacione one, buona giornata

    P.S. scusa una domanda. Il mezzo bicchiere di burro è burro fuso o solo morbido? Grazie

    RispondiElimina
  2. Buongiorno carissima! Ti aspetto con il cappuccino o preferisci il caffè greco? E' burro morbido...ora provo ad aggiungerlo agli ingredienti, vediamo se ho risolto il problema delle modifiche!! Grazie e un bacione!

    RispondiElimina
  3. Divina!!!! Mai vista una treccia cosi!!!

    RispondiElimina
  4. Ornella ma che delizioso buongiorno! Me ne mangerei uno subito....peccato non sia possibile assaggiarli ...va be' li mangio con gli occhi! bacino

    RispondiElimina
  5. Ornella,mi piace la versione con lo yogurt..devi sapere che nel mio frigo non manca mai un bel vesetto di quello greco!!!Una trecciona fantastica,immagino il profumo che da' la mastika,purtroppo ne devo fare a meno!Prepara un caffè in più che sto arrivando anch'io!!!!!

    RispondiElimina
  6. Mmm che ottima colazione! Ma quanto son invitanti queste treccine?!Bacioni!

    RispondiElimina
  7. aspetti pure me con il cappuccino, io adoro questi dolci lievitati...
    baciotti e buona giornata
    chiara

    RispondiElimina
  8. Buongiorno Ornella, eccomi di ritorno, quante cose da vedere e gustare qui, un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  9. I miei complimenti...ma che bella che t'è venuta!!!!!!!!!!Io me la sogno proprio una meraviglia così!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. ornalle sembra che il profumo arrivi fino a qui!e da provare per forza questa treccia mi ha conquistata!!bacioni imma

    RispondiElimina
  11. Che deliziosa e sofficissima treccia!!! I miei complimenti, bravissima, un abbraccio e felice giornata

    RispondiElimina
  12. Che buona dev'essere..la foto che fa vedere l'interno mi fa venire un'acquolina...

    RispondiElimina
  13. OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOH!!!!!, que belleza!!!, es una brioche ABSOLUTAMENTE perfecta, y que miga!!!
    Que lástima no tener esos productos que mencionas, de todas formas robo tu receta para hacersela a mi familia!!!
    Eres una gran cocinera!!, que pena me dan tus hijos, tan lejos de ti...sin poder probar estas delicias!;))))
    Mil besos mi amiga!

    RispondiElimina
  14. ma che bontà questa treccia e la fragranza si percepisce già dalla foto

    RispondiElimina
  15. Bellissima questa treccia.E una di quelle ricette che prendi subito carta e pena e fai la lista dei ingredienti.A presto!

    RispondiElimina
  16. meravigliosa questa treccia,è così evidente la lievitazione perfetta ....deve essere deliziosa!!!Che bel colore dorato e immagino la fragranza ed il sapore!grazie per questa ricetta che non conoscevo,un garnde abbraccio e a presto

    RispondiElimina
  17. Sono davvero perfette...lievitate davvero benissimo...sei un mito oggi mi lasci senza parole!!!Smack

    RispondiElimina
  18. la mastika e i mahlepi li ometterei perchè non saprei minimamente dove trovarli, ma questa treccia la feri subito perch èsembra così soffice, delicata e deliziosa... bravissima! Hai realizzato una treccia perfetta! E compliemnti anche per le altre ricette del blog, una più buona dell'altra!

    RispondiElimina
  19. Mica male...i miei complimenti!
    Penso che si potrebbero benissimo usare le nocciole o le mandorle in sostituzione ai due ingredienti impronunciabili (ehehehe)o semplicemente lasciarli così per spalmarci la confettura dentro.

    RispondiElimina
  20. Ciao Ornella ! Ma che bella ricetta !! Mi incuriosiscono quelle aggiunte così strane per me, ma è per dare fragranza particolare ? A Pantelleria in giardino ho delle piante di Pistacia lentisco.... ma non so cosa farci ! un abbraccione !!!

    RispondiElimina
  21. Ornella, sei una maga tra i fornelli e poi i prodotti da forno ti riescono particolarmente bene: brava *_*

    Ne mangerei volentieri una con un doppio strato di nutella al centro!

    Bacini,

    RispondiElimina
  22. Ornella, che meraviglia!!! perfette e da inzuppare;) complimenti ed è bello consocere questi ingredienti diversi dal solito...grazie:)

    RispondiElimina
  23. Ornella, ma quand'è che ci inviti tutte a casa tua a gustare queste meraviglie?
    Tanto lo so che li da te tutto ha un sapore speciale......
    Questa trecia è fantastica, ma te l'hanno già detto tutte......e io
    mi unisco al coro
    Semplicemente fantastica.
    Un bacione......
    Grazie per il banner, sei stata gentilissima

    RispondiElimina
  24. Ornella, ma che meraviglia!!!
    Sono uno spettacolo!
    Viene voglia di mettersi a panificare.
    Qual è la funzione di mahlepi e di mastika, il profumo?
    Oppure hanno potere lievitante?
    Baci carissima!

    RispondiElimina
  25. Ornella bella,ma se ti mando il mio indirizzo me la spedisci questa bontà?

    RispondiElimina
  26. che splendore questo pane!
    salvo subito la ricetta, bacione! ale

    RispondiElimina
  27. Sencillamente perfecta, las fotos nos muestran un pan delicioso y muy bonito, felicitaciones!
    besos

    RispondiElimina
  28. No conocía la Mastika...Te quedaron unas trenzas maravillosas, que suaves!!! Una delicia para desayunar...Besitos!!

    RispondiElimina
  29. @ TUTTE
    grazie! Troppo gentili! un abbraccio

    @ Lia
    puoi gustarla così oppure farcirla come vuoi! Bacione

    @ Rossella ed Anna
    la mastika ed il mahlepi servono per aromatizzare e devo essere ridotti in polvere. Un abbraccio grande

    @ Mimì
    se passo da quelle parti un giorno te ne porto un valigione! Non mi fido della poste...Bacione

    @ Juana
    carissima, mia figlia è più brava di me in cucina!!Sapessi quante golosità prepara assieme alla mia nipotina! Poi mandano i video ed io mi emoziono come una matta..! Mille baci a te

    RispondiElimina
  30. Ciao Ornella.. non posso che dirti che queste trecce mi hanno colpita.. eccome se mi hanno colpita.. oltre ad essere bellissime.. sono un vero mondo di sapori.. quante cose nuove ho imparato con una semplice ricetta... un bacio grande

    RispondiElimina
  31. Arrivo tardi per chiederti un po' lo so ma ieri.. sigh.. va beh cambiano tono: è talmente morbida ed invitante che fa venire veramente voglia di prenderla a morsi, tanti bei morsi
    :-) Bacioni buon w.e.

    RispondiElimina
  32. Meravigliose!!! e super soffici :-)

    RispondiElimina
  33. ...che dire?da infarto le immagini...non voglio pensare al gusto ;-P

    RispondiElimina
  34. caspita ma questa treccia ti è venuta uno spettacolo si vede dalla foto. ti invidio le qualità di panificazione.
    assolutamente dolce particolare ma penso buonissimo.buon week!

    RispondiElimina
  35. grazie dolcissima (è proprio il caso di dirlo) per averl raccolto le mie peonie ed averle fatte tue nel tuo bellissimo spazio.
    ciaooo Ornella...

    RispondiElimina
  36. La mamma del coinquilino (nativo di Chios) del mio moroso mi ha regalato una preziosissima scatolina di mastika che doso con estrema parsimonia...in genere ci aromatizzo i biscotti, ma lei mi ha anche fatto assaggiare questo "pan brioche" favoloso, solo che non ne avevo la ricetta!ora, grazie a te, posso rifarlo a casa finchè mi basta la reina ;P
    Ora mi manca solo il mahlepi!!!
    Un bacio grosso

    RispondiElimina
  37. Espero ansiosa una receta de tu hija!,aunque no me extraña....con una mamá como tu es normal!!!, ves???, siempre sigues siendo importante..no todas consiguen una hija mejor cocinera que una misma!!!
    Besos y gracias por tus consejos sobre el huevo misterioso!
    Buon finne di setimana!!!, lo he dicho bien???
    MIL BESOS AMIGA!!!!

    RispondiElimina
  38. Esta trenza dulca está perfecta, qué miga tan rica!, el gustito del yogur debe hacerla deliciosa. Me la copoio para probarla!, besos!

    RispondiElimina
  39. @ UnaZebraApois
    se mi mandi l'indirizzo via mail te lo spedisco! Una bacione

    @ Un grazie di cuore a TUTTE!

    RispondiElimina
  40. Mamma mia, che bontà questo pane così soffice...chissà com'è svegliarsi al mattino e trovare questo pane appena uscito dal forno! Un abbraccio Sere

    RispondiElimina
  41. oh mamma sono due giorni che causa impegni non apro il pc!!! E mi trovo davanti queste treccine così delizose... che le faccio immediatamente!!! un grosso bacio Ornella e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  42. te lo ruberei volentieri per la colazione di domani.....ha un aspetto davvero soffice!!

    RispondiElimina
  43. Quelle belle brioche. J'adore.
    Avec le mahleb, l'odeur est extraordinaire
    Bon week-end et à bientôt.

    RispondiElimina
  44. E' bello scoprire attraverso te la cucina greca e questiingredienti particolari...la mastika la conosocevo...ma non facile trovarla qui! :)
    cmq io segno tutto!
    brava!

    RispondiElimina
  45. la mancanza ti tempo mi fa trascurare il giro per blog ma non mi dimentico certo dichi mi ha dato la ricetta dell apasta fillo:Dun bacion

    RispondiElimina
  46. ma questa streccia è favolosa... complimenti davvero!
    è da provare, segno.
    buon lunedì.

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails