mercoledì 13 ottobre 2010

La bignolata per una pietra preziosa...



Quando ho visto il contest di Fabiana ho avuto un attimo d'incertezza perché sono moltissime le cose preziose dalle quali non mi separo mai. Sono una persona che mette da parte anche la più insignificante stupidaggine “per ricordo”, figurarsi quelle importanti!
Ma c'è una cosa che porto sempre, sempre con me. Se cambio borsetta è la prima a fare il trasloco..Non è un gioiello ma per me è come se lo fosse: è una pietra.
Ecco la storia: durante la settimana precedente il Natale di circa vent'anni fa, mio figlio minore, che frequentava le scuole elementari, mi chiese qualche soldino perché aveva visto delle cose che gli piacevano in un mercatino equo-solidale della scuola. Io non ho esitato e gli ho dato ben volentieri i pochi soldi che aveva chiesto.
Durante quella settimana l'ho visto che trafficava con carta, bigliettini...poi la sorpresa. Il giorno di Natale, sotto l'albero c'erano dei minuscoli pacchettini, ben incartati, per tutti noi. Ad ognuno aveva comprato una pietra portafortuna che rappresentava il proprio segno zodiacale con relativo bigliettino su cosa proteggeva ed io, emozionata al massimo, anche se scettica per quanto riguarda oroscopi e tutto il resto, avevo il cuore gonfio di tenerezza e d'orgoglio per quel gesto, fatto con amore e per amore. Voleva proteggere se stesso e la famiglia ed è per questo che ce l'ho sempre con me!
C'è anche da dire che da quel giorno non ho più ricevuto regali da lui....è uno dei motivi per cui la pietra è diventata per me ancora più preziosa!
Dato che questo dolce gli piace molto, tanto da chiederlo fin da piccolo ad ogni suo compleanno, ho provato a fare la bignolata.  A dire la verità ho avuto difficoltà con la guarnizione, non sono completamente soddisfatta del risultato, anche perché ho appena iniziato con gli esperimenti al cioccolato plastico, ed è veramente tutto un mondo nuovo per me!

La dosi dei bignè e della crema pasticcera sono quelle che faccio da anni della Cucina Italiana.


Bignè
250 gr di acqua
125 gr di farina
60 gr di burro
3 uova
sale

Crema pasticcera
4 tuorli
150 gr di zucchero
50 gr di farina
500 gr di latte
vaniglia 

Per la farcitura dei bignè
crema pasticcera
300 gr di panna fresca montata
2-3 cucchiai di marsala secco
75 gr di cioccolato fondente
75 gr di cioccolato bianco 

Per decorare
cioccolato plastico bianco*

* E' la prima volta che lo preparo...non ricordo nemmeno più dove ho letto la ricetta ma non mi sembra proprio perfetto, anzi!! Ho usato 100 gr di cioccolato bianco e 50 gr di glucosio. Ho sciolto il cioccolato a bognomaria, quindi ho unito il glucosio e con il matterello ho tirato l'impasto ottenuto a sfoglia, mettendolo tra due carte antiaderenti.


Per i bignè: in una pentola mettere l'acqua con il sale, il burro. Quando avrà raggiunto la bollitura, togliere dal fuoco e versarvi la farina setacciata tutta d'un colpo. Rimettere sul fuoco e mescolare bene finché il composto non sarà diventato quasi una palla. Lasciare raffreddare e poi aggiungere le uova, una che non veda l'altra, mescolando finché non diventa come una crema abbastanza densa.
Con la tasca da pasticciere formare i bignè  sopra la placca del forno rivestita di carta antiaderente. Infornare per 20-25 minuti a 180°.

Per la crema pasticcera: In una terrina sbattere con la frusta i tuorli con lo zucchero. Quindi incorporarvi la farina, mescolando bene per evitare la formazione di grumi.
Versare a filo il latte precedentemente scaldato con la vaniglia. Mettere la crema in una casseruola sul fuoco e mescolare continuamente e per 3-4 minuti dopo la bollitura. Dividere in tre parti.

Per la farcitura dei bigné: in una parte di crema pasticcera unire 3-4 cucchiai di marsala secco, lasciare intiepidire e amalgamare 100 gr di panna montata mescolando delicatamente per non smontarla molto. Nella seconda e terza parte  di crema, fate sciogliere 75 gr di cioccolato fondente in una e nell'altra 75 gr di bianco, lasciare intiepidire. Aggiungere la panna montata, 100 gr in ognuna delle due.
Farcire i bignè con la crema al marsala e al cioccolato fondente, poi “intingerli” nella crema al cioccolato bianco e disporli su un vassoio.
Guarnire con cioccolato plastico bianco.


Con piacere partecipo al contest di Fabiana





27 commenti:

  1. E' molto tenera la storia legata a questa pietra come il tuo pensiero di associarla al dolce preferito dal tuo "bimbo" di allora e di sempre. Un grosso in bocca al lupo tesoro, un bacione

    RispondiElimina
  2. Ma che famiglia, tuo figlio meraviglioso a pensare una cosa tanto dolce e tu a tenerti ben stretto il tuo "gioiello".

    RispondiElimina
  3. tenerissima la storia tesoro e la pietra e magnetica e suggestiva e piena di ricordi dolcissimi e dolcissimi sono questi bigne stargolosi!!bacioni imma

    RispondiElimina
  4. Il contest è bello perchè ci fa rivivere certe emozioni, complimenti.

    RispondiElimina
  5. Ciao Ornella.. che racconto tenero ed emozionante...non posso nascondere che mentre leggevo mi è venuta la pelle d’oca!!! Riesco a capire la sensazione di avere il cuore gonfio.. con le parole non gli si riesce a dare abbastanza giustizia.. il tuo bimbo è stato davvero un angioletto porta fortuna!!! i bignè sono super.. e io ti inserisco con immenso piacere nei partecipanti... in bocca al lupo un bacio grandissimo Faby

    RispondiElimina
  6. Dolcissimo il tuo racconto e deliziosa la tua bignolata...il cioccolato plastico?? Bravissima ti mando un grosso bacione che ti arriverà in un attimo visto che qua soffia un leggero borino!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Ornella, che storia tenera...a volte basta poco per noi mamme a renderci felici. Un bacio

    RispondiElimina
  8. Racconto toccante dal cuore tanto tenero come un bignè. Fai benissimo a tenerti la pietra stretta stretta...

    Un bacione a te e alla tua bella famiglia.

    RispondiElimina
  9. Ahahaha...la perfezionista...valà che sei stata brava!
    Tutti dovremmo stringere la nostra pietra speciale e non scordarci mai di quanto sia preziosa.
    un bacio, preziosissima pietra magica che sei

    RispondiElimina
  10. I figli so'piezz e core........., ma anche le mamma ^-^!
    Quanto impegno ci vuole per fare la bignolata, sei stata bravissima!

    RispondiElimina
  11. Bellissima e dolce la storia legata alla pietra, che cosa c'è di più prezioso del regalo spontaneo di un figlio?
    buonissima e golosa la bignolata, complimenti
    bacioni

    RispondiElimina
  12. Una dolcissima storia legata a questa pietra, un dono prezioso in segno dell'amore filiale!
    Complimenti per questa sublime golosità!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Tesoro questa storia è davvero tenera, e il dolce stratosferico!Mi fa sorridere la frase "C'è anche da dire che da quel giorno non ho più ricevuto regali da lui", spero che tuo figlio legga questo post e faccia tesoro del consiglio sorprendendoti anche solo con un fiore!Un bacione

    RispondiElimina
  14. Ornella, que bonita tu historia de la piedra!!!, es un gran tesoro, y yo haria lo mismo, no me separaría jamas!!!!
    Un pastel precioso y con fotos preciosas!!!!
    Gracias por visitarme siempre, eresuna de mis mas queridas visitantes!!!!!
    Mil besos!!!

    RispondiElimina
  15. Hermoso regalo el que te dió tu hijo, qué bueno que lo hayas guardado tanto tiempo...Las madres hacemos eso, yo guardo los dibujos de mis hijos como un gran tesoro...Una entrada muy dulce!!!
    Saluditos!!

    RispondiElimina
  16. Un dono prezioso in quanto caro.Bellissima storia quella della tua pietra e dell'ometto che te la regalò.In quanto alla ricetta come dice mia figlia:gnammete!

    RispondiElimina
  17. Sono proprio i ricordi a rendere preziose le cose.
    E così un anello di latta può valere molto di più di un brillante....affettivamente voglio dire :D.....
    Bello il tuo ricordo, di quelli importanti...
    E la bignolata sembra perfetta. A dire la verità il cioccolato plastico io non l'ho mai provato quindi non so come deve venire.
    A me sembra bellissimo.
    Un bacione carissima e a presto

    RispondiElimina
  18. Tenera e dolcissima la storia legata alla pietra e la bignolata golosissima!complimenti!un bacio!

    RispondiElimina
  19. Molto dolce la storia di questo anello tanto prezioso e unico quanto può essere quello donato da un figlio.Il dolce è super delizioso .un abbraccio

    RispondiElimina
  20. La pietra a un non so che di magico ed è molto bello che tu te la porti sempre con te, ci sono rituali che rassicurano. La pignolata è stupenda !!! Un abbraccione !

    RispondiElimina
  21. un racconto dolcissimo...
    hai ragione a tenere quella pietra
    ben stretta...
    Complimenti per la bignolata!!
    un bacione!!

    RispondiElimina
  22. Uh... dici che non ti è venuta bene, ma sarà!!! Mi piace molto anche la storia e quindi in bocca al lupo. Bacioni

    RispondiElimina
  23. Ma che carino che è stato tuo figlio!!ci credo che la custodisci gelosamente! :)
    Che belli questi bignè coccolatosi..... :)

    Buona giornata e a presto!

    RispondiElimina
  24. Un regalo davvero bellissimo, che tenro tuo figlio! pensa che durante l'ultima gita in montagna ho portato delle pietre bianche per mia sorella e le mie amiche con l'intento di farne dei ciondoli :)
    Ottima anche la ricetta, davvero invitante!
    Ciao!

    RispondiElimina
  25. Bello! Queste storie mi commuovono sempre! Un regalo ricevuto dal tuo bambino che si è dato tanto da fare per impacchettare, è un'immagine dolcissima! Quella pietra vale più di un grosso brillante!! Custodiscilo con amore, Brava! Buona la bignolata anche a me piace molto, non mi sembra che ti sia venuta male sembra uscita dalla pasticceria!!!

    RispondiElimina
  26. Che tenerezza tesoro mio...come ti capisco!Complimenti anche per questo bel dolce cremoso...bacio

    RispondiElimina
  27. Ornella essendo anche io mamma mi sono proprio commossa col tuo racconto... il mio è ancora piccolo e per ora mi regala i fiorellini che trova ai giardinetti... che io conservo e faccio seccare! Complimenti per il tuo squisito dolce, sfido sia il preferito di tuo figlio!

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails