mercoledì 29 maggio 2013

Boller bicolori, seconda proposta per l'impasto base nrXX della Cuochina


Da un mese a questa parte sono diventata iperattiva panificatrice! Ma che ci posso fare se l'ora di andare a dormire mi sembra non giunga mai ?
Risultato? Dopo una giornata interminabile di lavoro finisce in questo modo: quando mi sdraio sopra il letto sono talmente stanca che manco prendo sonno!! E' come essere in pieno scombussolamento per il fuso orario solo che a quello dopo un po' ti ci abitui, mentre qui le giornate si allungheranno ulteriormente!
Al sud, dove viviamo, il sole a mezzanotte di certo non si vedrà, però alle 22:00 è ancora pieno giorno e solo verso le 23:00 arriva finalmente il buio! Che poi tale non è, perché a nord c'è luce 24 ore su 24 in questi mesi, rendendo la notte anche qui molto luminosa!
Immagine scattata alle 22:04..ho ancora memorizzata l'ora greca nella macchina fotografica, devo aggiornare!
Al mattino non se ne parla, non saprei dire a che ora albeggia ma si dorme gran poco anche perché le case norvegesi sono sprovviste di imposte! Ho tentato di schermare le finestre il più possibile cucendo una doppia tenda e sembra funzioni. Sono curiosa di scoprire cosa farò in autunno, quando inizierà il fenomeno contrario e cioè sarà la notte a farla da padrona..
Sia come sia, è uno spettacolo incredibile!

Questa è la mia seconda proposta per l'impasto base nr°XX della Cuochina! Per conoscere tutti i particolari su come partecipare leggere QUI.

Ingredienti per 9 boller:
  • 400 g di farina di forza
  • 200 g di licolmela bello attivo
  • 1 cucchiaino di estratto di malto
  • 160 g di acqua
  • 75 g di burro
  • 75 g di zucchero
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • sale un cucchiaino

per la glassa:
  • latte
  • zucchero a velo
  • qualche goccia di rhum

Ho riscaldato l'acqua e vi ho sciolto il burro, poi ho lasciato intiepidire.
Nella ciotola della planetaria ho inserito il licolmela (rinfrescato almeno 3 volte), l'acqua con il burro ed il malto. Ho avviato per sciogliere e amalgamare il tutto. Ho setacciato la farina e l'ho aggiunta assieme allo zucchero. 
Ho lasciato impastare per 10 minuti buoni poi ho fermato la planetaria, ho coperto l'impasto e lasciato riposare per mezz'ora (autolisi). Trascorso questo tempo ho aggiunto il sale e fatto impastare per altri 10-15 minuti. Fatto questo ho tolto dalla planetaria 3/4 dell'impasto e a quello rimanente ho aggiunto il cacao. Ho lasciato che s'incorporasse bene. Quindi ho steso un po' con le mani la parte senza cacao lasciandola abbastanza alta di spessore, circa 3 cm. Ho tagliato in 8-9 pezzi l'impasto con il cacao e formato dei cordoncini disponendoli metà sopra e un po' sotto alla sfoglia, incrociandoli. Dopodiché ho riunito a palla, messo a lievitare coperto con la carta forno e inserito il tutto in un sacchetto di plastica, a temperatura ambiente, per un paio d'ore. Poi in frigo per tutta la notte.
Al mattino seguente ho tolto dal frigo e così com'era lo lasciato più di un'ora al caldo.
La seconda volta che li ho preparati..mi son ricordata di fotografare anche la "sfoglia":-)

Ho tagliato in pezzi da circa 100 g e modellato delle palline che ho lasciato lievitare, sempre al caldo, fino al raddoppio. Ho sciolto nel latte e qualche goccia di rhum lo zucchero a velo e l'ho passato sopra la superficie dei boller. Ho infornato a forno ventilato a 180°C  (200°C a forno statico) fino a doratura, circa 15-20 minuti.




domenica 26 maggio 2013

Bocconcini di feta e sciroppo di tarassaco per il blog party di Artù


Dalla contea di Mysen vola verso la contea di Camelot....dalla brava e cara amica Artù, un antipasto molto semplice ma squisito per il suo blog party! Mille di questi giorni a La casa di Artù e alla cuoca!
Questa ricetta è multietnica..fiori di tarassaco raccolti in Norvegia, feta greca comprata in Svezia e ho accompagnato con pane di Anna ricetta arrivata dal lontano Giappone..La ricetta del "miele di tarassaco" e lo spunto di abbinarlo al formaggio provengono dal blog di Terry.


Per questa ciotolina di sciroppo:
  • 50 g di fiori di tarassaco (solo la parte gialla....quanta pazienza!!)
  • 100 g di zucchero
  • 200 g di acqua (io ne ho messa 300)

Lavare velocemente i fiori poi tamponarli con un canovaccio ed iniziare a togliere solo la parte gialla che si metterà in una casseruola aggiungendo lo zucchero e l'acqua. Far bollire pian piano per circa 40 minuti. Lasciare raffreddare, filtrare e rimettere sul fuoco per fare addensare. Essendo metà dose si è addensato in fretta anzi quasi troppo..per cui bisogna fare attenzione.


Per gli stuzzichini non servirebbe nemmeno il procedimento ma ho tagliato a cubetti la feta, l'ho condita con il miele e origano secco. Ho infilato qualche fiore negli stuzzicadenti e ho guarnito con menta fresca.
Per il blog compleanno party di Artù

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails