venerdì 8 ottobre 2010

Gnocchi con ricotta, zucca e misteri veneti...


Ingredienti per 3-4 persone

200 gr di ricotta
200 gr di zucca
220-240 gr di latte
200 gr di farina
due ciuffetti di rosmarino
3-4 foglioline di salvia
50-60 gr di burro
sale, grattatina di noce moscata

In una padella cuocere con un filo d'olio la zucca tagliata a tocchetti,  rosmarino e salvia tritati fini e un po' d'acqua. Frullare la zucca quando è cotta e ben asciutta. Sciogliere la ricotta con il latte, unire la purea di zucca e la farina un po' alla volta setacciandola con un colino. Mescolare molto bene con la frusta per amalgamare, insaporire con sale e noce moscata.


Far bollire dell'acqua salata e far cadere, con l' aiuto di due cucchiai grandi, un quarto di cucchiaio d'impasto dandogli forma obliqua... i miei sono venuti un po' troppo grandi! Non appena affiorano dall'acqua toglierli e condirli con il burro fuso e abbondante parmigiano.


Non è un caso che oggi vi troviate davanti ad un piattone di gnocchi con ricotta e zucca! Da un paio di giorni sentivo il bisogno di mangiare italiano...veneto!
Penso che chi vive lontano dalla propria terra natia come me, comprende perfettamente cosa significa ricevere notizie del proprio paese, dei propri cari...è un momento molto prezioso ed emozionante. 
Della maggior parte dei miei compaesani ho un ricordo un po' sfuocato ma le tradizioni sono ancora vive nella mia memoria! "Gli gnochi con la fioreta,"(ricotta liquida) sono una specialità di Recoaro Terme.
Quando, questa settimana, ho ricevuto la e-mail dalla “Venerabile Confraternita dei Gnochi con la Fioreta” (nel loro sito troverete molte foto di Recoaro e anche la ricetta originale degli gnocchi) ho sentito lo stesso calore di un grande abbraccio. Primo perché si ricordano sempre di inviarmi qualsiasi iniziativa recoarese e li ringrazio infinitamente, poi quest'ultima mi è sembrata bellissima, perché è tradizione e cultura nostra, veneta, italiana.  
Perciò, oltre alla seguitissima festa di Halloween, questo simpatico evento ci offrirà l'occasione di conoscere anche le tradizioni nostrane per quel periodo! 
Vi propongo la lettera per come mi è stata inviata e se pensate di andare a immergervi nelle misteriose e affascinanti leggende di Recoaro Terme o negli altri paesi e città del Veneto, poi me lo racconterete vero?


Eccovi la e-mail:

Dimenticatevi di Halloween, di zucche vuote e di scheletri danzanti, di feste mascherate in discoteca e di dolcetti e scherzetti d'importazione, perché quest'anno in Veneto con la notte d'Ognissanti comincia qualcosa di talmente antico da risultare straordinariamente innovativo.
Si tratta della seconda edizione Festival dedicato interamente ai luoghi leggendari e misteriosi della regione veneto , che lungo tutto il mese di novembre terrà banco da Belluno a Rovigo, dai laghi alla laguna, dalle pietre dei borghi antichi ai marmi sontuosi delle città d'arte.
"Veneto: spettacoli di Mistero", questo il nome della manifestazione, vedrà a Recoaro Terme - la rivisitazione delle antiche leggende del territorio, spesso provenienti direttamente dalla tradizione orale, in una infinita teoria di fascinazione e di scoperta.
Dal 31 Ottobre al 7 Novembre 2010 la Pro Loco di Recoaro Terme organizza una settimana misteriosa alla riscoperta della Valle dell’Orco e della Montagna Spaccata dove Anguane, le ninfe dell’Acqua, Orchi e folletti saranno i protagonisti dell’evento.
Si insceneranno leggende nel cuore della Valle dell’Orco e la notte delle Anguane dove tutto il centro di Recoaro sarà illuminato a torce e candele ascolteremo il canto di queste ninfe ammalianti.

Vi aspettiamo a Recoaro Terme con un ricco programma di eventi che troverete nel nostro sito: www.gnochiconlafioreta.com nelle news, oppure qui:

Pro Recoaro Terme: www.recoaroterme.net
Veneto: spettacoli di mistero: www.spettacolidimistero.it
L'evento è anche su facebook qui:http://www.facebook.com/event.php?eid=143264469052212


Per dirla con lo slogan del Festival: il Veneto... ti strega!


39 commenti:

  1. sicuramente manifestazione affascinante, peccato che il Veneto sia lontano da Roma, è una bella regione.....carissima come stai? senti ma questi gnocchi sono morbidissimi tipo spatzle mi sembra? io ho l'attrezzo per farli potrei usare quello...hanno un aspetto bellissimo...poi con la zucca è buono tutto...un abbraccio

    RispondiElimina
  2. ciao Ornella, sono degli gnocchi molto invitanti! adoro la zucca:)
    molto interessante l'iniziativa, il 31/10 anche qui vicino a me in provincia di lucca sono già diversi anni che rirporongono i misteri del passato, è un paese che si presta bene perchè c'è un ponte denominato Del Diavolo che ha tutta una storia!
    buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Ciao cara, complimenti per il tuo piatto favoloso!
    La manifestazione è interessantissima e molto suggestiva, purtroppo, un po' lontana dalla mia città! Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. sono ancora qui... ma di certo non potevo resistere a questo piatto di gnocchi!!!

    RispondiElimina
  5. oh li ho provati una volta ed erano morbidissimi e delicati... grazie della ricetta hanno un'aspetto fantastico! baci Ely

    RispondiElimina
  6. Una ricetta veramente particolare, tutta da provare!!! Peccato non poter assistere alla manifestazione. Baci baci

    RispondiElimina
  7. Buenísimos ñoquis Ornella...Una delicia!!!! Qué buen alimento...Y esa foto de la calabaza con la lavanda es hermosa!!!
    Besos!!!

    RispondiElimina
  8. Dispiace anche a me non poter essere a Recoaro Terme, figuariamoci a te... ! Questi gnocchi non li conoscevo, ho presa la ricetta perchè voglio provarli ! Un abbraccione e buon fine settimana !

    RispondiElimina
  9. Ho sempre fatto gli gnocchi o solo di zucca o solo di ricotta, proverò questa versione.
    Grazie della risposta, l'ho scritto anche sotto!!!

    RispondiElimina
  10. Buoni, sono felice che ti rendano partecipe, immagino la tua nostalgia, conosco benissimo Recoaro, Valdagno e quant'altro..ti abbraccio e rubo la ricetta, ciao.

    RispondiElimina
  11. Tesoro quel piatto di gnocchi parla!!Guarda che cremosi, soffici..mmmh!!Ma che te lo dico a fà, tu te li sei pappati quindi sai benissimo quanto buoni sono!!!I LOVE VENETO!Baci

    RispondiElimina
  12. ornella, io e te ci mettiamo d'accordo sui commenti è la seconda volta che succede...buon segno :-)

    RispondiElimina
  13. Adoro fare i gnocchi e questi con la ricotta e zucca mi mancavano.

    RispondiElimina
  14. gnocchi di zucca strepitosi e da amamte del mistero nn posso che adorare questo tipo di manifestazioni peccato che sia un po lontano da me altriemnti mi sarei fiondata li!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  15. Gli gnocchi sono strepitosi e la manifestazione interessante.. dato che non è lontanissimo, ci faccio un pensierino. Per la nostalgia di casa, tesorina.. come ti capisco :-( Bacioni

    RispondiElimina
  16. Mi esaudusci due desideri con uno gnocco ^__^ Sono tentata sia da quelli di ricotta che da quelli di zucca e qui me li ritrovo insieme, meglio di così ^__^ Se ho capito bene l'impasto è proprio morbido al cucchiaio, quindi si sporca una ciotola e nulla più? mhhhhh, sembrerebbero comodi e veloci...lo sai tesoro che mi hai messo una bella pulciona nell'orecchio? Quel piatto è davvero invitantissimo.
    Nostalgia di casa, quante volte mi assale! Meno male che questo week end ho la mamy con me.
    Un bacione grande, a presto

    RispondiElimina
  17. Morbidissimi come piacciono a me, devo andare a cercare la zucca e fare la mia versione goduriosa, anche perche' qui non c'e' ricotta!
    Bacioni e buon week end!

    RispondiElimina
  18. Mamma mia che ricetta!Ornella mia che tentazione!!!

    RispondiElimina
  19. Ornella querida, te aseguro que prefiero mil veces las tradiciones de Italia que las calaveras y cia!. Aunque yo sea española, las tradiciones de ambos paises son similares por nuestra herencia cristiana, y aunque yo no sea creyente, me dá pena que se pierdan en favor de otras tan extrañas a nosotros!
    Mil besos y feliz fin de semana!

    RispondiElimina
  20. Ornella ma che meraviglia! Non faccio questo piatto da tantissssimo tempo (è stata una delle prime ricette pubblicate sul nostro blog!) e mi hai fatto venire voglia...nel we mi cimenterò! un saluto caro simona

    RispondiElimina
  21. Che buono il tuo primo!Adoro la zucca e non vedo l'ora di trovarla!
    Grazie per la segnalazione, dev'essere una manifestazione molto suggestiva!
    Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  22. Che buoni questo gnocchi!Bellissima anche l'iniziativa per Ognissanti, vado a curiosare sul sito ;-)

    RispondiElimina
  23. Te quedaron muy bien! Y ni quiero imaginar lo rico que estaban!
    Besos

    RispondiElimina
  24. Tra tutte le versioni perchè nonanceh con gli gnocchi! La zucca la utilizziamo proprio moltissimo in questo periodo, ma per gli gnocchi non l'abbiamo ancora provata...cogliamo il delizioso suggerimento!
    Bellissima l'iniziativa di Recoaro terme, chissà magari riuscimao a farci un giro!
    baci baci

    RispondiElimina
  25. Ornella: evviva la zucca... :-))) In questi gnocchi dev'essere deliziosa! Magari potrei aggiungerci anche un pò di Asiago, per rimanere in zona... cosa ne pensi? Quasi quasi potrei anche organizzare un giretto "misterioso" a Recoaro, la manifestazione cade proprio nella settimana del mio compleanno e non potrò avere un no come risposta!!!!

    Bacioni

    RispondiElimina
  26. Un piatto davvero strepitoso!!!!Questi gnocchi si fanno mangiare con gli occhi...rima in omaggio!!!!Smack

    RispondiElimina
  27. wow! il veneto si vela di mistero.... che segnalazione interssante! Buffo che la faccia tu da così lontano! :D
    eh... l'ammore per la terra passa dal palato, non c'è nulla da fare!
    sempre strpitosi i tuoi piattini, ornella. tu sei una cuoca con l C maiuscola!

    RispondiElimina
  28. @ Tamara
    sono più morbidi degli spatzle ma non è difficile farli con il cucchiaio,sono rustici, nati sulle malghe di montagna!Qui sempre il solito da più di cinque settimane...grazie un bacione

    @ Puffin
    cara io sono venuta a conoscenza solo quest'anno di questo evento,anche se le leggende delle mie zone le conosco benissimo e mi sembra una bella cosa che si valorizzano anche le nostre tradizioni! Vado a vedere se trovo qualcosa Del Diavolo! Bacione grazie !

    @ Lady Boheme
    @ Fabiana
    @ Ely
    @ Pellegrine Artusi
    vi ringrazio e vi abbraccio, buon fine settimana

    @ Caro
    grazie cara!Non è lavanda ma rosmarino (romero) che sta fiorendo di nuovo!Bacione

    @ Rossella
    da quello che ho capito sono tante le città in festa, anche Venezia!Bacione

    @ Solema
    ringrazio io te! Bacione

    @ Libera
    è proprio un bel segno! Allora conosci le mie vallate!!Bacione buon w.e

    RispondiElimina
  29. @ Meggy
    @ Lilly
    @ Imma
    @ Debora (da nopn crederci, davvero sei vicino?!!)
    vi ringrazio e vi auguro un buon fine settimana!

    @ Federica
    sono molto facili e semplici! E che i miei sono più complicati per la zucca,gli originali sono solo ricotta liquida e farina! Grazie bacione e bellissimo w.e.a te e a mamy!

    @ Chamki
    ho letto su qualche blog che la ricotta si può fare anche in casa ma non ho né provato né approfondito!Grazie carissima e bacione

    @ Ale
    @ Mimì
    grazie care, vi abbraccio!

    @ Juana
    hai perfettamente ragione! Sai, io amo molto la Spagna e adoro la lingua spagnola anche perché assomiglia moltissimo al dialetto veneto! Mille baci anche a te!

    @ Simona
    @ Marifra79
    @ Zucchero e farina
    @ Tuqui
    @ Manuela e Silvia (siete vicine??)
    buon fine settimana, grazie mille e bacioni

    @ Ale
    da quello che ho capito, perché questo evento mi è nuovo, ci sono parecchie città venete interessate, nella mail si legge anche Venezia. Bacione e grazie

    @ Ambra
    @ Parentesiculinaria
    è vero...nemmeno mia sorella credo lo sapesse! Ma ho i miei preziosi informatori! Grazie ragazze un bacione buon w.e

    RispondiElimina
  30. Ornella, che bellissimo gemellaggio Veneto-Grecia, non sapevo avessi origine venete.....
    Gli gnocchi con la zucca li adoro ma non conosco questa versione e l'iniziativa che ci hai segnalato è meravigliosa, chissà che non riesca a partecipare a qualche evento......
    Grazie, mi segno subito il sito e concordo con te sul Veneto, una regione molto affascinante e un pò misteriosa....(sarà la nebbia?) ma forse ancora poco conosciuta.....
    Allora se vieni in Veneto fammelo sapere.....che magari non siamo nemmeno tanto lontane......
    Ti abbraccio e buon w.e.

    RispondiElimina
  31. Bellissima l'iniziativa che ci hai segnalato e ghiottissimi questi gnocchi: io adoro la zucca!!!!!! Ciao cara, baci e buona domenica!

    RispondiElimina
  32. Gli gnocchi sono super! Che voglia! Baciiiiiii

    RispondiElimina
  33. Ciao!
    Buooonissimi questi gnocchi!
    Nonostante mi sia appena alzata, e stia prendendo il caffè. ;P
    Non è la prima volta che passo di qui, ma credo di non aver ancora mai lasciato commenti.
    Complimenti a te per il blog e... un salutino alla Grecia!
    Posso chiederti una cosa? Potresti darmi qualche delucidazione in merito allo yogurt greco?
    Qui in italia se ne trovano 2 o 3 versioni, ma non riesco a capire quale sia il migliore, quello "originale" e gli usi.
    Grazie, Delia

    RispondiElimina
  34. Ho già l'acquolina, questi gnocchi sembrano davvero speciali. Piacere di conoscere te e il tuo blog, sono appena diventata tua sostenitrice ^_^

    RispondiElimina
  35. @ Viola
    certamente quando verrò ti farò sapere! Amo le nostre leggende, ne conosco tantissime, siamo un popolo molto fantasioso! Un bacione e grazie

    @ speedy70
    @ pagnottina
    grazie mille un bacione

    @ Delia
    ciao felice di conoscerti! Allora se vuoi sapere qualche caratteristica del nostro yogurt greco eccole. Noi abbiamo, senza contare quelli dietetici, due tipi di yogurt: quello molto denso, sgocciolato ( che si usa soprattutto per fare le salse, il tzatziki etc.) poi quello normale con una consistenza medio-densa, non saprei a quale yogurt italiano paragonarlo ( forse, se esiste ancora, il danone naturale in vasetto). Non conosco le marche greche che si vendono in Italia ma qui il tradizionale yogurt viene venduto nei recipienti di terracotta e fa la crosticina sopra, come il latte dopo la bollitura lasciato raffreddare. Avevo già programmato, tempo permettendo ahimè, di farlo in casa uno di questi giorni. Spero di riuscirci..Ciao a presto e grazie!

    @ Ylenia
    ciao carissima, ti ringrazio e sono felice anch'io di conoscerti! A presto

    RispondiElimina
  36. Querida Ornella,venía a verte para agradecerte tu comentario y me he fijado en tus gustos musicales, no me extraña que me guste tanto tu blog y tu misma, porque tenemos gustos musicales muy parecidos!, genial!, podemos compartir algo mas!
    Ah!, el cilantro lo probé por primera vez en Brasil, y es verdad que al principio me resultó muy extraño...pero poco a poco le cogi gusto y ahora lo adoro!. Prueba con tu maceta y veras que poco a poco serás adicta!!
    Mil besos cara!

    RispondiElimina
  37. Intriganti gli gnocchi di zucca e ricotta, devono esser delicati e gustosi!...e ancor più intrigante questa manifestazione... io son di Venezia... in Veneto ci sto... vediamo se riesco a farci un salto!:)

    RispondiElimina
  38. Le tue ricette sono una più invitante dell'altra...merito anche delle foto così...naturali!
    E poi mi viene proprio fame quando passo da qui...qualunque ora sia!
    Buona giornata!
    Serena

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails