venerdì 8 giugno 2012

Insalata, bocconcini di feta al sesamo su pane carasau

Queste palline di feta ( viste nella rivista di cucina Olive, ricetta di Ιωαννα Σταμουλου) ricoperte di sesamo adatte ad arricchire una grande varietà di insalate, mi hanno colpito all'istante, per cui ho memorizzato subito le dosi.
Le ho trovate deliziose. La mia è un'insalata semplicissima arricchita da questo splendido formaggio greco, foglioline di menta fresca e dal pane carasau fatto con il mio licolmela.

Per l'insalata ho usato ad occhio:
  • pomodori
  • insalata lattuga
  • cipolla rossa
  • foglioline di menta fresca
  • olio extravergine di oliva
  • un po' di aceto balsamico
Per le palline di feta ho usato:
  • 150 g di feta
  • 1/2 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaio e mezzo di yogurt greco
  • 1 bella presa di menta secca
  • sesamo

Per l'insalata ho proceduto come al solito, mentre per le palline, prima ho schiacciato bene la feta con una forchetta poi l'ho amalgamata al resto degli ingredienti. Ho messo in frigo per mezz'ora poi ho modellato delle palline. 
Ho rimesso in frigo e poco prima di condire l'insalata, con sale, olio extravergine di oliva e un goccetto di aceto balsamico, ho passato le palline nel sesamo.
Ho sistemato il tutto sopra a dei fogli di pane carasau.


 E adesso la ricetta del pane carasau...


Per 10-12 piccoli fogli:
  • 60 g di licolmela (o licoli) molto attivo
  • 60 g di acqua
  • 75 g di farina di grano duro
  • 75 g di farina per pane
  • sale 1/2 cucchiaino

Alla sera, sciogliere nella ciotola della planetaria il licoli con l'acqua. Aggiungere mescolando la farina e lasciare impastare fino ad assorbimento. Fermare la macchina e lasciare l'impasto coperto per mezz'ora a riposare. Dopodiché riavviare la planetaria, aggiungere il sale e fare impastare finché non si ottiene un impasto liscio e compatto. Quindi metterlo in una terrina, coprire con della carta da forno e tutto dentro ad una busta di plastica. Lasciare per un paio d'ore a temperatura ambiente e poi in frigo per tutta la notte.
Il mattino seguente lasciare l'impasto per un'oretta a temperatura ambiente, poi dividerlo in pezzi da 50-60 grammi e modellarli a palline.
Coprire e lasciare raddoppiare in luogo tiepido. 
Quindi con il matterello tirare ogni pallina a sfoglia molto sottile ed infornare al massimo della temperatura, sulla placca da forno caldissima, finché non si gonfia a palla. Togliere dal forno e con un coltello seghettato (io ho usato la forbice da cucina) dividere in due fogli. Lasciare raffreddare e rimettere in forno, sfoglia a sfoglia sempre a massima temperatura per qualche secondo.
Ho preso spunto da questo video per la cottura.

Partecipo alla raccolta di Puffin




Quante volte siamo passati davanti a dei fiori talmente piccoli da ritenerli insignificanti, non degni neanche di un'occhiata veloce? 
Ecco guardate questo, è talmente piccolo che quasi non si vede ma se lo scruti da vicino è meraviglioso...o almeno io lo vedo così :-)
Che fiore è?


Alla prossima, buon fine settimana





mercoledì 6 giugno 2012

Quanti modi di fare e rifare: Puccette pugliesi

La nostra Cuochina di "Quanti modi di fare e rifare"
oggi ci accompagna nella cucina di Vale del blog "In cucina senza glutine" per preparare dei panini favolosi: le puccette pugliesi!
Lo dico in assoluta sincerità, tutte le ricette che abbiamo fatto finora sono state meravigliose ed anche questa supera ogni aspettativa..fatta e rifatta più di una volta! Per le dosi originali col lievito di birra e gluten free, vi rimando da Vale io ho adattato la ricetta glutinosa di sua zia al licoli

Ingredienti:

  • 300 g farina 0 (11,8% di proteine)
  • 75 g di farina di grano duro
  • 200 g di licoli rinfrescato più volte
  • 250 g di patate cotte al vapore
  • 2 cucchiaini di sale
  • 85 g di acqua tiepida
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di zucchero

Ho cotto al vapore le patate, le ho ridotte a poltiglia con una forchetta poi le ho sbattute con la frusta come faccio solitamente col purè. Le lasciate intiepidire nella ciotole della planetaria.
Dopodiché vi ho aggiunto il licoli, il cucchiaino di zucchero, l'acqua tiepida , l'olio e le farine setacciate. Per ultimo il sale. Ho lasciato impastare fino ad incordatura poi con le mani infarinate l'ho messo in una terrina che ho coperto prima con la carta da forno ed poi inserita in un sacchetto di plastica. Ho lasciato lievitare fino al raddoppio.
Fatto ciò, sempre con le mani ben infarinate perché l'impasto rimane un po' morbido, ho piegato 2 volte e quindi tagliato in 15 pezzi di circa 60 g cadauno.
Ho modellato con le mani ogni pezzo a pallina, che ho disposto sulla placca, ricoperta di carta da forno e messe a lievitare coperte per circa un'ora e mezza in luogo tiepido. Le ho scoperte e lasciate qualche minuto ad asciugare poi con le mani infarinate le ho schiacciate un po' quindi infornate a 220° per circa 15 minuti. Sono buonissime..una tira l'altra! Ce le siamo gustate con l'immancabile formaggio feta, pomodori freschi, origano e olio extravergine di oliva. Grazie Vale!!
Vi ricordo che potete ammirare tutte le nostre golose preparazioni, scoprire come partecipare e tanto altro nel blog dell'iniziativa e nella nostra pagina di Facebook.
E il 6 di luglio dove spignatterà la nostra allegra comitiva? Da Emanuela del blog "Pane, burro e alici" per preparare una ricetta con un nome bellissimo...


Vi aspettiamo! 






LinkWithin

Related Posts with Thumbnails