venerdì 19 novembre 2010

Natale in Canada: Fruitcake


Ho avuto la fortuna di visitare la British Columbia in Canada due volte, ma sempre d'estate. Il mio sogno sarebbe di andarci in inverno...In questi giorni ho chiesto a mia cugina, che vive a Vancouver, di elencarmi i dolci natalizi che si mangiano da loro a Natale. Lei prontamente me ne ha citato più di uno e questo è quello che ho scelto perché la frutta secca è la mia passione! La ricetta originale, da cui ho preso spunto, la trovate qui. Ho fatto più di qualche variazione qua e là tralasciando anche la glassa perché lo preferisco di più così grezzo.

Ingredienti:

1 tazza albicocche secche tritate
1 tazza tra fichi secchi tritati e uvetta
1 tazza ananas secco tritato
¾ tazza (175 ml) brandy
1 tazza (250 ml)di farina integrale
1 tazza (250 ml) di zucchero semolato
1 cucchiaino di sale
½ cucchiaino di lievito in polvere
2 uova intere più 2 albumi d'uovo, leggermente sbattuti
½ tazza (125 ml) di succo d'arancia
1 vasetto di ciliegie candite
1 tazza (250 ml), noci pecan tritate
1 tazza (250 ml) noci tritate

1. Mettere le albicocche i fichi, l'uvetta, l'ananas in una ciotolina e versare sopra il brandy. Coprire con pellicola trasparente. Lasciate riposare per una notte a temperatura ambiente. Quindi lasciare sgocciolare e mettere da parte.

2. Preriscaldare il forno a 150˚. In una ciotola unire la farina, lo zucchero semolato, il sale ed il lievito. Incorporate le uova sbattute un po' e ½ tazza (125 ml) di succo d'arancia. Aggiungere ciliegie candite, noci pecan, noci, albicocche, fichi, uvetta e ananas. Mescolare bene. Versare in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato oppure rivestito con carta da forno.

3.Cuocere la torta di frutta per 2 ore quindi coprire con un foglio di carta antiaderente e far cuocere per altri 15 minuti, o finché uno stuzzicadenti inserito nel centro ne esce pulito. Lasciare raffreddare la torta per 15 minuti prima di togliere dallo stampo. Togliere torta dalla teglia e porlo su una gratella a raffreddare.
Raffreddare completamente. Avvolgere torta cotta nella pellicola, poi in carta stagnola. Conservare in frigorifero.


* Qualche precisazione: Non capisco a quale spray vegetale si riferiscano per lo stampo..ma comunque io non l'ho nemmeno imburrato ed infarinato per non vedere quell'effetto farina nel dolce una volta sformato ma l'ho rivestito con carta da forno. Poi ho lasciato il dolce in forno per 1.45 e poi l'ho coperto e lasciato quindi per altri 15 minuti.


Per voi la mia "Natalina"...


....e ieri sera mi sono trovata a pensare: non basta il traffico sulle strade, Atene è congestionata anche in cielo...Buon fine settimana a tutti!!!



mercoledì 17 novembre 2010

Minestra di ceci, hummus e premio!


La mia intenzione era di preparare la minestra di ceci ma siccome ne avevo messo a bagno troppi,  ho avuto la felicissima idea di fare l' hummus della cara Juana! Non l'avevo mai fatto, né mai mangiato ma è una preparazione che vi consiglio veramente!! Ottima, da non smettere più di spalmarla sulle pites o sul pane caldo fatto in casa...

Per la minestra, 4 persone:

200 gr di ceci secchi
300 gr di indivia
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 rametto di rosmarino
un po' di prezzemolo
1 pomodoro
olio extravergine di oliva
brodo vegetale
pepe
sale
parmigiano reggiano
pasta del formato che si preferisce

Mettere a bagno per tutta la notte i ceci. Il mattino seguente fare rosolare in un po' d'olio la cipolla e l'aglio tritati finemente, aggiungere i ceci ben lavati ed il brodo bollente.
Tagliare a cubetti il pomodoro ed unire. Prendere qualche rametto di prezzemolo e dentro infilarci il rosmarino poi chiuderlo a mo' di salame con dello spago e mettere nella pentola. Vi spiego perché: di solito il rosmarino perde gli "aghi" e a qualcuno non piace trovarseli nella minestra perciò in questa maniera non succede.
Dopo 40 minuti di cottura aggiungere l'insalata tagliata a pezzi e cuocere per una ventina di minuti. Unire la pasta e un volta cotta aggiungere abbondante parmigiano grattugiato e pepe.




Juana mette le dosi per 4 persone e la ricetta la trovate qui


Dose per 2 persone:

200 gr di ceci già cotti
1 cucchiaino di cumino macinato.
qualche goccia di limone
1 spicchio d'aglio tritato finemente.
½ cucchiaio colmo di pasta di tahini
½ cucchiaino di paprika.
olio extravergine di oliva.
Sale.

Si possono usare i ceci in scatola oppure messi a bagno per tutta la notte e poi cotti in acqua.
Frullare i ceci, aggiungere il cumino, l'aglio tritato, il succo di limone, il sale ed il tahini.
Aggiungere un po' d'acqua se risulta troppo denso.
Cospargere con paprika e irrorare con olio...io ho un po' abbondato ma ci piace troppo! Ho spalmato su pane fatto in casa riscaldato sulla piastra, una meraviglia! 


Ed ora vi faccio partecipi di questo premio che mi è stato donato sempre dalla cara Juana, grazie amiga preziosa!!




Queste sono le indicazioni quando si riceve il premio:
(spero di aver tradotto giusto...)

1) Ringraziare coloro che ci hanno premiato.
2) Scrivere un post per il premio
3) Passarlo a 12 blog che riteniamo meritevoli
4) Inserire il collegamento di ciascuno dei blog che abbiamo scelto
5) Dirlo ai premiati

Per me consegnare un premio è molto, molto difficile, perché  tutti i blog sono meritevoli!!! Vorrei donarlo a tutte voi!! Ho scelto questi 12 nomi ma ne aggiungerei 1000....Se qualcuna non lo vuole è liberissima di non accettare.


..e tutte quelle che vorranno averlo!!

lunedì 15 novembre 2010

Biscotti di Natale: Kourabiedes


Kourabiedes:

500 gr di burro di ottima qualità*
½ bicchiere di zucchero a velo
1 uovo intero e 1 tuorlo
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
½ tazzina di ouzo (liquore all'anice)
2 vanillina o vaniglia
la scorza di limone bio grattugiato
80- 100 gr di mandorle spellate tritate grossolanamente
farina bianca quanto basta (circa 720 gr regolatevi voi)
un pizzico di sale

acqua di rose
abbondante zucchero a velo

*Se piace si può usare burro di pecora o capra come si usa di solito qui. Oppure 300 gr di burro e 200 di margarina vegetale.

Sbattere il burro, tenuto a temperatura ambiente, con lo zucchero per circa 30-35 minuti finché non diventa bianco e spumoso. 

Aggiungere le uova sbattute un po', il sale, la vanillina, l'ouzo, le mandorle, il lievito, il limone e tanta farina quanto basta per ottenere una pasta frolla morbida.
Modellare con le mani dei biscotti a forma di mezza luna e sistemarli sopra la carta da forno. 

Infornare per circa 20-25 minuti a 180°. I biscotti devo essere cotti ma rimanere bianchi fuori.


Una volta tolti dal forno spruzzarli immediatamente con l'acqua di rose e passarli  subito, ancora caldi, nello zucchero a velo.

 

Disporli uno sopra l'altro e spolverizzare di zucchero a velo; abbondate pure, i kourabiedes di solito nemmeno si vedono perché sono completamente sommersi!
Non mangiateli subito...se riuscite a resistere....perché dopo un paio di giorni sono ancora più buoni!!

Anche questa ricetta è per la mia raccolta!! 
E per il contest di Giulia



Poi invece di modellare delle mezze lune, ho fatto delle piccole palline rotonde alle quali ho inserito una mandorla intera...


Questa versione bocconcino rotondo con una mandorla intera sopra è per i Sweet Moments  di Ambra

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails