mercoledì 12 gennaio 2011

Biscotti con avena, zenzero e spezie..


A Natale ho fatto due volte i meravigliosi pan di zenzero di Pamirilla e ci sono piaciuti moltissimo: profumati, morbidi, buonissimi..ma non poteva essere diversamente da una brava pasticcera puoi solo avere il meglio!
Ho pensato di modificarli, ma solo un pochino, per gustarceli più spesso, anche se non c'è scritto da nessuna parte che i biscotti pan di zenzero vanno mangiati obbligatoriamente il 25 dicembre!! Però sarebbe come mangiare panettone o pandoro tutto l'anno! Bisogna rispettare le tradizioni!
Eccovi i pan-zenzero-avena, vi assicuro che sono deliziosi!

Dose per circa 35 biscotti:

140 g di burro a temperatura ambiente
100 g. di zucchero
80 g di miele d’acacia
1 uovo
200 g di farina 
80 g di avena
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
3 cucchiaini di zenzero (ho usato quello fresco tritato)
3 cucchiaini di cannella in polvere
1 cucchiaino scarso di chiodi di garofano in polvere
1 cucchiaino scarso di noce moscata grattugiata
la buccia grattugiata di mezza arancia

Sbattere il burro a crema con lo zucchero finché non diventa spumoso, quindi aggiungere l’uovo sempre mescolando. Unire a cucchiaiate la farina setacciata con: lievito, bicarbonato, spezie, poi l'avena, lo zenzero grattugiato e ultimo il miele.
Mettere l’impasto per un' ora in frigorifero. Trascorso questo tempo disporre l'impasto sopra la carta antiaderente, fare due rotoli e rimettere in frigo per un'altra ora. Tagliare a fette il primo rotolo, (l'altro lasciarlo ancora al freddo)  e, molto velocemente con le mani, fare delle palline, poi schiacciarle. Mettere i biscotti sempre sopra la carta da forno ed infornare a 180° per 12-15 minuti. Devono scurirsi appena.



domenica 9 gennaio 2011

Karpathos


Per prima cosa un'iniziativa: Siete di Roma e avete un albero di Natale vero e non sapete cosa farne? Non buttatelo ma leggete questo post di Rossella!

Poi non so voi amici miei, ma la bilancia mi ha rimandato una cifra che non mi piace per nulla... tutta colpa della metà di una scatola enorme di favolosi cioccolatini ripieni, grandi come una casa che ci hanno regalato degli amici; da strozzarli! Saranno mezzo chilo l'uno! Mamma mia che buoni! Perciò qual'è la miglior dieta del mondo? Camminare, camminare e deliziarsi delle bellezze di Madre Natura iniziando a sognare, progettare la prossima estate!! Troppo lontana? Dipende da quanti chili dobbiamo perdere!!
 
La bellissima isola di Karpathos, si allunga tra Creta e Rodi. Lontana dalle rotte turistiche mantiene ancora oggi un fascino particolare, autentico, che unito al calore e ospitalità dei suoi isolani, la rendono veramente unica.
E' raggiungibile con la nave ma anche con l'aereo perché l'isola è dotata di aeroporto.
Spiagge stupende, forse le più belle delle Dodecàneso accolgono ed ammaliano i fortunati visitatori...come la cara Jennifer, che ringrazio moltissimo, la quale mi ha inviato queste bellissime immagini in ricordo della sua estate greca!


 



 

 




...ed ora un bel pranzetto...

La mia colazione


Solitamente al mattino mangio un'arancia e poi l'immancabile caffè! Senza di quello il dì non inizia..Però ci sono delle mattine che mi concedo qualcosina in più, dipende dall'umore o da quello che mi aspetta in giornata!
Allora sulla tavola fanno capolino le fette biscottate preparate in casa, yogurt greco, dell'ottimo miele e sopra qualche pezzo di noce spezzettata. Il tutto appena spolverizzato di cannella...


La mia colazione per Cappuccino&Cornetto 

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails