lunedì 2 maggio 2011

Alici marinate, gàvros marinàtos


Eccomi qui, ritornata! Vacanze finite, bei ricordi e tanta nostalgia della preziosa compagnia... ma non del tempo che è stato brutto e freddo!
Ieri qualcuno nel condominio aveva addirittura acceso il termosifone!
Intendiamoci, la temperatura non sfiora lo 0°... ma per chi vuol girare per casa senza maniche 22° sono pochi! Non è il mio caso, il maglione me lo toglierò quando si arriverà a 30°!!
Mi auguro che anche tutti voi abbiate trascorso serenamente le festività, in ottima compagnia e nel posto dove desideravate essere!

E' da poco che ho iniziato ad apprezzare il pesce marinato, a dir la verità mi fa ancora un po' impressione mangiarlo così, senza cucinarlo, ma è veramente ottimo! La ricetta l'ho scovata su un piccolo libricino datomi in omaggio al supermercato anni fa. Era rimasta una di quelle ricette nel cassetto dei "proverò" finché non mi sono imbattuta in alici (gavros in greco) freschissime. Ed allora ho deciso di provare. La prima volta è stata una delusione perché 12 ore sotto sale sono decisamente troppe, tanto che ho dovuto farcire un rotolo di patate per riuscire a mangiarle!
La seconda volta ho fatto a modo mio ed è andata alla grande! Ve le consiglio veramente!

Per circa 250 gr di alici:
  • sale grosso
  • il succo di un limone
  • 50 ml di aceto bianco
  • 100 ml circa di olio extravergine di oliva*
  • timo fresco 
  • 2-3 spicchi d'aglio
* la ricetta prevedeva olio di mais ma io ho preferito quello di oliva!

Togliere la testa ed aprire pian piano il pesce levando la lisca, quindi lavare bene.
Disporre i filetti si alice in una pirofila di vetro con la parte della pelle sotto avendo l'accortezza di non sovrapporli. Cospargere di sale, coprire con la pellicola e lasciare 2-3 ore in frigo. 
Trascorso questo tempo, lavare a lungo e bene il pesce, asciugarlo un po' e rimetterlo nella pirofila lavata dal precedente liquido. Bagnare con il limone, l'aceto, aggiungere l'aglio tagliato a fettine, abbondante timo fresco e ricoprire con la pellicola. In frigo per 24 ore. Dopodiché buttare il liquido della marinatura, condire con abbondante olio evo e lasciare in frigo, sempre coperto, per qualche ora prima di servire.
Se decidete di prepararne una quantità maggiore ricordatevi che dovete, sia salare che versare limone ed aceto, ad ogni strato che disporrete.

Gaia, nel suo commento, mi ha consigliato di congelare il pesce per un paio di giorni prima di marinarlo per scongiurare il pericolo di contrarre l'anikasis. Grazie mille Gaia, non conoscevo questo pericolo ed i ricettari nemmeno lo accennano.

Auguro a tutti un buon inizio settimana!





45 commenti:

  1. A dir poco paradisiache. Le proverò mi gusta troppo l'idea di assaporare il gusto del pesce al "naturale" :)

    Bacio e buona giornata

    RispondiElimina
  2. Bentornata tesoro ^__^ Da freddolosa all’ennesima potenza non puoi che trovarmi d’accordo per il maglione :)) E difatti ieri sera giravo per casa con pure la camicia di pile!!!
    Ricordi d’infanzia le alici marinate! Le faceva sempre in vacanza al mare la mia mamma, con l’aggiunta anche di un pizzico di peperoncino, quello fresco tagliato ad anelli. Paradisiache!!!
    Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  3. Ornella, bentornata!!! Invitanti proprio queste alici! Bacioni buona settimana! P.S. Ho pubblicato i vincitori del contest!

    RispondiElimina
  4. tesoro bentornata mi sei mancata tantissimooooooooooooooo!!Che bella ricettina questa Orny una delizia adoro il pesce marinato ha una marcia in piu!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  5. Bentornata Ornella e complimenti per la ricetta. Baci e buondì

    RispondiElimina
  6. Bentornata, ci sei mancata......sono contenta che tutto sia andato bene...un abbraccio la ricetta proprio sfiziosa.

    RispondiElimina
  7. Nemmeno io amo il pesce marinato, ma questo piatto ha un bell'aspetto!
    Bentornata!!!:o)

    RispondiElimina
  8. adoro le alici marinate, ma questo metodo di metterle prima sotto sale non lo conoscevo, io le marino direttamente con limone e pochissimo aceto, bene, una cosa in più da provare!
    messaggio ricevuto, prendo l'occorrente e via con gli anelletti! grazie mille!

    RispondiElimina
  9. mmm questa ricetta mi fa venire una famina...

    RispondiElimina
  10. Bentornata :-)
    La ricetta? La inseguivo da anni..vista e "copiata" ;-)

    RispondiElimina
  11. Io invece adoro il pesce marinato e le tue alici hanno un aspetto delizioso. Ricetta copiata (Solo una domanda, più o meno quanto sale per ogni strato?)Ciao buon inizio settimana

    RispondiElimina
  12. Anche io non mollo il maglione =D anche perchè se lo faccio so già che dopo tre secondi arriva il vento e mi ammalo -_- le alici marinate però sanno proprio di inizio primavera e di venticello tra i capelli.

    RispondiElimina
  13. Ciao Ornella, che bello rileggerti! Bentornata, son tanto contenta che sia andato tutto bene, mi spiace per il freddo! Anche io come te son restia col pesce crudo, ma devo dire che mi hai proprio invogliato, queste alici le devo provare, sembrano squisite!! Il pesce azzurro fa così bene! Giusto la scorsa settimana ho fatto le sardine! Ti lascio un enorme abbraccio e buon inizio settimana! ^_^

    RispondiElimina
  14. Bentornata tesoro , mi mancavano i tuoi post!! mannaggia il freddo anche io sono freddolosa :(
    devo provare le laici così mi tentano !!
    Un'abbraccio Anna

    RispondiElimina
  15. bentornata!!si e'sentita la tua mancanza :)

    RispondiElimina
  16. Ciao Ornella, che piacere rileggerti! Come stai? Spero che malgrado il freddo le vacanze abbiano regalato un pò di sano relax e riposo.
    Mi fa molto piacere che sia tornata però! Non te lo nascondo. Le tue ricettine deliziose mi sono mancate ;)
    Mi piace tanto il pesce crodo e marinato, quindi questa per me è favolosa, e la foto è bellissima!
    Sei tornata alla grande.
    Un bacione cara Ornella.
    Smack smack

    RispondiElimina
  17. le farò al mio maritino........grazie
    super buone...la foto è meravigliosa sembra di averle qui a casa nella mia cucina.
    bacioni e buona settimana a te
    chiara

    RispondiElimina
  18. Che buone che sono le alici marinate, operazione che non abbiamo mai fatto da noi...anche per questo ci siamo salvati il tutto che è preziosissimo!
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  19. bellissime e buonissime!
    lo so che sono pallosa, ma ti chiedo: le hai surgelate per almeno un paio di giorni? nel pesce azzurro il rischio anisakis è piuttosto elevato, e la marinatura non lo scongiura!

    RispondiElimina
  20. @ Grazie a tutti! E' bellissimo ritrovarvi! Un abbraccio

    @ Donatella, per 250 g di pesce ne avrò usato circa 50 g! Grazie a presto

    @ Ciao Gaia, ma grazie! Vedi non lo sapevo, qui nelle ricette non lo scrivono ed io sono proprio inesperta per quanto riguarda il pesce! Aggiorno il post

    RispondiElimina
  21. ciao carissima, le faccio anche io le alicette come le tue, ne mangiamo a chili...alicette e pane appena fatto.....bacioni

    RispondiElimina
  22. ho letto adesso il commento di Gaia ed ha ragione, infatti io ho cambiato la tecnica per farle da un paio di anni...poi te la dico...

    RispondiElimina
  23. Il pesce marinato mi piace moltissimo ed uno dei miei piatti preferiti è la tartare di tonno.
    Sole non se ne vede neanche qui, sich :( baciiiiiiii

    RispondiElimina
  24. Signora freddolosa! Le alici marinate le ho sempre amate ma non le ho mai messe sotto sale prima di marinarle, conosci il motivo? forse per evitare che si formi la gelatina? non l'ho mai saputo, le ho sempre messe a marinare col limone e un poco di sale, poi scolate e condite con l'olio evo e pepe, o aglio e prezzemolo. A me il pesce crudo e` sempre piaciuto, fin da piccola mangiavo le telline che toglievo dagli scogli col coltellino e i ricci di mare che pescavano i miei cugini, e di alici cosi ne ho mangiate tantissime non sapendo dell'anisakis! L'ho scoperto solo qualche anno fa, ma come dici nella nota c'e` il rimedio per stare tranquilli, purtroppo non se ne parla abbastanza. Bentornata, un bacione.

    RispondiElimina
  25. Ciao Ornella e bentornata! Ottime le alici marinate e sicuramente sono meglio con l'olio d'oliva ...:-)
    Purtroppo l'anikasis è poco conosciuto, e, se chiedi in un ristorante dove servono pesce crudo, se prima l'hanno congelato, spesso ti guardano male, ma la legge "impone" questo trattamento...
    Un bacione

    RispondiElimina
  26. Bentornata cara!
    Bella ricetta, e brave queste amiche blogger, quante cose si imparano vero?
    Non le ho mai fatte, ma di sicuro non avrei pensato neanch'io di congelarle prima per qualche giorno.
    Bellissima anche la foto.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  27. Ciao Ornella, come stai?
    Ho una passione (e non sono la sola...) per le alici marinate. Proverò anche questo metodo: mi piace l'idea...
    Un saluto affettuoso
    simo

    RispondiElimina
  28. Bentornata tesoro mio!!! Complimenti per la ricetta sublime!!! Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  29. sono contenta di essere stata utile, anch'io questa cosa l'ho scoperta in rete, l'anno scorso, e da allora se mi capita di mangiare pesce crudo ci sto attenta, e prendo le precauzioni che si devono.

    e comunque ribadisco, sono bellissime queste alici!

    RispondiElimina
  30. bentornata cara, buonissima questa ricetta e grazie del conisglio finale, ottimo a sapersi!
    bacioni

    RispondiElimina
  31. anche io le faccio spesso perchè sono buone e leggere!!

    RispondiElimina
  32. questa ricettina me la salvo!!=)))
    bravissima come sempre!!!
    bacioni vale

    RispondiElimina
  33. Ciao Ornella cara.Ben tornata anche a te. Il freddo quest'anno si è fatto sentire un pò troppo, ma è stato bello anche così.Piano piano cercherò di raccontare tutte le mille avventure e disavventure vacanziere.Ottima la tua ricetta.Io sono amante delle crudità di mare.A presto.

    RispondiElimina
  34. Bienbenida mi cara Ornella!!!, veo que fueron buenas vacaiones, pero frias!!!!
    Yo tambien regrese de las mias y hoy intento ponerme al dia visitando a mis amigos..como tu!
    Esta receta me gusta mucho, en España se comen los "boquerones en vinagre", pero a mi no me gustan porque llevan demasiado vinagre :(...la tuya la he de probar, pues al llevar poco (pero necesario) me gustara seguro!
    Pienso que si compro el pescado congelado irá bien, no?
    Mil besitos linda y querida Ornella!

    RispondiElimina
  35. Escribi mal...es bienvenida!!..no se debe correr tanto al escribir!!!!

    RispondiElimina
  36. che ricetta super sfiziosa, ora che si avvicina l'estate è perfetta e grazie per il consiglio suggerito da Gaia! baci

    RispondiElimina
  37. Una ricettina deliziosa, io sapevo di questo parassita ma non sapevo come fare per debellarlo e poter magiare pesce crudo ...ti ringrazio di cuore pe aver aggiornato il post e un gorsso grazie a gaia ciao Luisa

    RispondiElimina
  38. bentornata Ornelluccia!!Vedo che rientri con una ricettina leggera,ma gustosa..è quello che ci vuole dopo tante mangiate!!
    UN abbraccio bella greca e alla prossima!!

    RispondiElimina
  39. Vi ringrazio tutte di cuore! Tanti baci

    RispondiElimina
  40. le alici sono un pesce buonissimo! io o fritte o marinate! :) sn ottime! ciao!

    RispondiElimina
  41. Ornella cara..bentornata!!
    che buoneeeeeeee...
    hai ragione 12 ore sottosale..un po troppo...
    ..io le facevo spessissimo
    marinate pero' solo con sale fino e aceto e dopo un paio d'ore le
    condivo,scolandole e tamponando
    con carta forno....e poi....
    proprio il pericolo di contrarre
    l'anikakis mi ha fatto desistere..
    l'idea di Gaia è interessante ma mi chiedo...una volta scongelate ..
    le alici non diventano mollicce??
    un abbraccio

    RispondiElimina
  42. ciao ornella. il piacere è mio.
    mi chiamo irene ειρηνη. di atene ma vivo a milano da un sacco di anni!
    diciamo che l'italia ha restituito alla grecia una cittadina!!!!

    questa ricetta è tra quelle da fare.
    complimenti per il blog.

    RispondiElimina
  43. Ciao cara Irene, è statoun grande piacere scoprire il tuo blog e conoscerti! Noi viviamo un po' in periferia, pressapoco sotto al monte Penteli! Mi piace stare qui, mio marito è greco ma preferirei abitare in una città meno caotica anche se bellissima! A presto buon σαββατοκύριακο!

    RispondiElimina
  44. Sti maledetti vermicelli delle alici... ottimo consiglio di Gaia, ne ho sentito paralr spesso in giro!

    cmq ste alici così mi piaccion, mi sa che son simili a quelle che ha fatto ieri mio suocero, gran cuoco per il pesce :)

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails