domenica 23 dicembre 2012

Buone feste con il Nadalin e seconda parte del pdf 2012 della Cuochina


Il Nadalin è un dolce natalizio tipico di Verona. Nato molto tempo prima del celebre pandoro ma altrettanto buono! E' la prima volta che lo preparo e, a dire la verità, nemmeno l'ho mai assaggiato..nonostante la mia città natale disti poco più di una quarantina di km da Verona!
E' un dolce con una pasta non sofficissima come il pandoro ma abbastanza morbida e gustosa. La presenza dell'anice conferisce un ottimo aroma all'impasto ma non ho capito se è inteso come liquore o altro, io l'ho aggiunto in forma di semi.
La ricetta, che ho dimezzato, è ispirata un po' dagli impasti base della Cuochina e un po' dai vari siti trovati in rete; fra qui il Sitoveneto molto simpatico anche per "imparare" un po' di dialetto veneto :-) E come sempre ho usato licolmela..

Ingredienti totali:
  • 280 g di farina di forza
  • 140 g di licolmela
  • 20 g di latte intero
  • 80 g di zucchero aromatizzato alla vaniglia
  • 2 uova intere
  • 80 g di burro
  • la buccia di mezza arancia grattugiata
  • 1 cucchiaio di semi di anice
  • sale
  • pinoli
  • zucchero a velo
Ho voluto fare doppio impasto iniziando con metà degli ingredienti, cioè:

Primo impasto:
  • 140 g di farina di forza
  • 70 g di licolmela
  • 10 g di latte intero
  • 10 g di zucchero aromatizzato alla vaniglia
  • 1 uovo
  • 40 g di burro
Ho messo licolmela, latte, zucchero e uovo nella ciotola della planetaria e fatto sciogliere il tutto con una forchetta. Quindi ho inserito il gancio per impastare ho aggiunto la farina setacciata e fatto amalgamare. Quando l'impasto si è staccato dalla ciotola, ho fermato la planetaria e l'ho lasciato per venti minuti a riposare. Dopodiché ho riavviato, aggiungendo il burro morbido un po' alla volta. Ho impastato finché il tutto non era ben incorporato, incordato e liscio. Ho trasferito sul piano di lavoro e ho fatto le pieghe per 3 volte a distanza di mezz'ora. Infine ho messo l'impasto in una ciotola leggermente imburrata, coperta con la carta forno ed infilata dentro ad una busta di plastica. Ho lasciato lievitare per tutta la notte a temperatura ambiente (18° circa). Il mattino seguente ho messo nella planetaria i rimanenti ingredienti nell'ordine elencato:

Secondo impasto:
  • 70 g licolmela (rinfrescato con pseudo rinfresco) 
  • 1 uovo
  • 70 g di zucchero aromatizzato alla vaniglia
  • 10 g latte 
  • 140 g farina di forza
  • buccia di mezza arancia
  • 1 cucchiaio di anice
  • sale
Ho impastato il primo impasto assieme all'uovo, lo zucchero, il latte e la farina setacciata per circa 10 minuti poi ho fermato e lasciato riposare per 20 minuti coperto. Ho riavviato e unito il burro morbido, il sale e gli aromi e impastato finché il tutto non era ben incorporato, incordato e liscio.
Infine l'ho messo direttamente nello stampo a lievitare (ho usato uno stampo rotondo di alluminio modellato a stella.. home made:-) leggermente imburrato. Ho cosparso di pinoli e ho lasciato lievitare a lungo, quasi 8 ore..le temperature sono proprio anti- lievito!! Anzi, ho preparato un vestitino caldo anche per il mio licolino per riscaldarlo durante i rinfreschi...vi piace?
Ho infornato a 190°C per 30 minuti. A cottura avvenuta ho spento il forno e ho lasciato dentro il Nadalin per 10 minuti. Una volta intiepidito l'ho cosparso di zucchero a velo.




Ed eccoci qui, domani è la vigilia..Il mio augurio per tutti è come sempre di trascorrere un sereno, spensierato Natale in gioiosa compagnia dei nostri cari! E che il 2013, sin dall'inizio, abbia i presupposti per essere un anno meraviglioso per ognuno di noi!! 

Per tutti la seconda parte del pdf di Quanti modi di fare e rifare

Per visualizzare cliccate su EXPAND

Open publication - Free publishing - More food

Per scaricarlo cliccare QUI
per scaricare la Prima parte 2012 cliccare QUI
e per scaricare l'edizione del 2011 cliccare QUI





39 commenti:

  1. Buongiorno cara, sincronismo perfetto :))
    Che bello vederlo anche nel post, fa venir voglia di rimettere le mani in pasta.
    Buon Natale anche a te e famiglia carissima ;-)
    Bello il pdf, vero????
    Baci

    RispondiElimina
  2. Che stella meravigliosa tesoro :) E spero tanto che sia una stella portafortuna, ricca di belle novità, gioia e serenità per te che le hai dato "vita" e per tutti noi.
    Conosco questo dolce tradizionale solo di nome, mi ha sempre frenata la dose massiccia di lievito di birra trovata nelle varie ricette sparse in rete ma adesso che ho la tua geniale conversione in licoli non ho più scuse. Magari prima di capodanno ci provo :D!
    Ti faccio tanti tanti auguri di buon Natale tesoro a te e famiglia
    Un abbraccio grande

    P.S: grazie per il pdf, è splendido ^_^

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo questo dolce, ma mi sembra davvero buonissimo e invitante.
    sei stata veramente brava a realizzarlo.
    tanti auguri di buon natale cara Ornella, e molti baci!

    RispondiElimina
  4. Grazie per finire in bellezza auguri di Buone Feste
    Edvige

    RispondiElimina
  5. Un Natale sereno con tanta felicità e gioia e salute,
    auguri sinceri tua Elettra
    P.S.Grazie il Nadalin!!!

    RispondiElimina
  6. Ornella mi sembra davvero molto soffice anche a vederlo, posso farlo con il ldb che non ho nulla di pronto? quest'anno non me la sono sentita di fare il panettone, ma qualcosa di simile mi piacerebbe, io ci provo...un caro, davvero caro abbraccio a te e un augurio anche a tuo marito e che il 2013 ci riservi qualcosa di meglio, che ce lo meritiamo...

    RispondiElimina
  7. Ti auguro un buon Natale e invito te e i tuoi lettori a partecipare alla scelta dei migliori film del 2012 sul mio blog.

    RispondiElimina
  8. delizioso e natalizio! ti faccio tantissimi auguri di buon Natale :-))

    RispondiElimina
  9. Ciao Ornella :-)

    Come si dice buon natale in greco???

    Auguri tanti tanti a te e famiglia di cuore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Καλά Χριστούγεννα (kalà Christùghenna) Grazie carissima!

      Elimina
  10. ha un ottimo aspetto. con l'anice poi che come ben sai i greci apprezzano deve essere buonissimo.
    cara ornella, tantissimi auguri di un sereno natale con tutti i tuoi cari. e che il 2013 sia migliore di quest'anno ormai agli sgoccioli.
    un abbraccio

    irene

    RispondiElimina
  11. Quanto mi incuriosisce questo dolce, non lo conoscevo!
    Auguri anche a te e allla tua famiglia cara Ornella, trascorrete delle buone feste!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  12. non lo conosco! ma è una vera meraviglia, bello da vedere, morbido di sicuro con il licoli! ciao cara tanti auguri anche a te!

    RispondiElimina

  13. Ma che bella scoperta, non lo sapevo che esistesse un dolce veronese con il diminutivo del mio cognome, d'altronde mio padre è di origine veronese (Villa Bartolomea).
    Deve essere buonissimo e sicuramente da provare.
    Auguri affettuosi per un natale allegro e un sereno anno nuovo.

    RispondiElimina
  14. Ciao Ornella,
    anch'io non conoscevo questo dolce è stupendo!
    Tanti auguri di pace e serenità, e che il Signore Ti benedica e Ti custodisca il Signore faccia brillare il Suo volto su di Te
    e Ti sia propizio. Il Signore rivolga su di Te il suo volto e ti conceda pace.
    (Sacra Bibbia Numeri 6:22-27)
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia di ricetta!!! felice Natale!!!

    RispondiElimina
  16. Grazie mille cara Ornella!! Tantissimi auguri anche a voi!

    RispondiElimina
  17. Ciao Ornella ! che piacere i tuoi auguri ! ogni tanto ci si perde.... Vedo che continui a sfornare lievitati deliziosi e dai sapori della tradizione.... complimenti !!! Un abbraccione e tantissimi auguri, di buone feste e di preziosa serenità !

    RispondiElimina
  18. Ornella, nn t preocc per la latitanza, anche io non sono stata costante negli ultimi tempi causa i molti impegni, i commenti ai post poi fanno piacere, ma più importanti sono i rapporti personali a distanza che si instaurano tra le blogger non ti preoccupare perciò qnd hai voglia e tempo passi... spero che il nuovo anno ti porti novità positive, intanto auguro un BuOn Natale a te e ai tuoi! Un grande abbraccio e bacioni!

    RispondiElimina
  19. Cara Ornella sono passata per augurare a te e alla tua famiglia un felice e sereno Natale.
    Il nadalin è stupendo!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Ornella, grazie, questo dolce è meraviglioso complimenti, tanti cari auguri anche a te e famiglia ^_^

    RispondiElimina
  21. Che voglia di assaggiarlo...è soffice anche alla vista...un bacione e tanti cari auguri di Buon Natale e Buone Feste!

    RispondiElimina
  22. Che bello! Mi piacciono tanto questi "pani da festa" (? si dice cosi'?). Ho appena fatto un pandoro, e dovro' provare questo nadalin. Anice, arancia, pinoli... non posso resistere!

    Buon Natale a te e ai tuoi e speriamo che 2013 sia mille volte migliore del anno passato! Euan x

    RispondiElimina
  23. wow.. mi piace moltissimo! mi piacciono questi dolci tipici tradizionali
    tanti auguroni
    baciotti

    RispondiElimina
  24. Wow che delizia!!! Approfitto anche per augurarti buone feste carissima!!! Un grande abbraccio :-)

    RispondiElimina
  25. Ornella carissima, che piacere trovare i tuoi auguri! Non passavo a trovarti da un po', vedo che da te si trovano sempre i migliori lievitati del Web :)
    Un abbraccio, AUGURI!!

    RispondiElimina
  26. Una fantastica delizia!!!! Tanti cari auguri!!!!

    RispondiElimina
  27. Che bel dolce natalizio ! Soffice, buonissimo con l'aroma delicata di anice...mi piace molto! Che bello il pdf ,lo scarico anch'io!
    Cara Ornella, ti auguro buone feste, un sereno e felice 2013!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Come ho già detto ad Anna vi lascio i ringraziamenti per il gran lavoro che la cuochina fa per tutte noi....inoltre vi faccio anche i complimenti per questa bella ricetta della tradizione. Ora da buona mezzo sangue veneta vado a vedermi il sito che ci hai consigliato!

    Auguri per il prossimo inizio anno....bacio

    RispondiElimina
  29. Ci crederai che questo dolce non lo ho mai mangiato, nonostante i miei 70 anni. Vuol dire che proverò a farlo, visto che la ricetta mi sembra gustosa. Ti annuncio che mi sono telecaricato la seconda parte del ricettario ed è come se mi avessi fatto un bel regalo.
    Tanti cari auguri per un sereno 2013.

    RispondiElimina
  30. Buone feste e tanta serenita`.....e che bello questo dolce! Magari lo preparimao tutte insieme per l'anno prossimo!
    francesca

    RispondiElimina
  31. deve essere squisito questo dolce, buone feste, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  32. Χρονια Πολλα cara Ornella!
    Ma che buno questo Nadalin, peccato che non avevo visto la ricetta prima per inserirlo nel programma delle preparazioni festive...
    Ti auguro un Felice Anno Nuovo, pieno di speranze!
    Bacione ♥

    RispondiElimina
  33. cara Ornella finalmente riesco a passare, un po' di tregua dal mal di schiena... questo dolce è fantastico! viene l'acquolina... che soffice dev'essere! non lo conoscevo ed è un piacere scoprirlo attraverso te. tanti auguri di buon anno cara! un bacione

    RispondiElimina
  34. ma è divino! mi piace molto come con il tuo licolmela riesci a compiere miracoli!
    buon 2013
    spery

    RispondiElimina
  35. In questi primi minuti festosi del 2013 vorei condividere virtualmente il mio brindisi con te Clicca qui
    augurandoti un buon anno sperando che ci porti tanta fortuna e salute
    un forte abbraccio.
    Tiziano

    RispondiElimina
  36. Ciao cara
    vorrei ringraziarti per gli auguri e scusarmi per non essere riuscita a passare prima
    con l'occasione vorrei augurarti che questo 2013 sia veramente un anno sereno e positivo per te e tutti i tuoi cari
    un abbraccio sincero
    Manu

    RispondiElimina
  37. Prima di tutto tanti Auguri e poi grazie per questa ricetta tipica delle tue parti. Mi piace molto quando trovo le ricette regionali perché è un imparare dalle tradizioni. Bella Bella!

    RispondiElimina
  38. Il nadalin da Verona in Grecia! Una super fusion! Serena giornata cara Ornella e buona Epifania...ho deciso di portarmi il sole del primo dell'anno nel cuore per tutti i restanti 364 giorni dell'anno, nonostante tutto e tutti e ho pure spiegato che non sono ottimista! ;-) :-D Auguro lo stesso a te e ai tuoi cari e arrivederci a prestissimo nelle cucine virtuali. Smack ;-*

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails