venerdì 11 marzo 2016

Orecchiette con finocchi e briciole di pane al profumo d'arancia


Ci sono ricette che, quando le vedi, vorresti assaggiarle immediatamente e, perlomeno io, non mi do pace finché non le vedo nel piatto davanti a me!

Così è successo con questa pasta vista su Sale e Pepe! Ottima direi.

Ingredienti per 4 persone
  • 400 g circa di orecchiette
  • 50 g di mollica di pane
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 limone (io un'arancia)
  • 2 finocchi
  • pecorino romano (io grana padano, ma ci vuole il pecorino...)
  • olio extravergine di oliva
  • peperoncino in polvere
  • sale 
Ho iniziato col pulire e lavare i finocchi, tagliandoli successivamente a spicchi. Ho schiacciato l'aglio e l'ho messo a rosolare con 5 cucchiai di olio extra vergine, l'ho tolto e ho aggiunto i finocchi. Ho lasciato rosolare ancora per 5 minuti, ho versato il succo di mezzo arancia, salato e pepato e continuato a cuocere mescolando di tanto in tanto 
Una volta dorati e ben ammorbiditi, ho tolto i finocchi dal tegame prelevandoli con una schiumarola e messi da parte. Ho frullato la mollica di pane e l'ho unita al fondo di cottura e lasciata rosolare a fiamma media. Ho unito i finocchi insieme alla scorza grattugiata di ½ arancia e a un pizzico di peperoncino. Ho mescolato bene lasciando insaporire per qualche minuto.
Ho fatto cuocere le orecchiette in abbondante acqua salata, scolate e le ho mescolate al condimento direttamente in padella. Una spolverata di parmigiano (pecorino) e buon appetito!



domenica 6 marzo 2016

Fugassa veneta con licoli#Ricettepasquali, il Veneto

Questa focaccia, o com'è giusto chiamarla: fugassa...

(Originariamente questo era il dolce dei poveri. In occasione delle feste veniva preso l'impasto base del pane e gli venivano aggiunte uova, burro e zucchero (tutto in quantità moderata dati i costi). Poi il dolce veniva cotto nei forni a legna.
In seguito questo dolce è stato 'adottato' dalle pasticcerie fino a diventare più raffinato ed elaborato. Dovendosi adeguare alle sofisticazioni e complicazioni del palato del mondo moderno, ha perso la semplicità di un tempo...(Fonte Wikipedia)


....l'ho preparata per la prima volta qualche anno fa con lievito di birra. 
Ho tantissimi ricordi legati a questo pane dolce che mio padre comprava molto, molto tempo fa in occasione della Pasqua e che non aveva nulla a che vedere con la colomba. Un impasto totalmente diverso,  meno elaborato, più compatto, ma per me ottimo!
Questa mia nuova versione è un po' più ricca di burro e uova delle precedenti e fatta con licoli.

Ingredienti per 3 focacce ( ma si possono fare anche di dimensioni inferiori)
Lievitino:
  • 80 g di licolfico
  • 80 g farina di forza
  • 80 g latte
Impasto:
  • 500 g di farina di forza
  • tutto il lievitino
  • 4 uova intere
  • 120 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di grappa oppure di rhum
  • 120 g di burro
  • 8 g di sale
  • raspatura di arancia e limone bio
Per guarnire:
  • tuorlo d'uovo
  • un po' di latte
  • granella di zucchero (invenzione di Anna)
Al mattino ho iniziato col preparare il lievitino mescolando licolfico (già rinfrescato altre due volte nella giornata precedente) con il latte e la farina. 
Ho lasciato lievitare coperto con un piattino per circa 6 ore.
Nel pomeriggio ho messo licolfico nella ciotola della planetaria e vi ho mescolato le uova, tenute a temperatura ambiente, con una forchetta per amalgamarle. Ho unito gli aromi, lo zucchero e la farina. Ho avviato e fatto impastare finchè l'impasto non si è staccato dal fondo e dalle pareti della ciotola avvolgendosi al gancio. A questo punto ho unito un po' alla volta il burro morbido. Ho fatto incordare nuovamente e per finire ho unito il sale.
Ho trasferito l'impasto in una ciotola, ho coperto con un foglio di carta da forno (ripeto il perché: se si copre direttamente con la pellicola essa tende a creare condensa bagnando l'impasto). Cosi io copro prima con un foglio di carta da forno e poi con la pellicola oppure uso un sacchetto di plastica per alimenti.
Ho lasciato lievitare tutta la notte a temperatura ambiente. Il mattino successivo l'impasto era più che raddoppiato. L'ho diviso in tre, arrotolato e formato le focacce, in questo modo.
Le focacce così formate hanno lievitato coperte fino al raddoppio.
A quel punto ho sbattuto l'uovo con un po' di latte, l'ho spennellato sulla superficie delle focacce e ho cosparso di zucchero in granella. Cotte in forno preriscaldato a 170°C per circa 35 minuti. Coprire con un foglio di carta da forno se durante la cottura si colorano troppo. Se le focacce sono di dimensioni minori cuocere meno di 30 minuti.

e...non ho resistito, l'ho tagliata ancora calda! Molto buona!

 Partecipo alla raccolta #Ricettepasquali, il Veneto
Regione Veneto



LinkWithin

Related Posts with Thumbnails