mercoledì 7 agosto 2013

Licolampone..

Fin da quando sono arrivata qui, nel bel mezzo del gelido inverno, ed i miei occhi si sono fermati sulle, allora nude, piante di lamponi, attendevo con impazienza questo momento..La primavera ha vestito di verde i rami e da qualche giorno, qua e là, spuntano pois rossi: stupende bacche, zuccherine, saporite, fantastiche!

Ed è arrivato, se non con poche tribolazioni, anche licolampone.
Tribolazioni perché non ho tempo disponibile.....e poi mi ha dato un po' filo da torcere con le farine che ci sono qui!
Per iniziare ho messo 7-8 lamponi in un bicchiere l'acqua e ho lasciato coperto per 48 ore a temperatura ambiente...qui non supera i 20° C..
Ed ho iniziato come da tabella..che è puramente indicativa, ognuno deve costruirsela man mano che procede perché, o per la temperatura più bassa o alta, o per la farina diversa il procedimento non è mai uguale!

Comunque al secondo rinfresco eccolo qui sotto...
poi il "monellaccio" dopo una partenza sprint si è fermato senza più un minimo accenno di lievitazione.

Ma non mi sono arresa e la sorpresa non ha tardato ad arrivare...
Eccolo qui, uscito dal barattolo durante la notte, con il suo bel vestitino sferruzzato tempo fa :-)

Per il procedimento ho seguito quello di licolpesca.
Dopo aver iniziato a rinfrescare con l'acqua si è fermato, nessun accenno di lievitazione.
Allora ho rimesso dei lamponi in infusione e ho ripreso i rinfreschi con quello finché non è "esploso" (vedere foto sopra). A quel punto ho ripreso i rinfreschi con acqua e finalmente eccolo qui bello pimpante, triplicato in poche ore!

Alcuni dei primi ottimi risultati:
Boller ma all'acqua di rose..

Pite con l'impasto base nr.6 della Cuochina ( prossimamente la ricetta)


Arrivederci a settembre, buon mese di agosto a tutti!!


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails