domenica 28 febbraio 2010

Cornucopia


Nel nostro Altopiano, come d'altronde in tutte le zone di montagna, riempire la gerla o cornucopia di fiori secchi per abbellire le case è considerato di buon auspicio e molto di moda perciò ne esistono di vari modelli. Le troviamo appese nei portoni delle case a Natale con le "dase",(rami di pino) arricchiti con dei rami di bacche di rose selvatiche, oppure in tutte le stagioni nei nostri locali tipici, nelle baite, o nelle nostre semplici e rustiche abitazioni, colme di fiori essiccati, o di plastica; quest'ultima è la preferita per la sua resistenza.
Difatti, chi ha intenzione di fare delle composizioni di fiori essiccati, deve sempre tener conto che se si intende posizionarle all'esterno dell'abitazione sono molto delicate e si rovinano facilmente. All'interno, secondo i gusti, sono più indicate ma vanno rinnovate spesso perché la polvere, il calore e l'invecchiamento, ne modificano notevolmente e negativamente l'aspetto. Considerando anche che a volte le cose sempre uguali poi stancano..allora prima di cominciare con gli acquisti cercate di fare"quattro conti". Io di solito, per le mie composizioni, uso metà materiali per tipo, naturali e plastica. Quando quelli essiccati sono da buttare, posso riciclare quelli di plastica, ben puliti e riusati..non sembrano neanche più gli stessi!
Allora per iniziare ci serve della spugna (in vendita in fioreria) che sistemeremo dentro la gerla avendo l'accortezza di riempirne sopratutto bene la base finale, lasciandola fuoriuscire dal bordo di 3 o 4 cm. Di solito, siccome la spugna è leggerissima, io nel fondo della gerla metto un po' di sabbia per equilibrare il peso tra sopra e sotto ma non mettetene troppa, altrimenti vi troverete una composizione davvero pesante e vostro malgrado...ad abbellire il pavimento!! Fatto tutto questo fisseremo bene le spugne con del filo di rafia sintetica, da un bordo all'altro, avendo l'accortezza di passare sopra a tutte le spugne, così saremo sicuri della tenuta. Ora servono solo i fiori. Anche per questa composizione, teniamo conto delle proporzioni, se la gerla è piccola sicuramente non useremo dei fiori grandi. Si parte dall'alto e facciamo prima tutto il contorno ed il centro con il verde, poi i fiori e per ultimo eventuali fiocchi. Qui potete fare diversi stili di composizione, partite da una formale e semplice come questa e state sempre attenti al baricentro del peso, distribuitelo bene, già per se stessa tende a capovolgersi, perciò quando la fate attaccatela al muro o a un sostegno a voi comodo e, che vi “dica” se state facendo un lavoro equilibrato. Ah.. dimenticavo: fate un buon gancio in filo di ferro per attaccarla e non fatelo nel manico (che di solito c'è) perché potrebbe staccarsi, vi consiglio uno più sicuro e robusto appena sotto , cioè direttamente nella struttura della gerla. Che dire vi auguro come sempre un buon lavoro che vi porti tanta tanta soddisfazione.



Nessun commento:

Posta un commento

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails