domenica 12 aprile 2015

Quanti modi di fare e rifare Le lasagne verdi emiliane

Eccoci qui, è arrivato anche Aprile e noi siamo alle prese con quarta ricetta del menù 2015 della Cuochina!

Un classico della cucina italiana-emiliana: Le lasagne verdi emiliane, preparata in modo eccellente dalla nostra amica Susanna del blog Afrodita's kitchen con una gustosissima variante che aggiunge un tocco appetitosissimo al piatto: la crosticina di pangrattato sulla superficie.
Ho seguito la ricetta di Susanna, apportando solo piccole variazioni nel procedimento.

Ingredienti
Per la pasta all'uovo:
  • 200 g di farina
  • 100 g di semola di grano duro + quella per la spianatoia e per aggiustare l'impasto se troppo umido
  • 3 uova
  • 1 pizzico di sale fino
  • 60 g di spinaci già cotti
Per il ragù di carne:
  • 600 g di carne macinata mista
  • 1 cipolla dorata piccola
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 2 foglie di alloro
  • ½ bicchiere di vino rosso
  • 400 g di passata di pomodoro 
  • 2 cucchiai di doppio concentrato di pomodoro
    noce moscata q.b.
    sale 
  • 1 cucchiaino di zucchero (omesso)
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • 2 noci di burro
Per la besciamella:
  • 1 l di latte intero
  • 100 g di burro
  • 100 g di farina di grano tenero tipo 0
  • noce moscata q.b.
  • sale fino q.b.
Per completare:
  • 100 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • pangrattato q.b.
Ho preparato il ragù il giorno prima tritando le verdure per poi cuocerle a fiamma bassa, con due noci di burro e un cucchiaio di olio, finché non erano morbide e lucide. Ho tenuto da parte. 
Ho rosolato, con un paio di cucchiai di olio, la carne fino ad asciugatura del liquido e ha iniziato a prendere colore. Ho versato il vino e fatto evaporare. Ho quindi aggiunto le verdure, gli aromi, la passata di pomodoro sale, pepe e circa due bicchieri di acqua. Ho fatto cuocere per circa 2 ore. Una volta raffreddato ho riposto in frigo.

Il giorno seguente ho cotto gli spinaci facendoli stufare in una padella per qualche minuto. Li ho lasciati raffreddare poi frullati. Quindi ho preparato le sfoglie nel modo tradizionale ma, al contrario di Susanna, le ho tirate di spessore un po' più sottile con la macchina per la pasta perché ci piace così.
Una volta pronte le ho lasciate asciugare sopra una tovaglia di cotone. Ho fatto bollire dell'acqua salata e ho cotto le sfoglie per un paio di minuti. Appena scolate, le ho immerse in acqua fredda per bloccare la cottura, poi messe ad asciugare sopra una tovaglia.
Ho fatto la besciamella mettendo un pentolino sul fuoco con il burro. Non appena quest'ultimo ha iniziato a prendere un po' di colore ho aggiunto la farina, mescolato per far sì che non si creassero grumi. A questo punto ho versato un po' alla volta il latte sempre sbattendo con una frusta (non aggiungo altro latte se prima non è amalgamato quello precedente e senza grumi). A bollore della besciamella ho messo sale, pepe e noce moscata.
E sono arrivata a preparare le lasagne.
Ho passato un po' di burro nello stampo ed iniziato a mettere; uno strato di sfoglia, ragù, besciamella e formaggio grana. Ho continuato così fino all'ultima sfoglia.
 
Per finire ho spalmato la rimanete besciamella, il formaggio e pane grattugiato.

Ho infornato a forno preriscaldato a 200°C finché non ho ottenuto una gratinatura uniforme.

Grazie mille Susanna per la ricetta e per aver ospitato in allegria tutta la compagnia della Cuochina!

Il prossimo mese saremo dalla cara Solema del blog La cucina di Nonna Sole per preparare insieme degli gnocchi un po' particolari ma che piaceranno moltissimo a tutti: gnocchi di fagioli! Vi aspettiamo!!!

Nel blog di "Quanti modi di fare e rifare" e nella pagina di Facebook della Cuochina si possono visualizzare tutte le versioni proposte oggi e tanto altro! QUI per il menù 2015!
QUI
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2013,
la prima e seconda parte del pdf anno 2012,
ed il pdf intero delle ricette anno 2011 




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails