giovedì 30 dicembre 2010

Dolci delle feste: le diples (δίπλες)


Per prima cosa ringrazio immensamente tutti quelli che si sono fermati nel "giardino" per farmi gli auguri!! Ricambio con tanto affetto e spero che abbiate trascorso un sereno Natale! Il mio è stato assolutamente tranquillo; quasi un giorno qualsiasi. 
Ma anche se mi aspettavo la tanto desiderata compagnia di figli e nipoti non posso assolutamente lamentarmi: c'è chi lo ha trascorso molto peggio.
Mi sono dovuta accontentare del telefono e la mia adorata nipotina mi raccontava che Babbo Natale le ha portato tante pentoline, ma quelle vere per cucinare..non vedo l'ora di pasticciare assieme!!
Comunque domani e nei primi giorni dell'anno nuovo, probabilmente io e l'Agapi, ce ne andremo a far baldoria fuori Atene, perciò sarò ancora "uccellin di bosco" fin dopo l'Epifania, ma prima volevo dedicare ancora una ricettina a voi e alla mia raccolta.
La spinta giusta per rimettermi ai fornelli sono state le “Δίπλες” (si pronuncia dhiples), dolci che non potevano certo mancare sulla tavola delle feste natalizie e che si preparano anche in occasione di battesimi, matrimoni...
L'impasto è simile ai nostri crostoli, cenci, chiacchiere...ma le diples vengono arrotolate mentre si friggono, cosparse di sciroppo, noci tritate e l'immancabile cannella.


Ingredienti per circa 30 diples:

250 gr di farina
2 uova
½ cucchiaio di zucchero
½ cucchiaino scarso di bicarbonato
1 pizzico di sale
1 cucchiaino succo di limone
½ bicchierino di liquore ouzo, o sambuca o grappa
olio per friggere

per lo sciroppo:

½ bicchiere di miele
1 bicchiere di zucchero
1 bicchiere di acqua
qualche goccia di limone

noci tritate e cannella in polvere per guarnire

Mettere la farina sopra la spianatoia, o in una terrina capiente, fare un buco al centro ed inserire tutti gli ingredienti. Mescolare con una forchetta ed incorporare un po' alla volta la farina.
Impastate bene e a lungo a mano o con la planetaria...mia nonna diceva che l'impasto doveva fare le “vesciche”! Dopodiché modellare una palla e lasciarla riposare per 1 ora coperta con una terrina. Trascorso questo tempo, con un matterello se siete esperte, oppure con la macchina per tirare la pasta, fare delle sfoglie non troppo sottili (sul nr.6 passate 2 volte).
Tagliare a rettangoli (circa 10x 15 cm) e friggere nell'olio caldo in questo modo: mettere il rettangolo di pasta dentro l'olio bollente e, quasi subito con l'aiuto di 2 forchette, girare la pasta arrotolandola su se stessa. Lasciare dorare e quindi mettere sopra la carta assorbente per far sgocciolare dall'olio.

Fare bollire gli ingredienti per lo sciroppo per circa 10 minuti, facendo attenzione che raggiunga la giusta densità, meglio un po' liquido che cristallizzato! Disporre uno strato di diples, un po' di sciroppo, noci tritate, un po' di cannella e continuare così fino alla fine. Se preferite intingete ad una ad una le diples nello sciroppo, poi sistematele sul piatto di portata e cospargetele di noci e cannella, diventeranno però meno friabili.


Ho “conquistato” molti ospiti con le diples...anche perché qui sono rimasta l'unica in famiglia che si preoccupa di tramandare questa tradizione e quindi, oltre ad inserirle nella mia raccolta natalizia, partecipo a quella di:



Ancora un buon Anno a tutti!!! Un abbraccio

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails