mercoledì 14 aprile 2010

Torta arancia






Riuscire a fare la composta di frutta è sempre stato il mio “pallino fisso”, fin da quando ci siamo trasferiti qui in Grecia. Ma siccome sono una persona che non demorde, dopo tanti flop..finalmente ce l'ho fatta, anzi, sto diventando “quasi” un' esperta!
Un paio di settimane fa, mentre sbucciavo l'arancia per la colazione del mattino mi sono detta: “E' un vero peccato buttare la buccia di questo frutto così profumato e sano!” E allora, perché non elaborare un po' il procedimento per la preparazione della composta ed utilizzare queste belle bucce di arance, raccolte in piena campagna, senza che abbiano mai visto pesticidi o altro?
Così mi sono inventata il modo di non sprecare nulla di questo delizioso frutto, almeno non quando mi capiterà di avere arance tanto genuine e naturali! Ho rovistato subito nella credenza e ho trovato il sacchettino di pistacchi di Egina, acquistati prima di Pasqua in un negozietto a Marousi...e le profumatissime bacche di cardamomo comprate al mercatino di Chania a Creta...Il risultato? Una gustosissima torta compleanno dedicata alla nostra mamma Pierina, semplice, genuina, com'è lei e come lo siamo noi sorelle! Auguri mamma!

E con grande piacere che con questo dolce partecipiamo al contest di Genny e di Albertone per la “Torta della bontà”.



Ingredienti per la torta:

120 gr burro
80 gr di cioccolato bianco
2 cucchiai di sciroppo d'arancia *
200 gr di farina
80 gr di amido di mais
120 gr di zucchero
3 uova grosse
2 cucchiai da the di lievito per dolci
un pizzico di sale
composta di arance
20 gr di pistacchi
3 bacche di cardamono
½ cucchiaino di cannella

* lo sciroppo della composta di arance

Per la composta di arance:

4-5 arance non trattate con la buccia spessa
zucchero q.b.
acqua q.b.

Per la composta: che conviene prepararla il giorno prima, si deve grattare, delicatamente con la grattugia per non rompere la buccia, la superficie esterna più arancione delle arance, dopo averle lavate bene. Poi si incide la buccia in 4 spicchi e pian piano si separa dalla polpa. Quindi, con un' ago grosso e filo da arrosto, prima si rotolano su se stesse e poi s'infilano come una collana.
Si mettono in una pentola, si ricoprono d'acqua e si mette sul fuoco. Si fanno bollire 4-5 minuti e poi si scola, con delicatezza, buttando via l'acqua. Si pesano le bucce e si mette pari zucchero e un po' d'acqua (se ad esempio le bucce sono 300 gr si mette 300 gr di zucchero e 100 gr circa di acqua).
Per evitare di mescolare tanto, col rischio di rompere le bucce, si può sciogliere prima lo zucchero nell'acqua tiepida, quindi versare nella pentola e mettere di nuovo sul fuoco. Non appena riprende a bollire, si aspetta che lo zucchero si sciolga, (se non si è sciolto prima) circa 5 minuti, quindi si ritira la pentola dal fuoco e si mette da parte col coperchio fino al giorno dopo.
L'indomani si rimette a bollire per qualche minuto finché non si addensa lo sciroppo, ed è pronta.
Dopodiché togliere dallo sciroppo le bucce che serviranno per guarnire la torta in modo che siano asciutte al momento dell'utilizzo.














Per la torta: sciogliere a bagnomaria il burro con il cioccolato bianco e lo sciroppo della composta. Nel frattempo rompere le uova in una terrina, versarvi il pizzico di sale, lo zucchero e con lo sbattitore elettrico montare per 10-15 minuti finché è bello spumoso. Aggiungere, sempre sbattendo, il burro con il cioccolato, (che nel frattempo si sarà sciolto e anche un po' intiepidito). Quindi la farina, setacciata con l'amido di mais ed il lievito. Amalgamare bene e versare in uno stampo da dolce, precedentemente imburrato e infarinato, sopra adagiarvi le bucce delle arance e cospargere con pistacchi tritati con un po' di cardamomo e la cannella. Io ho messo i pistacchi tra due fogli di carta da forno assieme a 3-4 semi di cardamomo e con il matterello ci sono passata sopra schiacciandoli grossolanamente.
Infornare per circa 45 minuti a 180°

2 commenti:

  1. Ciao Ornella,io sono incantata dal blog che curi con tua sorella.Ingrasso solo a guardare le foto, ma sono convinta che sicuramente tu conosci il segreto della felicità e mi beo delle tue ricette.Oggi ho comprato un quaderno di carta riclata molto bello e le tue ricette sono già lì ad attendere di essere incollate.
    Mimì.

    RispondiElimina
  2. Ciao Mimì,grazie per il posto speciale che dedichi alle nostre ricette! Siamo certe che, oltre ad essere una brava scrittrice, sei anche un'ottima cuoca!

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails