giovedì 23 maggio 2013

Skolebrød o brioche schiacciate di Nadia


Nadia con le sue bellissime brioche schiacciate con crema mi ha fatto venir voglia di provare a rifarle subito e, dato che anche nelle zone in cui vivo attualmente c'è una preparazione simile,.. ecco fatto :-)
Abbiamo usato l'impasto base nr 2 della Cuochina (l'ho raddoppiato) e per la crema ho inventato alla grande perché sono rimasta senza uova ed i negozi erano chiusi nel momento in cui dovevo farcire le brioche...Molto buona ma ci voleva un po' di zucchero in più. Le rifarò presto anche con la crema di Nadia!

Ingredienti: 
  • 240 gr di farina di forza (minimo 13 % di proteine) 
  • 110 gr di licolmela
  • 80 gr di latte
  • 60 gr di zucchero
  • 60 gr di tuorli
  • 80 gr di burro a temperatura ambiente
  • un cucchiaino di sale
  • ho aggiunto mezzo cucchiaino di estratto di malto
per la crema (QUI per la ricetta di Nadia):
  • 150 g di panna fresca
  • 50 g di succo di mandarancio
  • 4 cucchiai di zucchero (troppo poco..)
  • 1 cucchiaio di fecola
  • vaniglia in baccello
per guarnire:
  • glassa preparata con latte, zucchero a velo e qualche goccia di rhum
  • farina di cocco

Nella ciotola della planetaria ho messo il licolmela, il malto, il latte tiepido ed i tuorli. Ho mescolato amalgamando bene. Quindi ho iniziato ad incorporare un po' alla volta la farina, lo zucchero e ho fatto impastare per una decina di minuti. Dopodiché ho spento e ho lasciato riposare l'impasto per mezz'ora coperto. Trascorso questo tempo ho riavviato, ho unito il sale, un po' alla volta il burro morbido e lasciato impastare fino al completo assorbimento e all'incordatura dell'impasto. Quindi ho imburrato leggermente una ciotola e vi ho messo l'impasto raccolto a palla. Ho coperto con carta da forno e poi messo tutto in un grande sacchetto di plastica. Ho lasciato lievitare in luogo fresco (oppure si mette in frigo) per tutta la notte. Al mattino seguente ho spostato l'impasto in una stanza calda e l'ho lasciato per un'ora. 
Poi ho fatto le pieghe a 3 e ho tagliato 7 pezzi di circa 80 g l'uno e li ho modellati con le mani a pallina e successivamente stesi con il matterello in una sfoglia rotonda di circa un cm di spessore. Ho coperto e lasciato lievitare per 2 ore circa. Quindi con un bicchiere..come fa Anna in questa bellissima ricetta, ho schiacciato il centro per contenere la crema che avevo successivamente preparato e lasciata raffreddare. Per cui ho messo un bel cucchiaio di crema al centro ho coperto nuovamente e lasciato lievitare ancora per altre 2-3 ore.
Al momento di infornare, a forno caldo ventilato a 180°C, ho spennellato la superficie leggermente col latte. Per la glassa ho sbattuto latte e tanto zucchero a velo quanto basta per creare una cremina bianca e vi ho aggiunto qualche goccia di rhum. Dopo la cottura ho atteso che s'intiepidiscano quindi le ho ricoperte di glassa e spolverate con farina di cocco.

Per la Cuochina e la sua stupenda  màdia dei lievitati




domenica 19 maggio 2013

Tagliatelle di ortica con sugo di salmone profumato alla menta

Quasi ogni giorno qui, nella mia nuova realtà, riscopro qualcosa che mi riporta indietro nel tempo, ai sapori a cui ero abituata ancora prima di trasferirmi in Grecia: ribes, mirtilli, lamponi che ovviamente hanno appena iniziato a ricoprirsi di fogliame. Per i frutti dovrò pazientare. Ci sono piante di sambuco e non vedo l'ora di raccoglierne i fiori! Invece ho fatto scorta di tarassaco e sono riuscita a gustarmelo anche in insalata tanto i germogli erano piccoli e teneri. E di ortiche...
Quest'ultime non le avevo mai mangiate in vita mia! Anzi mi ero tenuta a debita distanza dopo esserci finita dentro ad un cespuglio da piccola. Il male che ho avuto me lo ricordo ancora adesso e stentavo a credere che una volta cotte non pungessero più! Invece sono davvero ottime! 

Ingredienti per 6 persone
  • 500 g di farina
  • 150 g di ortiche già sbollentate e strizzate
  • 4 uova
Per il condimento
  • 500 g di salmone
  • 6 piccoli cipollotti
  • circa 80 g di burro salato
  • menta fresca tritata
  • pepe
"Armata" di guanti ho raccolto le ortiche tagliando alle più piccole e tenere solo la parte superiore. Le ho lavate bene (senza sfilare i guanti) e poi immerse nell'acqua bollente per qualche minuto. Dopodiché mi sono sbarazzata dei copri-mano di lattice :-) e appena le ortiche si sono raffreddate, le ho strizzate con le mani e tritate finemente con il coltello. 
Nella ciotola della planetaria ho messo la farina (io ne ho usato una al 13% di proteine) al centro le uova e le ortiche. Ho avviato e fatto impastare a lungo. Poi ho messo la pasta a riposare per qualche ora coperta a campana da una ciotola.
Posso dire che me la cavo abbastanza bene col matterello ma quello che ho acquistato da poco è troppo corto ed è difficile tirare la sfoglia intera se è grande. Così ho pensato di "far finta" di avere la macchina (rimasta ad Atene..),ho tagliato a pezzi la pasta e ho proceduto così tirando a sfoglia una ad una. E' risultato molto più facile!
Una volta asciugate le ho tagliate con il coltello. In una padella antiaderente, per la precisione il wok, ho messo mezzo burro di quello previsto e vi ho fatto rosolare i cipollotti tagliati a rondelle fini. Ho aggiunto il salmone tagliato a dadini e fatto rosolare anche questo. Ho insaporito con pepe appena macinato, ho aggiunto il resto del burro, fatto cuocere ancora per qualche secondo e unito qualche fogliolina di menta fresca tritata. Ho scolato le tagliatelle e le ho condite con questo semplice ma gustosissimo sugo. Buona domenica a tutti!



LinkWithin

Related Posts with Thumbnails