giovedì 1 gennaio 2015

Spongade di Nadia e Buon Anno!!

Durante il primo fine settimana di novembre, dell'anno appena trascorso, ho avuto la fortuna d'incontrare alcune amiche blogger a Milano: Anna, Maria Vittoria e Braccio D., Nadia e familiari. 
E' stato un evento troppo emozionante..Da tanti anni ci conoscevamo solo virtualmente e spesso scherzavamo sul fatto che "chissà quando avremmo fatto due chiacchiere a tu per tu"! Ma il destino è veramente imprevedibile e ci ha fatto trascorrere un meraviglioso giorno insieme! 
Per quell'occasione Nadia ha preparato per noi le spongade: fantastiche! 
Non vedevo l'ora di provare a farle ma, per ragioni di tempo, solo in questi giorni ci sono riuscita, grazie alla ricetta perfetta di Nadia e, dato che ero sprovvista di licoli, al portentoso licolfico di Anna arrivato dal Giappone insieme a lei!!
E' una ricetta tipica della Val Camonica per il periodo pasquale ma io penso che siano ottime per tutto il tempo dell'anno! Per il procedimento ho seguito alla lettera le spiegazioni, aggiungendo aroma arancia e uvetta.

Colgo l'occasione di augurare ogni bene per il nuovo anno!!
Che sia un 2015 positivo per tutti e per tutto!
Spongade


Ingredienti con licoli:
  • 400 g licoli molto attivo, almeno tre rinfreschi
  • 760 g farina di forza
  • 4 tuorli
  • 4 uova intere (tot. uova circa 300 g)
  • 250 g zucchero
  • mezza bacca di vaniglia
  • 200 g burro a temperatura ambiente
  • 150 g di uvetta
  • aroma arancia
  • un pizzico di sale
Mescolare licoli, le uova, lo zucchero e la vaniglia, aggiungere tre quarti di farina e cominciare a impastare. Dopo un po' aggiungere il burro poco per volta, alternandolo con la farina rimasta fino ad esaurimento degli ingredienti, il sale per ultimo. Continuare a impastare finché non risulti incordato e lucido (circa 25 minuti con l'impastatrice). L'impasto deve risultare morbido ma non appiccicoso (non si deve aggiungere altra farina).

Trasferirlo in una ciotola molto grande, almeno tre volte la pasta, coprire con la pellicola e far lievitare al caldo, Nadia consiglia di metterlo in forno insieme ad un pentolino di acqua bollente (io l'ho messo vicino al termosifone avvolto da una coperta in pile) per circa 12 ore.  Trascorso questo tempo l'impasto deve essere almeno triplicato. Direttamente dalla ciotola prendere circa 80 g di impasto e sul tavolo senza farina (se proprio è necessaria, usarne pochissima altrimenti non si riesce a lavorarlo bene) formare una pallina girandola tra la mano e il tavolo (come per la pizza).

Appoggiare le spongade sulla carta forno ben distanziate, coprire con la pellicola e la copertina di pile e lasciare lievitare per circa sei ore. Con licoli le palline non si gonfiano molto ma poi in forno "esplodono". Con le forbici tagliare a fondo nel centro del panetto, spennellare con l'albume avanzato e al centro del taglio mettere un generoso cucchiaio di zucchero semolato. Infornare a 180°C gra per circa 15 minuti o fino a doratura. Con questa dose ne vengono circa 22.
Restano morbide per qualche giorno, chiuse in una busta di plastica, ma si possono anche congelare.
Fa-vo-lo-se!




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails