venerdì 11 marzo 2011

Cavolini di bruxelles con feta in crosta di pane


La tempesta nevosa è passata. Adesso ci attende un aumento delle temperature per il prossimo fine settimana, perciò maniche corte e crema solare pronte ;)
Ma si sa: marzo è pazzerello, un giorno brutto e un giorno bello! Per cui, non facciamoci tante illusioni! Bisogna dire che qui, passato febbraio, sono tutti smaniosi di svestirsi e non è raro vedere persone in abbigliamento quasi estivo non appena il sole inizia a riscaldare!
Comunque sia, abbiamo avuto veramente giornate gelide, a partire da sabato scorso, perciò per me è stato ancora più piacevole passare più tempo in cucina! L'altro ieri ho preparato le mie solite fette biscottate, mentre ieri pane e panini. Così ho preso un po' dell'impasto del pane integrale, dopo che aveva fatto la prima lievitazione, e ho pensato di preparami il pranzo!
Mi è piaciuto molto ma la prossima volta proverò solo con la feta, senza aggiungerci l'emmenthal. Sì perché, la feta con broccoli, cavoli e cavolini..per me diventa un abbinamento irresistibile!
Lo so, portate pazienza, la feta compare spesso nei miei piatti ma è usatissima nella cucina greca ed io oramai sono naturalizzata!

Per una persona:
  • 6-8 cavolini di bruxelles
  • 60 g di pasta da pane (io integrale)
  • 40 g di formaggio feta
  • 20 g di emmethal
  • 1 cucchiaio abbondante di finocchietto selvatico
  • sale e pepe
  • olio extravergine di oliva

Sbollentare in acqua salata per 5 minuti i cavolini. Stendere con  le mani la pasta da pane e rivestire l'interno della cocotte, preventivamente spennellata con un po' d'olio. Schiacciare con la forchetta la feta e aggiungere l'emmethal grattugiato. Sale (attenzione che la feta è salata) e pepe, un po' d'olio e il finocchietto tritato. Mescolare bene e metterne ¾ sul fondo della cocotte, poi disporre i cavolini e sopra il resto dei formaggi. Irrorare con un filo d'olio ed infornare per 35-40 minuti a forno caldo 180°. La prossima volta penso che ci metterò anche un po' d'aglio...

La bianca quiete dopo la tempesta...



Partecipo al contest di Vaniglia, Zenzero e Cannella


mercoledì 9 marzo 2011

A spasso per Mani

A Kalamata, nel sud del Peloponneso, ci sono andata spesso ma mi ero limitata a visitare la città e dintorni. La penisola che si estende a sinistra di questa città, l'avevo conosciuta solo attraverso foto e per sentito dire.
Lo scorso lungo fine settimana, finalmente i miei occhi hanno potuto ammirare la bellissima zona di Mani! Peccato che il tempo non era dei migliori ma almeno non c'era il freddo e la neve che abbiamo trovato ad Atene al ritorno!
Stamattina nevica ancora, è tutto ricoperto di bianco e la temperatura è di -2° qui dove abitiamo!
Vi lascio con alcune immagini di quei bellissimi luoghi....comunque ci ritornerò per Pasqua e le foto saranno sicuramente migliori: speriamo anche il tempo!  

Kardamili


 
Alcuni fiori primaverili di Mani..
Cerinthe alypum
Papavero
Anemone
Globularia alypum
Lithodora
Euforbia

domenica 6 marzo 2011

Quanti modi di fare e rifare: frisgiori, le frittelle lunghe di Carnevale


Eccoci arrivati al nostro secondo appuntamento di “Quanti modi di fare e rifare” con i frisgiori, ricetta dal blog di Dandoliva.
Io, Anna e Tamara vi ricordiamo che è un' iniziativa pensata, non per dimostrare bravura o  meno dei partecipanti, ma per realizzare, cucinare, scoprire e condividere anche modi diversi di affrontare le difficoltà che una ricetta può presentare durante l' esecuzione.


Questi frisgiori mi hanno dato parecchio filo da torcere, perché buoni lo sono veramente, anzi ottimi, ma difficoltosi nel dare loro la forma di spirale durante la friggitura! La prima volta dall'olio bollente sono usciti di tante forme tranne che a spirale..


....la seconda, come potete constatare dalle foto all'inizio e fine post, è andata decisamente meglio, perciò armatevi di pazienza e di un sac a poche senza inserire nessun beccuccio.
Oppure di un imbuto con l'apertura di 2 cm circa. Ho provato anche con bottiglia di acqua tagliata a metà, come consiglia Dandoliva, ma l'apertura era troppo grande, superiore ai 2 cm e non sono riusciti bene.
Il composto non deve essere né troppo denso né troppo liquido ma di consistenza tale da scendere quasi da solo nell'olio.
Non ho fatto nessuna variazione alla ricetta per quanto riguarda gli ingredienti, mentre per la lavorazione dell'impasto ho usato la planetaria.

Ingredienti:
  • 500 g. di semolato rimacinato
  • 500 g. di farina "00"
  • 1 litro di latte tiepido
  • 1 cubetto di lievito di birra da 25 g.
  • 1 pizzico di sale
  • la scorza grattugiata di due arance non trattate
  • mezzo bicchierino di acquavite
  • mezzo bicchierino di liquore d'anice
  • abbondante olio di semi per friggere
  • zucchero semolato per ripassare le frittelle una volta fritte

Mettere le due farine, setacciate assieme, nella ciotola della planetaria, con un pizzico di sale. Sciogliere il lievito nel latte tiepido e  aggiungerlo alla farina. Avviare la macchina e lasciare impastare. Poi unire la scorza d'arancia grattugiata, i liquori e fare impastare per una ventina di minuti. Coprire la ciotola con della pellicola trasparente e lasciare lievitare al caldo fino al raddoppio, formando tante bollicine in superficie.
A questo punto mettere a scaldare l'olio. Riempire con l'impasto il sac a poche e disegnare una spirale nell'olio bollente, aiutandosi con una forchetta per tenere ferma la frittella.
Fare dorare da entrambi i lati, poi mettere sopra carta assorbente da cucina e passarli nello zucchero semolato, al quale noi, abbiamo aggiunto della cannella in polvere. 

I frisgiori di Tamara

I frisgiori di Anna


BUON   CARNEVALE!


***********************************************************************************

E indovinate quale sarà la prossima delizia? La pastiera napoletana, proprio lei!! La ricetta che abbiamo scelto la potrete trovare nel sito www.pastiera.it

Appuntamento il 6 di aprile con questo magnifico dolce per “Quanti modi di fare e rifare


Clicca qui per una panoramica di tutte le foto di "Quanti modi di fare e rifare"

Amici cari, questo post è stato programmato perché siamo in giro per la Grecia, dato che abbiamo un lungo week end di tre giorni!! Perciò ci risentiamo martedì!! Un abbraccio e un grande grazie a tutti voi che passate di qua!



LinkWithin

Related Posts with Thumbnails