venerdì 11 maggio 2012

Cappidduzzi o cassatelle...


E' da tantissimo tempo che volevo provare a fare questi squisiti dolcetti che dalle parti di Marsala vengono chiamati cappidduzzi e cassatelle nel trapanese.
Ne esistono tante varianti ma personalmente non le conosco, né le ho mai assaggiate.
La ricetta l'ho presa da: Ricette di Sicilia modificandola soprattutto per la quantità.
Fra parentesi ed in rosso le mie varazioni

Crema di ricotta
  • 1 kg ricotta di pecora (250 g)
  • 700 grammi di zucchero (140 g ma per gusto nostro ne bastavano anche meno di 100 g)
  • 100 di cioccolato fondente a gocce ( 25 g cioccolato fondente tritato grossolanamente)
  • 100 grammi di capello d’angelo (omesso)
  • la buccia grattugiata di un limone (mezza)
Per la pasta
  • 1 kg farina di grano duro (250 g di farina di grano duro)
  • 150 grammi di strutto (38 g di burro)
  • 100 grammi di zucchero (25 g di zucchero)
  • 2 tuorli d’uovo (1 tuorlo)
  • 2 bicchiere di vino bianco (½ bicchiere di Marsala secco)
  • Olio di arachidi per friggere

Per guarnire
  • Zucchero a velo q.b.
  • Cannella in polvere q.b.



Procedimento
Setacciare la ricotta e amalgamarla allo zucchero, aggiungere il cioccolato, la buccia di limone grattugiata, mescolare, coprire con la pellicola e mettere in frigo. L'ho preparata alla sera per il mattino seguente.
Per la pasta ho unito il burro alla farina e ho sfregato con le mani finché non si è incorporato. Come si fa per l'apple pie per intenderci. Poi ho inserito tutto nella planetaria e fatto impastare finché non è diventato bello liscio, ma compatto. Quindi l'ho coperto con la pellicola e messo in frigo a riposare per un'oretta. Trascorso questo tempo ho tirato con il matterello una sfoglia medio-sottile. Con un coppapasta di circa 10-11 cm di diametro ho tagliato dei dischetti. Al centro di ognuno ho posto la crema, ho passato dell'albume i bordi e sigillato pressando bene con le dita. Ho fritto in olio caldo ma non bollente perché altrimenti diventerebbero scuri immediatamente (i primi mi sono venuti quasi carbonizzati!) fino a doratura. Ho messo a sgocciolare su carta da cucina, spolverizzato di zucchero a velo e cannella



partecipo al contest di Batù "dal Piemonte alla Sicilia " per la regione Sicilia

32 commenti:

  1. Ornella dalle mani d'oro..... :-)

    RispondiElimina
  2. Una vera goduria!!! Sono bellissime!! un bacio

    RispondiElimina
  3. Sono sempre un po' restia al fritto ma questi ravioli devono ben valere un piccolo strappo. Mi sa che ci hai visto lungo tesoro e hai fatto bene a lasciarti andare alla prova :) Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  4. Ornella cara.. meravigliose davvero! Ti ringrazio molto e ti faccio un grande in bocca al lupo! un abbraccione

    RispondiElimina
  5. p.s. il buon è anche quello: il fritto :-)

    RispondiElimina
  6. Bellissimi e penso gustosissimi!!! Cosa sono i capelli d'angelo? io chiamo così una pasta.
    Ciao cara e buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Solema! I capelli d'angelo sono un tipo di candito simile alla zuccata, ma ne sito qui
      è maggiormente spiegato. Buon fine settimana anche a te :-)

      Elimina
  7. Quanto mi piacciono! :)
    Buon fine settimana, ti abbraccio!

    RispondiElimina
  8. Interessante... la tua versione! Mi sà che li provo :-)

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  9. Chi sa che buoni! Adoro i dolci con la ricotta.
    ciao ...a presto!

    RispondiElimina
  10. concordo con jennifer!!!!
    bellissimi sono!!! :)

    ειρηνη

    RispondiElimina
  11. I dolci siciliani sono buoni. Questo è un esempio. Hai fatto bene a provarli. :)

    RispondiElimina
  12. Grazie a tutti, buon fine settimana!

    RispondiElimina
  13. Ma che delizia orny...stasera dopo cena le mangerei moooolto volentieri sono unameraviglia!!!baci,imma

    RispondiElimina
  14. golosi e invitanti, non conoscevo questa ottima ricetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  15. Ricetta siciliana che bello!
    Lo sai la Sicilia per me assomiglia tanto alla Grecia .
    Ritrovo in questa terra i sapori e i profumi ellenici.
    Essendo per metà sangue siciliana devo dire che forse è proprio questa metà che mi lega tantissimo alla Grecia.
    Ti abbraccio e complimenti ancora.

    RispondiElimina
  16. Che sò belli questi te li copio troppo belli bravissima come sempre!!!
    Buon fine settimana bacioni!

    RispondiElimina
  17. Che belli, non li conoscevo... una gustosissima scoperta :-)

    RispondiElimina
  18. Che belli! Non avevo mai immaginato di usare la ricotta per farcitura dolce, ma dopo la pastiera ne sono convinta. Si invecchia imparando...
    Καλο Σαββατοκυριακο!

    RispondiElimina
  19. Buonissimi,non si resiste ai dolci con la ricotta poi fatti bene come questi!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Che bella chiesa che spunta da dietro questi meravigliosi dolci alla ricotta, fanno un bel connubio.
    E' inutile dirti che sei sempre più brava :D

    RispondiElimina
  21. Bellissime! Le ho mangiate sull'isola di Marettimo e mi sono piaciute tanto. Forse dovro' farle adesso! Grazie Ornella per la ricetta e l'ispirazione!

    RispondiElimina
  22. Sembrano buonissimi!Da provare!Buona Domenica!

    RispondiElimina
  23. Non li conosco ma mi piacerebbe poterli assaggiare.. un bacione e tanti auguri per oggi.

    RispondiElimina
  24. Ornella, sono favolosi. Lo sai, ho un debole per le ricette regionali e questi cappiduzzi o cassatelle sono favolose. Per altro mi piacciono molto i dolci con la ricotta!
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  25. una specialità siciliana che io adoro e ti sono venute perfette :-)

    RispondiElimina
  26. Questo dolce nelle mie zone (abito in prov di Messina) lo chiamiamo FRAVIOLA......per cassatella intendiamo invece un tipico biscotto ripieno di fichi secchi e mandorle.
    Comunque buono lo stesso
    Ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gessica! Che piacere conoscere anche la fraviola,dagli ingredienti so già che mi piacerebbe molto, chissà che riesca a trovare le ricetta! Grazie :-)

      Elimina
  27. Ciao,felice di conoscerti.Quest cassatelle sono ottime, le mangio sempre quando vado a castellammare del golfo,le devo rifare assolutamente.....Mi sono registrata al tuo blog, se ti va ......

    RispondiElimina
  28. che bella idea queste cassatelle (e che bellissimissime come le hai realizzate). sono uno dei miei dolci preferiti, ne mangerei a non finire. grazie per la ricetta, questa me la segno. ps: ho cambiato indirizzo.

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails