sabato 2 luglio 2011

E lo yogurt greco partì per il Giappone..


...fece buon viaggio ed arrivò sano e salvo a destinazione, dove le mani esperte della cara Anna lo hanno pazientemente ed amorevolmente riattivato, regalando una grandissima soddisfazione ad entrambe! Certo che per Anna il lavoro è stato ben più difficile e delicato del mio.. per cui ha tutta la mia ammirazione! Proprio brava! Adesso vi racconto come ho fatto a seccarlo, poi andate nel blog di Anna per scoprire il procedimento di riattivazione! Mi scuso per le foto ma ho avuto giornate molto ventose perciò se lo avessi trasferito in veranda, dove c'è più luce, sarebbe volato via....in anticipo!!

Come potete osservare dalla foto sopra, ho usato il classico yogurt greco, quello che ancora si vende nel contenitore di coccio. Per me è il migliore.
Ed ho iniziato..

 Giorno 1:
Ho preso un po' di yogurt e l'ho spalmato sopra un figlio di carta da forno

Stendendolo così con la forchetta

poi ho messo sopra ad un piatto da portata, tendendo e fissando la carta ai lati con dei fermacarte in modo che fosse un po' rialzata e sotto circolasse aria.

Quindi ho coperto con un coperchio anti schizzi e riposto in una stanza aerata

Giorno 2:
Al secondo giorno lo yogurt si presentava così

Giorno 3:
Il terzo giorno già bello essicato

Con una spatola da cucina l'ho raschiato, ho cambiato carta e..

risistemato, sempre coperto nella solita stanza areata.

 Giorno 4:
Grazie alle alte temperature e giornate ventose, lo yogurt si è essiccato perfettamente in 4 giorni. Ma è un periodo indicativo, sicuramente ne serviranno di più se ad esempio il procedimento verrà fatto in inverno..



Ecco qui la bustina dello yogurt che sta per essere inserito nella lettera e..non vi resta che andare da Anna per vedere la continuazione...

Auguro un bellissimo fine settimana a tutti!

mercoledì 29 giugno 2011

Muffin con le ciliegie

 

Il mio pregio o difetto, è quello di non accontentarmi mai, soprattutto del primo risultato. Di conseguenza sono in continua evoluzione, anche nel blog! La settimana scorsa mi è saltato in mente di fare qualche cambiamento, appunto nel blog, e sono finita per ritrovarmi in mezzo a condizioni tutt'altro che semplici! Parole ostiche come codici html.. pagine statiche... tag... insomma una situazione che non è "pane per i miei denti"! Per cui ho lasciato da parte molte altre occupazioni, riuscendo a malapena a cucinare per riuscire a sistemare il mio amato "giardino" prima di andare in vacanza!
Ieri però dovevo utilizzare delle fragole urgentemente così mi sono messa alla ricerca di qualche ispirazione. Ho trovato una bella ricetta di muffin alla fragola ma non riportava la dose dello zucchero né tanto meno quella dell'olio.  Non avevo tempo di fare calcoli...Poi sono approdata in questo blog e ho visto una bella torta ma ahimè le fragole, assaggia una..mangia l'altra si sono ridotte a poche unità! Per cui ho dovuto cambiare frutta ed ho usato le ciliegie....Poi al posto del cioccolato ho messo un po' di cannella; trovo che con questi frutti sia un abbinamento eccezionale!


Ingredienti per una tortiera da 26 cm di diametro( io ho dimezzato per 8-9 muffin)
  • 700 g circa di fragole (io 400 g di ciliegie pesate col nocciolo)
  • 400 g di farina ( 200 g)
  • 6 uova (3 uova grandi)
  • 250 g di zucchero semolato (125 g)
  • 50 g zucchero di canna (25)
  • 100 g di latte parzialmente scremato (2 cucchiai)
  • 4 cucchiai di olio di semi( 2)
  • pochissima vaniglia del Madagascar
  • la buccia di un limone bio (mezza)
  • 80 g di cioccolata tagliata a pezzetti a mano (omessa ma ho aggiunto 1/2 di cucchiaino di cannella)
  • 5 cucchiaini di lievito per torte ( 2 circa)
La ricetta originale la potete trovare qui io ho fatto così:
Ho lavato molto bene le ciliegie, ho tolto loro il nocciolo (meglio farlo con i guanti perché macchiano le mani) e ho messo da parte. Ho montato le uova con gli zuccheri ed un pizzico di sale a lungo finché non è diventato spumoso. Ho aggiunto la farina setacciata con il lievito e la cannella, mescolando con movimenti dall'alto verso il basso per non sgonfiare. Ho aggiunto le ciliegie, poi il latte e mescolato. Ho riempito per 3/4 gli stampini da muffin imburrati ed infarinati, i miei erano antiaderenti, e fatto cuocere per circa 35 minuti a 180°


Quanto sono belli e profumati i fiori di gardenia?



LinkWithin

Related Posts with Thumbnails